La Cina afferma che il Regno Unito dà rifugio ai “criminali ricercati” concedendo asilo ai fuggitivi di Hong Kong

La Cina afferma che il Regno Unito sta dando rifugio a “criminali ricercati” concedendo asilo politico ai fuggitivi di Hong Kong, il fulcro finanziario globale della Cina.

“Il Regno Unito è chiaramente una piattaforma per gli agitatori per l’indipendenza di Hong Kong e fornisce il cosiddetto rifugio per i criminali ricercati”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian in una conferenza stampa giovedì.

Le sue osservazioni sono arrivate appena un giorno dopo che Londra ha concesso asilo politico al separatista di Hong Kong, Nathan Law, facendo arrabbiare Pechino.

Zhao ha definito Law, un ex parlamentare di Hong Kong di 27 anni, un “sospetto criminale” e ha descritto la mossa provocatoria del governo britannico come “grave interferenza” nella magistratura di Hong Kong.

“Il Regno Unito dovrebbe correggere immediatamente il suo errore e smettere di interferire negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina”, ha aggiunto il funzionario cinese.

Nel giugno 2019, proteste antigovernative senza precedenti hanno colpito Hong Kong per una proposta di legge sull’estradizione che è stata accantonata in seguito, ma le manifestazioni sono continuate per diversi mesi e sono diventate più violente, mettendo in pericolo la vita e le proprietà dei cittadini.

Pechino afferma che Stati Uniti e Gran Bretagna hanno alimentato le fiamme dei disordini nell’isola semiautonoma sostenendo i separatisti.

Sul suo account Twitter, Law ha dichiarato mercoledì che gli è stato dato asilo nel Regno Unito dopo diversi colloqui per un periodo di quattro mesi. Ha affermato di essere stato sottoposto a severi procedimenti politici e che avrebbe affrontato dei rischi se fosse tornato a Hong Kong.

Nathan Law, e soci all’incontro con il console USA
Violenza a Hong Kong promossa dagli agitatori pro USA e GB

La Cina ha dichiarato all’inizio di quest’anno che non riconoscerà il passaporto nazionale britannico (Overseas) per gli abitanti di Hong Kong dopo che Londra ha introdotto un nuovo regime di visti a gennaio che offre un percorso per la piena cittadinanza britannica per coloro che volevano lasciare il territorio cinese.

Il governo britannico ha cercato di esercitare pressioni sulla Cina affinché desistesse dall’affermare la piena sovranità su Hong Kong dall’estate del 2019.

Hong Kong è stata governata secondo il modello “un paese, due sistemi” da quando la città – un’ex colonia britannica – è stata restituita alla Cina nel 1997.

www.presstv.ir


Nota: Il Regno Unito ha simpatia e protegge i separatisti di Hong Kong perchè questi sono utili per l’obiettivo degli Anglo/USA di destabilizzare dall’interno la Cina e di conseguenza i servizi di Intelligence, M-16 e CIA, hanno messo a libro paga alcuni elementi per promuovere agitazioni e disordini all’interno della Cina, Hong Kong e altre regioni. Nathan Law è uno di questi ed è notoriamente al servizio delle potenze ostili alla Cina
Quando invece i separatisti sono i filo russi dell’Ucraina, come avviene nel Donbass, allora è lo stesso governo britannico a sollecitare la mano dura per reprimere questi elementi. Il doppio standard delle potenze occidentali non si smentisce mai.

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 Commenti
  • mario
    Inserito alle 21:24h, 08 Aprile Rispondi

    W CINA W RUSSIA……………………………..unico baluardo di liberta” ……………….. contro l ” impero del male
    ebreo ——–inglese ——– americano

  • giorgio
    Inserito alle 08:38h, 09 Aprile Rispondi

    Non dimentichiamo che Londra è da tempo rifugio sicuro anche per gli oligarchi russi che depredavano il loro popolo nell’era eltsin …… è ovvio che gli anglo americani concedano asilo e protezione alle loro quinte colonne, ai loro mercenari e provocatori ….. usa e gb hanno un alta concentrazione di criminali di tutte le risme provenienti da tanti paesi del mondo …… insieme ai sionisti il peggio dell’umanità …….