La Censura di Facebook colpisce ancora

placeholder

LA CENSURA CONTINUA. DOPO LE PAGINE DI PARS TODAY, QUELLA DI SOUTHFRONT E DELLA TERRA DEI PADRI ELIMINATE IN MODO PERMANENTE DA FACEBOOK

SouthFront e la Terra dei Padri sono tornate a essere l’obiettivo della censura transnazionale. Il 30 aprile Facebook ha eliminato definitivamente la pagina di South Front ( https://southfront.org/censorship-continues-facebook-permanently-deleted-southfronts-page/ ) che aveva con circa 100.000 follower.
Lo stesso è accaduto con la pagina della Terra dei Padri, il circolo metapolitico di Modena che ha ospitato molti convegni con personaggi come Giulietto Chiesa, Ouday Ramadan, Nino Galloni, Diego Fusaro, Maurizio Blondet e molti altri.
Questa non è la prima volta, in particolare le pagina come quella di South Front e della Terra dei Padri erano diventate un bersaglio della campagna di pressioni tecniche e di propaganda. Il 9 aprile, Facebook ha posto dei limiti sulla pagina di SouthFront sostenendo che le sue attività “non sono conformi alle politiche di Facebook”.
La Terra dei Padri ha subito varie pressioni anche al livello locale, non è un caso che , contro questo circolo si è verificato anche un attentato incendiario nel Maggio del 2017, successivamente, oltre a intimidazioni varie, è stata chiusa già una prima volta la pagina su Facebook. In quel caso era stata una foto pubblicata degli Hezbollah davanti ad una Chiesa cristiana difesa da questi dall’assalto dei terroristi jihadisti. Questo era stato considerato uno strappo alla propaganda mainstram.
Questa è la seconda volta con la solita motivazione inconsistente di “non aver rispettato gli standard previsti”.
Per quanto riguarda South Front , la pagina è stata presa di mira già dai tempi del conflitto in Ucraina nel 2015 e di quello in Siria per le posizioni chiare di informazione fuori dai canoni e dalle menzogne della propaganda di USA e alleati.

La motivazione dell’intelligence americana e di Facebook, quale strumento dei servizi speciali statunitensi, nel 2015, quando la situazione nell’Ucraina orientale era particolarmente tesa, era chiara . Tuttavia, l’attuale mossa di censura solleva molte più domande.

È probabile che Facebook sia stato attivato dal video di SouthFront pubblicato il 29 aprile. Intitolato ” SpaceX: Camel’s Nose under the Tent of Space Militarization “, copre gli aspetti chiave della situazione internazionale e la strategia di sicurezza degli Stati Uniti. Con fatti ed esempi, il video evidenzia il punto di vista che le società globali presumibilmente “private” con sede negli Stati Uniti sono prima di tutto gli strumenti, probabilmente, della parte “neoliberale” dell’establishment statunitense.
Probabilmente la pubblicazione di articoli relativi ai vaccini, in cui si mettevono in dubbio le autenticità delle affermazioni in cui si mostra Bill Gates, hanno dato fastidio a Facebook e quello che è trapelato rappresenta una minaccia per l’estableshment.
Ultimamamente South Front stava affrontando una forte pressione da parte di Detusche Well e di altri articoli in cui si afferma che South Front sta diffondendo disinformazione sull’epidemia di Covid-19. Un fatto interessante è che Detusche Well è stato incapace di rispondere alla mail ufficiale di South Front rispetto alle sue accuse su questa organizzazione.
Non si contano altri casi di censura attuati da Facebook e da You tube su siti web russi, siriani, libanesi ed iraniani.
Si comprende molto bene che Facebook, You Tube, Google sono tutti strumenti dell’establishment USA che vengono utilizzati per il controlo delle informazioni. Discostarsi dalla linea di propaganda USA può essere pericoloso per qualsiasi fonte alternativa. Il Potere ti controlla.

P.S. La nuova pagina della Terra dei Padri su Facebook è la seguente:

casaggì modena spazio identitario https://www.facebook.com/casaggimodena2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM