"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Casa Bianca : Trump spera che la Russia “riconsegni” la Crimea all’Ucraina

Il presidente Trump ha fatto capire chiaramente di sperare che il Governo della Russia faccia ridurre le tensioni con l’Ucraina e restituisca la Crimea”, ha riferito il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, nel corso di una conferenza stampa.
“Nello stesso tempo, si aspetta una distensione nei rapporti e vuole comportarsi bene con la Russia”.

La Crimea ha aderito all’integrazione con la Russia nel marzo del 2014 , dopo che il 97% dei votanti aveva appoggiato questa opzione in un referendum celebrato come reazione al cambio violento del potere a Kiev.
La Cancelleria russa ha dichiarato ripetutamente che i cittadini della Crimea hanno votato- democraticamente ed in pieno rispetto con il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite- per la riunificazione con la Russia che rispetta ed accetta questa decisione.

Inoltre il presidente Putin ha dichiarato che “il tema della Crimea è stato chiuso definitivamente e non è negoziabile”.

Mappa della Crimea

Nota: Nonostante queste dichiarazioni gli USA e la UE continuano a ritornare su questo argomento e richiedono, per il ritiro delle sanzioni, la restituzione delle terre di Crimea all’Ucraina trascurando la volontà manifestata dei circa due milioni di persone che vivono in Crimea come se queste persone non contino nulla. Inoltre gli USA e la UE trascurano di parlare di chi e perchè abbia voluto rovesciare un governo legittimo con un atto di forza e procedere con un conflitto diretto a voler piegare i separatisti filo russi del Donbass ad accettare l’autorità di un governo golpista e dichiaratamente anti russo.

In una situazione simile, avvenuta nella ex Jugoslavia dopo una guerra civile, gli USA e la UE hanno accettato la volontà manifestata della popolazione del Kosovo, nel 2008, di separarsi dalla Serbia e dichiararsi indipendente. Non si comprende quale sia il criterio di accettare il principio di autodeterminazione nel Kosovo, e negarlo in Crimea. Questo rivela la doppia morale dell’Occidente di aderire alle proprie convenienze e non ai principi universali che dovrebbero valere per tutti.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione e nota: Luciano Lago

 

*

code

  1. Christian 10 mesi fa

    Certo Trump, come no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandro 10 mesi fa

    Fuori di testa completamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 10 mesi fa

    Non credo che il contenuto dell’articolo esprima la volontà di Trump ma sia il pio desiderio del sistema che finora ha governato il mondo,
    Ritengo che sia sbagliato indicare generalmente UE ed USA come riferimento a precise volontà, perché sono dell’avviso che la maggioranza della popolazione di dette istituzioni sia contraria alle decisioni in oggetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. THE ROMAN 10 mesi fa

    La dichiarazione ufficiale del portavoce di Trump e’ in realta’ ancora piu’ dura di come e’ stata qui tradotta. Quasi a certificare l’avvenuta cooptazione dell’amministrazione Trump da parte del cosiddetto deep state, il portavoce Johmn Spicer teste’ afferma : ” Il presidente si aspetta (Is WAITING ,not hoping) che la Russia diminuisca la tensione e le violenze in est -ucraina,e restituisca (return),la Crimea occupata all’ Ucraina “. Aggiunge,naturalmente che questo e’ un prerequisito per la rimozione delle sanzioni,oltre ad altre baggianate come che il presidente ha intenzione di migliorare i rapporti con la Russia. E’ evidente che la rimozione di Flynn, come segnala the saker,ha cambiato definitivamente gli equilibri all’interno della casa Bianca, con i neocons di nuovo in cabina di regia, Aggiungo una mia impressione :credo che da ora in avanti sia piu giusto parlare di presidenza trump-Pence, dato che il ruolo del canuto vice e’ sempre piu’ preminente. Cosa aspettarsi da questa inversione di rotta ? Niente di buono purtroppo .specialmente per l’europa; senza il supporto deciso di Trumpogni tentativo sovranista e’ destinato ad essere soppresso dalla coltre mediatica e represso dal regime europeista. L’america e’ semplicemente troppo marcia per rigenerarsi. I vecchi saggi Kissinger e Breszinskyhanno effettuato le dovute correzioni al vecchio PNAC (project for a new american century), e puntano ora a dividere l’asse Russia _Cina. Credo che la fedelta’ del formicaio comunista sia molto relativa ed e’ probabile che dietro le quinte sia stato raggiunto un patto tra i cinesi e le elites occidentali.L’alleanza tra le nazioni Cristiane europee etniche, (White Christian Renaissance), sognata dai nazionalisti americani, l’europa delle patrie , immaginata da Mosley e in seguito da De Gaulle, cosi’ come ogni tentativo di difesa di valori ed identita’ autenticamente europei, non e’ possibile fintanto che non sia risolto un problema cruciale. Il monopolio da parte delle antiche dinastie bancarie ebraiche del sistema finanziario e della gestione dell’emissione di moneta, dell’informazione e della cultura derivata da falsita’ storiche definite inoppugnabili,sono le colonne portanti di un dominio pressoche’ totale sulle dinamiche sociali e politiche del mondo occidentale. Non c’e’ liberta’, ne ci puo’ essere in un sistema ingabbiato e controllato da interessi particolari,spesso se non sempre ,in contrasto con il volere e gli interessi dei popoli assoggettati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Idea3online 10 mesi fa

    Non avere capito che Trump è Obama, ed Obama è Clinton…e che Obama-Clinton-Trump sono la stessa cosa, è continuare a credere che esiste la Destra e la Sinistra. Ma è meglio così, non capire niente, per non percepire la Grande Guerra che inizierà tra pochi anni. Meglio rotolarsi nella lussuria, meglio sputare i dieci comandamenti, meglio credere a Darwin e non a Gesù Cristo. Meglio essere schiavi della Satana S.p.A. che schiavi del Dio di Abramo. Sicuramente la mente è leggera come una foglia perchè non vuole riflettere, ma l’anima è spenta ed ha tenebre come un lunghissimo tunnel senza luce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 10 mesi fa

      Gesù Cristo è a parte, a parte di tutto, mentre del Dio di Abramo bisogna capire se connette a se stesso il corpo TrumpObamaClintoTrump…
      Il Dio di Abramo è molto diverso dal Dio padre di Gesù Cristo, forse per colpa del continuo riscrivere ad-personam che della Bibbia è stato fatto, e con cui ora dobbiamo fare i conti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 10 mesi fa

      Ho votato Mi piace perché il commento mi piace, ma con riserva sulla parte che parla del Dio di Abramo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 10 mesi fa

        Perché si butta sul roveto, per lei ardente, a capo fitto?
        Nelle letture da lei svolte non si è mai trattato del trascendente, quindi è impreparata.
        Ha inoltre l’aggravante di vivere nella GRASSA Bologna dove l’argomento è tabù, soprattutto nel bar che frequenta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nessuno 10 mesi fa

    Si tirano sempre in ballo pensieri ed azioni o decisioni di uomini del passato,
    alcuni deceduti e altri ancora vivi e vegeti più vegeti che vivi, per cercare di
    spiegare alcune decisioni o comportamenti attuali, es: la visione di un Kissinger
    era nel contesto del suo tempo buona, ma la società si evolve non sulle previsioni
    o direttive di qualcuno, ma secondo i suoi bisogni e interessi del momento, leggo
    continuamente della Crimea, che la Russia dovrebbe restituirla, utopia, e lo sanno
    bene, ma continuano a fare propaganda, ai bambini che scalpitano si danno i lecca
    lecca per tenerli buoni, ai guerrafondai si fanno dichiarazioni nel senso che a loro
    piace per tenerli buoni..
    Non hanno ancora capito o paradosso hanno capito fin troppo bene che quando
    Putin dice: “non negoziabile” è “non negoziabile”. Detto questo aggiungo e chiudo:
    Gli usa-nato non hanno nessuna leva di ricatto nei confronti della Russia attualmente
    e le sanzioni non servono a nulla, e lo sanno,lo sanno ma vanno avanti come i somari
    con i paraocchi e tappi nelle orecchie, fino a quando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tania 10 mesi fa

    Questo continuo chiedere alla Russia un comportamento a cui nessuna altra potenza al mondo si attiene, francamente comincia a rompere parecchio!
    Alla fine si deve pensare per forza che sono PROVOCAZIONI. Veri atti di ingerenza fascista.
    La Russia chieda con quale diritto potenze imperialiste le fanno una domanda simile!
    Siamo alla provocazione plateale, che volgarità, Dio mio, sfacciata proprio. Senza ritegno.
    USA=SATANA=DIO di Mosè
    Per esclusione e conseguenza
    RUSSIA=DIO PADRE DI GESU’

    Evidentemente il Male è fin ottuso oltre che Cattivo, certo capisco, per esistere e vincere deve mettere in conto la propria Morte…
    In ultima analisi la sua vittoria sarà nello stesso momento della sua Morte. E’ scemo proprio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. paolo 10 mesi fa

    Prima L’america restituisca l’Italia agli italiani! Poi si vedrà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Tania 10 mesi fa

    Fare i prepotenti con un prepotente ha un significato diverso che fare i prepotenti con un debole, e comunque in una comunità mondiale con tanto di assemblea “democratica” quale si autodefinisce l’ONU, e vedere come vengono accettate certe provocazioni, viene da dire che questo ONU è un teatrino da avanspettacolo con in cartellone un eterno indegno spettacolo, non si salvano nemmeno le apparenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace