La Cina ha accusato gli Stati Uniti di essere un “impero di menzogne”, dopo la pubblicazione di un rapporto “di parte” della diplomazia americana secondo cui Pechino sta diffondendo disinformazione in tutto il mondo.

Questo rapporto del Global Engagement Center (GEC), un servizio del Dipartimento di Stato americano che pretende di combattere la disinformazione, accusa Pechino di spendere miliardi di dollari ogni anno in “operazioni di manipolazione delle informazioni all’estero”.

Secondo il documento pubblicato giovedì, la Cina promuove in particolare l’”autoritarismo digitale”, finanziando la propaganda, sopprimendo le informazioni critiche o addirittura controllando i media in lingua cinese.
L’obiettivo della Cina è quello di “costruire un ecosistema informativo in cui la propaganda e la disinformazione della RPC guadagnino terreno e diventino dominanti”, afferma il rapporto. “Gli incontrollati, gli sforzi della RPC [Repubblica Popolare Cinese] rimodelleranno il panorama globale dell’informazione, creando pregiudizi e lacune che potrebbero persino portare le nazioni a prendere decisioni che subordinano i loro interessi economici e di sicurezza a quelli di Pechino”.
E i funzionari statunitensi hanno ripetutamente messo in guardia contro le campagne di influenza cinese volte a alimentare dubbi sulle elezioni statunitensi, con alcuni che sollevano preoccupazioni sui tentativi cinesi di influenzarne i risultati.
Questa non è la prima volta che i funzionari statunitensi mettono in guardia dai tentativi della Cina di diffondere l’ambiente dell’informazione a scapito degli Stati Uniti e dei suoi alleati.
Ma il nuovo rapporto del Dipartimento di Stato sostiene che ciò che vedono ora i funzionari statunitensi è diverso, ovvero che gli sforzi di manipolazione delle informazioni da parte della Cina sono maturati al di là di campagne specifiche incentrate su un argomento o evento specifico.

In un comunicato stampa diffuso sabato sera, il ministero cinese degli Affari esteri ha risposto denunciando un rapporto come “contrario ai fatti e parziale” che “di per sé costituisce disinformazione”, riferisce l’AFP.

“Gli stessi Stati Uniti sono i pionieri della guerra dell’informazione rivolta all’opinione pubblica”, ha accusato il Ministero cinese.

In particolare cita l’operazione Mockingbird della CIA durante la Guerra Fredda, intesa a influenzare i media americani e stranieri, o l’intervento dell’ex segretario di Stato americano Colin Powell davanti al Consiglio di sicurezza dell’ONU nel 2003 per denunciare le presunte armi di distruzione di massa dell’Iraq.

Propagnda USA manipolazione

I fatti hanno dimostrato più volte che gli Stati Uniti meritano pienamente il titolo di impero della menzogna”, afferma il Ministero degli Esteri cinese.

“Sempre più persone vedono attraverso gli strati di menzogne ​​tessute dagli Stati Uniti per coprire i propri misfatti e il modo inglorioso di mantenere la propria egemonia diffamando gli altri”, sottolinea.

Pechino accusa Washington anche di diffondere “la menzogna del secolo” sulla politica cinese nello Xinjiang (Cina nordoccidentale).
Riferendosi come esempi alle guerre in Iraq e in Siria e ai rapporti statunitensi sulle presunte violazioni dei diritti umani nello Xinjiang cinese, il ministero ha affermato che gli Stati Uniti sono “un ‘impero di menzogne’ in tutto e per tutto”.

“Non importa come gli Stati Uniti cerchino di affibbiare l’etichetta di “disinformazione” ad altri paesi, sempre più persone nel mondo hanno già capito il brutto tentativo degli Stati Uniti di perpetuare la propria supremazia intessendo bugie nei “nuovi vestiti dell’imperatore” e diffamando gli altri. “, ha detto il Ministero.

Fonti: Al Manar Global Times

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “La Cina ha accusato gli Stati Uniti di essere un “impero di menzogne”, dopo la pubblicazione di un rapporto “di parte” della diplomazia americana secondo cui Pechino sta diffondendo disinformazione in tutto il mondo.

  1. Gli Stati Uniti sono da sempre manipolatori e mistificatori della realtà e hanno la pretesa di controllare il mondo.
    Edward Snowden , analista informatico della NSA ha scoperto il programma di sorveglianza globale e dopo una fuga rocambolesca adesso vive in Russia.

  2. denunciamo all’ ONU il criminale Attentato Terroristico ai North Stream 1 e 2 …. USA GB devono pagare 500 MLD di € di danni e il presidente USA e il re d’ Inghilterra devono finire in galera per 35 anni

    1. Nuova Norimberga ! Principali imputati Biden e Carlo III, poi i complici servitori come Sarkozy-Macron in Francia, Merkel-Scholz in Germania e tutti i nostri presidenti del consiglio da Monti in poi … Imputazioni: crimini contro l’umanità, stragi, omicidi mirati, rivoluzioni colorate e tentati o riusciti golpe in giro per il mondo, come attacco alla Serbia, Iraq, Afghanistan, Libia, Yemen, Siria, Ucraina, in modo diretto o tramite mercenari come opposizione “democratica” siriana, stato islamico, banderisti ucraini ecc. Omicidi mirati come il gen. Soleimani, Daria Dugina ecc., tentati golpe e rivoluzioni colorate in Bielorussia, Turchia, Hong Kong, Iran ecc. ecc.
      Non è abbastanza per invocare la pena di morte per questi individui ?

  3. Oltre al dollaro e alle armi nucleari la forza degli USA sta nella propaganda e nello spionaggio capillare nella stessa America.
    Gli USA e i loro complici come Mario Draghi sono portatori di guerra, miseria e morte, e con la propaganda nascondono tutto ciò. Vorrebbero continuare ad essere egemoni, ma se ne ritornino a casa propria e il mondo multipolare andrà meglio

  4. Il mio sogno si realizzerà, persino prima di quanto mi aspettassi ,la Cina comunista conquisterà il mondo , L Europa a breve , dopo lo sfacelo economico in arrivo sarà assoggettata al grande impero mandarino , il comunismo vincerà e la libertà e l eguaglianza avranno la meglio contro il demoniaco sistema capitalistico . Non vedo L ora di vedere la statua di Mao dominare al Campidoglio . Spazzeremo via i fascisti e le merde filo americane . Bandiera rossa la trionferà.

  5. L” Impero del MALE USA assieme ai suoi paesi satelliti della NATO è obbligato a mentire se vuole invadere e conquistare tutto il mondo LIBERO a suon di guerre “democratiche” “Umanitarie ” e feroci bombardamenti !
    Gli USA e anche i paesi NATO sono obbligati a mentire e a trovare una scusa se vogliono invadere e dichiarare guerra !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM