La CIA fa rivivere il nazismo ucraino

di Thierry Meyssan
Non c’è da stupirsi che la CIA crei organizzazioni anti-russe. È d’altro canto sorprendente che non esiti a scegliere i nazisti e i nazionalisti integrali, presumibilmente per difendere la libertà e la democrazia.
el 19° secolo, gli imperi tedesco e austro-ungarico progettarono di distruggere il loro rivale, l’impero russo. Per questo, i ministeri degli Esteri tedesco e austro-ungarico lanciarono un’operazione segreta congiunta: la creazione della Lega dei popoli allogenici della Russia ( Liga der Fremdvölker Rußlands – LFR) [ 1 ] .
Nel 1943, il Terzo Reich creò il Blocco delle Nazioni Antibolscevico (ABN) per smembrare l’Unione Sovietica. Alla fine della seconda guerra mondiale, il Regno Unito e gli Stati Uniti presero il controllo dei nazisti e dei loro collaboratori e mantennero la NBA. [ 2 ]. Tuttavia, visti i milioni di morti di cui fu responsabile, Frank Wisner, il numero 2 della CIA, riscrisse la sua storia. Fece stampare numerosi opuscoli in cui si affermava che l’ABN era stato creato durante la Liberazione. Affermò che i popoli dell’Europa centrale e del Baltico avevano tutti, collettivamente, combattuto sia contro i nazisti che contro i sovietici. Questa è una bugia enorme. In realtà, molti partiti politici dell’Europa centrale si schierarono con i nazisti contro i sovietici, formando divisioni delle SS e fornendo quasi tutte le guardie dei campi di sterminio nazisti.

John Loftus, procuratore speciale dell’Office of Special Investigations, un’unità del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, ha testimoniato di aver trovato nel 1980 una piccola città nel New Jersey, South River, sede di una colonia di ex SS bielorusse. All’ingresso della città, un monumento ai caduti, ornato con i simboli delle SS, celebrava i loro compagni caduti, mentre a lato, un cimitero ospitava la tomba del primo ministro nazista bielorusso Radoslav Ostrovski [ 3 ] .

Si ritiene spesso che gli Stati Uniti abbiano combattuto i nazisti e li abbiano processati a Norimberga e Tokyo. Ma è sbagliato. Se il presidente Roosevelt era un convinto liberale, riteneva possibile reclutare traditori e metterli al suo servizio. Tuttavia, poiché morì prima della fine del conflitto, i criminali di cui si circondò raggiunsero le posizioni più alte. Questi hanno preso il controllo di alcune amministrazioni per perseguire i loro obiettivi. Questo è quello che è successo con la CIA.

Proclamazione dell’Ucraina indipendente con dignitari nazisti. Dietro gli altoparlanti, i tre ritratti esposti sono quelli di Stepan Bandera, Adolf Hitler e Yevhen Konovalets.

Gli sforzi del Congresso con la Church Commission che denunciarono i crimini della CIA negli anni ’50 e ’60 furono di scarsa utilità. Tutto questo mondo opaco è tornato alla clandestinità, ma non ha cessato le sue attività.

I “nazionalisti integrali” ucraini di Dmytro Dontsov e dei suoi scagnozzi Stepan Bandera e Yaroslav Stetsko hanno seguito questa strada. Il primo, che era già un agente segreto del Kaiser Guglielmo II, poi del Führer Adolf Hitler, fu catturato dalla CIA, visse in Canada e morì nel 1973 nel New Jersey, a South River, contrariamente a quanto sostiene la sua voce su Wikipedia. Era uno dei peggiori criminali di massa del Reich. Era scomparso dall’Ucraina durante la guerra ed era diventato amministratore dell’Istituto Reinard Heydrich di Praga. Fu uno degli ideatori della soluzione finale alla questione zingara ed ebraica [ 4 ] .
I suoi scagnozzi, Stepan Bandera e Yaroslav Stetsko, furono assunti dalla CIA a Monaco. Hanno fornito trasmissioni in lingua ucraina per Radio Free Europee organizzò operazioni di sabotaggio nell’Unione Sovietica. Stepan Bandera aveva compiuto numerosi massacri e proclamato l’indipendenza dell’Ucraina dai nazisti. Tuttavia anche lui era scomparso dall’Ucraina durante la guerra. Affermò di essere stato imprigionato in “cattività onorevole” in un campo di sterminio. Ciò è improbabile poiché riemerse nel 1944 e gli fu affidato dal Reich il governo dell’Ucraina e la lotta contro i sovietici. È possibile che vivesse nella sede dell’amministrazione dei campi, a Oranienbourg-Sachsenhausen, e che lì lavorasse al progetto nazista di sterminio delle “razze” ritenute corruttrici degli ariani. Durante la Guerra Fredda, vagò nel “mondo libero” e venne in Canada per proporre a Dmytro Dontsov di diventare il capo della sua organizzazione [ 5 ].

Il tempo è passato, questi criminali di massa sono morti senza che nessuno rispondesse dei loro crimini. Anche le loro organizzazioni, l’OUN e l’ABN, avrebbero dovuto scomparire. Non è così. L’OUN è stata ricostituita grazie alla guerra in Ucraina. Anche l’NBA. Ora ha un sito web. Puoi leggere gli opuscoli di propaganda del dopoguerra che l’organizzazione non è mai esistita prima della caduta del Reich. L’NBA prosegue oggi con il “Free Nations PostRussia Forum” che si terrà il 26-27-28 settembre a Londra, Parigi ed eventualmente Strasburgo. Il suo obiettivo è sempre lo stesso: dividere la Federazione Russa in 41 Stati separati. Non ci possono essere dubbi sull’appartenenza di questo forum: mentre pretende di parlare a nome dei popoli della Russia, non accusa solo Mosca, ma attacca anche Cina, Corea del Nord e Iran. Nei suoi documenti affronta anche la questione del Venezuela, della Bielorussia e della Siria. Tuttavia, l’ABN ha partecipato alla creazione e all’animazione della Lega anticomunista mondiale [ 6 ] , dove si riuniva la maggior parte dei dittatori del pianeta, ora elegantemente chiamata: Lega Mondiale per la Libertà e la Democrazia.

Questo Forum delle nazioni libere post-russe è stato creato dalla CIA in reazione all’intervento militare russo in Ucraina. In un anno e mezzo si è già riunito 7 volte, in Polonia, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Svezia, nel Parlamento europeo e giapponese. Contemporaneamente la CIA creò governi in esilio per la Bielorussia e per il Tatarstan, come aveva fatto per l’Iraq e la Siria. Nessuno li ha ancora riconosciuti, ma l’Unione Europea li ha già accolti con deferenza. Questi governi in esilio si aggiungono a quello di Ichkérie (intendere la Cecenia) già vecchio.

Il Forum delle nazioni libere post-russe intende smantellare la Federazione Russa in 41 Stati indipendenti.
Il dispositivo attuale non è progettato per raggiungere lo scopo dichiarato. Gli Stati Uniti non hanno alcuna intenzione di smantellare la Federazione Russa, una potenza nucleare. La maggior parte dei loro leader sono consapevoli che un evento del genere destabilizzerebbe completamente le relazioni internazionali e potrebbe scatenare una guerra nucleare. No, si tratta più di mobilitare al servizio degli Stati Uniti persone che sperano di raggiungere l’improbabile obiettivo di sezionare la Russia.

Alcune personalità politiche stanno giocando a questo gioco, come nel caso dell’ex ministro degli Esteri polacco Anna Fotyga. È stata lei, nel 2016, a presentare al Parlamento Europeo una risoluzione sulle comunicazioni strategiche dell’Unione Europea. Aveva immaginato un sistema di influenza su tutti i principali media dell’Unione che si fosse rivelato efficace. O anche un deputato francese centrista, Frederick Petit. Già nel 2014 gli headliner del suo partito (François Bayrou e Mireille de Sarnez) si erano recati in piazza Maidan a Kiev per farsi fotografare accanto ai “nazionalisti integrali”. Non parlerò qui dell’ex deputato russo Ilya Ponomarev.

Simboli nazisti a Kiev

Anche i think tank, come la Jamestown Foundation. Fu fondata con l’aiuto di William J. Casey, direttore della CIA, in occasione di un noto disertore dell’URSS. È stata bandita in Russia nel 2020 (cioè prima della guerra in Ucraina), perché già si stampavano documenti sulla disgregazione della Russia. Infine, l’Hudson Institute, dal canto suo, è finanziato da Taiwan grazie alla sua agenzia, la Lega mondiale per la libertà e la democrazia (ex Lega anticomunista mondiale). Ha così potuto ospitare una sessione del Forum delle Nazioni libere della Post-Russia.

Thierry Meyssan

Note:

[ 1 ] Liga der Fremdvölker Russlands 1916–1918. Ein Beitrag zu Deutschlands antirussischem Propagandakrieg unter den Fremdvölkern Russlands im Ersten Weltkrieg , Seppo Zetterberg, Akateeminen Kirjakauppa (1978).

[ 2 ] MI6, All’interno del mondo segreto dei servizi segreti di Sua Maestà , Stephen Dorril, The Free Press (2000).

[ 3 ] Il brutto segreto: Quando gli americani reclutarono spie naziste , John Loftus, Plon (1985)

[ 4 ] Il nazionalismo ucraino nell’era degli estremi. Una biografia intellettuale di Dmytro Dontsov , Trevor Erlacher, Harvard University Press (2021).

[ 5 ] Stepan Bandera: Vita e aldilà di un nazionalista ucraino: fascismo, genocidio e culto , Grzegorz Rossoliński-Liebe, Ibidem Press (2015).

[ 6 ] “ La Lega anticomunista mondiale, un’internazionale del crimine ”, di Thierry Meyssan, Rete Voltaire , 12 maggio 2004.

Fonte: Voltaire net

Traduzione: luciano Lago

12 commenti su “La CIA fa rivivere il nazismo ucraino

  1. il nazifascismo aveva dei tratti statalisti poco graditi al capitalismo che però contava sul saldo anticomunismo di Germania e Italia; questi tagliagole nazi di periferia sono una manna per l’economia di rapina che sogna di arraffare Europa, Russia … il Mondo…A proposito dove e come è finito Globocnik, il gauleiter triestino?

  2. Capisco i nazisti (nazional – socialisti). Per conto mio non sono poi così male. L’ unica cosa che non quadra è perchè mai vogliano imporre il loro modo di vedere la società agli altri con la violenza. Così facendo diventano intollerabili come gli ebrei che si considerano superiori (ma usano un altro tipo di prevaricazione). In altre parole, gli abitanti della Galizia sono nazional-socialisti? Facciano come gli pare, l’ importante che stiano a casa loro…in Galizia intendo.

    1. Sono con lei , i nazisti non hanno sbagliato nel metodo ma negli obbiettivi, scegliere una razza o un gruppo religioso non ha senso ,in ogni razza , paese e religione ci sono persone che spiccano e che vale la pena salvare , purtroppo gli stessi gruppi hanno anche sempre un sacco di pattumiera subumana , che non merita di consumare la preziosa acqua potabile del pianeta … staremmo
      Meglio in 2 miliardi di persone selezionate per qualità fisiche e mentali …il resto si può non far neanche nascere …

  3. In aggiunta…se poi i nazisti si prestano ad assecondare ordini superiori trasmessi da chi coltiva la loro ideologia per fini di arricchimento verso alcuni e impoverimento verso altri allora diventano semplici stupidotti (un pò come lo erano i bolscevichi) da non tenerne conto come stanno facendo i russi adesso.

    1. Perfetta lettura NUCCIO ! Nazi-fascismo europeo con contenuti statalisti contro nazi-fascismo anglo americano iper liberista !
      In occidente ha vinto il liberismo anglo sassone. E ora siamo alla resa dei conti. Dittatura liberal globalista occidentale contro statalismo, nazionalismo e socialismo dei paesi Brics e altri.
      E’ in corso l’ultimo tentativo di imporre il modello sociale liberista, finanziario, globalista al resto del mondo. Tentativo che sta fallendo e che fallirà miseramente, non senza gravissimi costi per i popoli del mondo !

  4. Questo rapporto storico è di grande qualità: peccato che in troppi lo ignorino o comunque facciano di tutto per negarlo. Questo ritengo sia un problema focale che finisce per rendere accettabili a molti i mezzi di comunicazione attuali in Italia spesso infarciti di menzogne.

  5. Che i partiti dell’Europa centrale si schierarono con l Asse è vero.
    Ma fu anche giusto in quel caso.
    Era l’Europa cristiana e romana con il giudeo bolscevismo.
    Oggi, ovviamente, la Russia è tutt’altro, e tutt’altro che fascisti sono i capi kiev ma molto, molto, molto sionisti

  6. “Ideatore della soluzione finale” è una frase estremamente imprecisa.
    Soluzione finale non fu altro che un termine che esprimeva un auspicio e non fu mai identificata con uno sterminio industriale.
    Questa è la favoletta che gli alleati hanno imposto alle masse a guerra finita per coprire i loro crimini.

  7. Governi di paesi anglicani cattolici ed ebraici riciclano il nazismo ? Le Crociate del Terzo Millenio – Viva Pinochet Viva Videla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM