La Cina emergerà come la nuova grande superpotenza dopo la crisi del coronavirus

Di recente, due eventi hanno messo in luce la nuova forza della Cina a livello internazionale. La prima è la rivelazione dell’Agenzia delle Nazioni Unite per la registrazione dei brevetti secondo cui la Cina è diventata la più grande richiedente per la registrazione di brevetti nel 2019, ovvero 59.000 domande rispetto alle 57.840 domande degli Stati Uniti e Huawei, il gigante Azienda tecnologica cinese, ha superato tutte le sue controparti nel mondo come la più grande azienda nel numero di brevetti registrati.

Il secondo fatto sono le celebrazioni di massa a Wuhan in seguito alla decisione di revocare il blocco di quarantena dopo 76 giorni. Le cose sono tornate alla normalità e i treni pieni di pendolari e veicoli possono essere visti di nuovo sulle strade. È un giorno di grande vittoria per la Cina.

Ironia della sorte, questi due eventi principali coincidono con una decisione del presidente Trump di tagliare gli aiuti all’Organizzazione mondiale della sanità con il pretesto della sua collusione con la Cina. Gli Stati Uniti sono diventati l’epicentro dell’epidemia di coronavirus con quasi mezzo milione di infetti finora e circa 15.000 decessi, sebbene il numero effettivo possa essere sostanzialmente più elevato dato il numero limitato di test di coronavirus che sono stati condotti nel paese. Le immagini del ritorno alla normalità a Wuhan contrastano nettamente con le fosse comuni aperte in un parco di New York per depositare i corpi lì.

Mentre gli Stati Uniti minacciano di tagliare gli aiuti all’OMS, la Cina ha inviato aiuti contro il coronavirus in oltre 98 paesi senza distinzioni politiche o religiose.

La Cina sta dimostrando al mondo che la grandezza dei paesi non risiede solo nei loro missili e portaerei, ma in molti altri campi, inclusa la capacità di reagire a un disastro sociale. In questo senso, la Cina ha dimostrato di essere già diventata la prima superpotenza del pianeta, spostando gli Stati Uniti da quella posizione. E presto implementerà sistemi d’arma avanzati che renderanno obsolete le portaerei. Gli analisti prevedono che lo yuan cinese affosserà il dollaro nella maggior parte delle transazioni finanziarie internazionali.

La seconda guerra mondiale ha portato all’ascesa della superpotenza americana che oggi si mostra in declino. La crisi del coronavirus sarà decisiva per cementare l’ascesa della nuova superpotenza cinese.
I tentativi degli USA di contrastare questa ascesa saranno vani in quanto Pechino dispone ormai di un potenziale economico e industriale che rende la Cina indipendente dai grandi organismi internazionali controllati dall’Occidente.
A questo occorre aggiungere che la Cina ha dimostrato di essere un modello vincente che investe nei paesi in via di sviluppo, nelle infrastrutture in particolare, senza pretendere di dettare o imporre il proprio modello politico, al contrario di quanto avvenuto nell’epoca del neocolonialismo attuato dalle potenze occidentali, Stati Uniti e Regno Unito in testa.
Questa acesa della Cina avviene non a caso mentre appare screditato il modello occidentale di marca USA in quanto sono facilmente riscontrabili le gravi contraddizioni che questo modello presenta con le enormi deseguaglianze all’interno delle società occidentali e con il predominio di una oligarchia economica e finanziaria che di fatto detta le direttive ai governi dei paesi occidentali.
Sembra facile prevedere che la crisi della pandemia andrà ad accelerare un cambiamento dell’ordine mondiale.

https://www.raialyoum.com/index.php/category/english/

Fonte: Raial Youm

Traduzione: Luciano Lago

7 Commenti

  • MDA
    11 Aprile 2020

    il corona virus è stato creato dalla cina d’accordo col deep state usa che vuole fottere trump.
    l’abbiamo capito tutti, faremo una class action contro la cina, stay tuned……e una contro i media grupp gedi, cairo berlusconi.

  • eusebio
    11 Aprile 2020

    Mentre la Cina ogni anno ha molti milioni di nuovi ingegneri, matematici, fisici, chimici, biologi etc gli USA hanno pochi nuovi speculatori e molti milioni di nuovi homeless.
    La sconfitta dell’economia finanziarizzata è totale, sul piano geopolitico la Cina praticamente è già la padrona del sud-est asiatico, dalla Birmania alle Filippine, Taiwan è destinata ad essere assorbita, ormai pure l’Asia centrale per colpa dei Clinton che hanno distrutto l’URSS senza farla evolvere verso una Russia nazionalista (cosa che aveva capito invece Bush padre, forse per quello che i sionisti non lo hanno fatto rieleggere) è completamente sotto l’influenza cinese, e l’Iran è destinato a diventare il padrone assoluto del medio oriente come delegato della Cina al controllo del petrolio del golfo.

  • Teoclimeno
    12 Aprile 2020

    Confermo sostanzialmente quanto riportato nell’articolo, circa la potenza economica e militare della Cina. Così come per gli uomini, anche per gli stati, la grandezza la si misura dalle opere. Durante i miei viaggi nel Celeste Impero, ebbi la chiara percezione che noi avevamo un’immagine distorta di quella grande nazione. In generale i cinesi sono un popolo pragmatico, laborioso ed hanno una mentalità aperta. Si, come ho già detto altrove, la Cina non è più quella della Guerra dell’Oppio. Quando le Talassocrazie dettavano legge.

    • atlas
      12 Aprile 2020

      mah. Se la Cina concorrerà alla distruzione del male assoluto, ovvero la democrazia americana, profittando poi che gli stessi e la Russia si annulleranno magari a vicenda, … ben venga, nulla contro il loro sistema politico, nulla contro la loro cucina (quella buona), nulla contro la loro storia millenaria (a differenza dei barbari usa)

      ma sono sporchi, sporchi, sporchi. E idolatri fondamentalmente. Nessun freno inibitore quindi. Hanno una loro morale e una loro spiritualità, ma in parte perversa

      Muhammad una notte si svegliò di soprassalto tutto sudato. La moglie gli chiese: cos’hai ?

      “disgrazia sugli Arabi ! Gog e Magog hanno rotto il muro e hanno invaso i nostri territori dell’Islam e provocheranno massacri portandovi la corruzione !”

      Aicha: Embè ? Abbiamo la nostra Religione, Dio è con noi

      “in quel tempo la Fede sarà debole, solo pochi saranno in grado di resistere”

  • mondo falso
    12 Aprile 2020

    Gli USA non lo permetteranno mai

  • Eugenio Orso
    12 Aprile 2020

    Vista così la questione sembra semplice …
    La Cina brevetta di più al mondo, celebra e perciò è la nuova grande potenza mondiale, la prima – e la Santa Russia? -che provocherà un cambiamento geopolitico e di Evo e che affosserà la spietata élite finanz-globalista-giudaica, che attualmente domina il cosiddetto occidente e buona parte del mondo.
    Non credo che le bestie criminali elitiste, che contrallono gli usa, prima di tutto, abbiano ordinato l’uso dell’arma biologica. chiamata Coronavirus, per ottenere un simile risultato!
    Intanto, buona parte delle popolazioni occidentali è confinata in casa e i collaborazionisti sub-politici dell’élite hanno rafforzato il controllo sui paesi.
    Rastrellano nuove risorse giocando al ribasso con i crolli di borsa e stanno monitorando la guerra del petrolio fra la Santa Russia e gli immondi sauditi …
    Semmai, la prima, grande potenza del Bene che resiste è la Santa Russia, prima per qualità degli armamenti, anche non convenzionali, e gigante energetico!

    Cari saluti

  • Arditi, a difesa del confine
    12 Aprile 2020

    beh che in USA abbiano fatto pochi test mi pare esagerato…
    ne hanno fatti a ieri 2,6 milioni, il doppio della Germania e 3 volte l’Italia
    certo, i due paesi europei insieme non fanno la meta’ della popolazione statunitense, ma allora cosa dovremmo dire del Giappone che ha fatto appena 70.000 test su 100.000.000 e passa di abitanti ?

Inserisci un Commento

*

code