La candidata presidenziale argentina evita l’incontro con l’ambasciatore americano

Myriam Bregman, candidata di sinistra alla presidenza dell’Argentina, rifiuta di incontrare l’ambasciatore statunitense a Buenos Aires per “motivi politici”.

In una lettera inviata al diplomatico nordamericano Marc Stanley, che l’aveva invitata al dialogo per ampliare le relazioni bilaterali tra i due Paesi, Bregman, candidato del Fronte della Sinistra e dei Lavoratori – Unità (FIT-U), ha spiegato le ragioni per cui coloro che hanno rifiutato l’invito.

“ Siamo antimperialisti: mettiamo in discussione l’ingerenza politica ed economica che il vostro Paese esercita ed ha esercitato nella nostra regione, dove ha avuto numerosi interventi militari per rimuovere governi che non erano di suo gradimento”, ha sottolineato il rappresentante argentino .

L’attivista per i diritti umani ha aggiunto che non ritiene necessario che un candidato alla presidenza si rivolga alle sue proposte con rappresentanti diplomatici di altri paesi, poiché si tratta di una “posizione sovrana elementare”, una pratica che non viene praticata nemmeno negli Stati Uniti.

Candidata presidenza argentina Myriam Bregman

“ Non vediamo perché dovremmo agire diversamente. Soprattutto quando siamo una forza politica che mette in discussione l’ingerenza economica e politica del vostro Paese nel nostro ”, ha affermato Bregman nella lettera , pubblicata lunedì.
L’avvocato ha anche attaccato Washington per aver represso le lotte nel paese nordamericano contro la schiavitù e il razzismo, e ha accusato le sue autorità di essere complici dell’assassinio di leader di queste correnti, come Malcolm X e Martin Luther King Jr.
In questo modo, ha criticato gli Stati Uniti per aver esercitato un dominio egemonico su altri paesi attraverso il loro potere nelle organizzazioni finanziarie globali come il Fondo monetario internazionale (FMI).

In questo contesto, ha condannato il blocco disumano degli Stati Uniti contro Cuba da più di sessant’anni, l’occupazione del territorio cubano, precisamente a Guantánamo, da più di vent’anni, dove mantiene un orribile e infame centro di detenzione illegale.

Denunciano 21 anni di carcere militare statunitense a Guantanamo, Cuba
Il candidato di sinistra ha anche denunciato l’opposizione degli Stati Uniti alla pretesa sovrana dell’Argentina sulle Isole Malvinas e il sostegno fornito al Regno Unito durante la guerra del 1982.

Il Regno Unito ignora l’Argentina e promuove le Malvinas come Falkland
Il 22 ottobre in Argentina si terranno le elezioni generali per eleggere il presidente e il vicepresidente del Paese; al capo del Governo della Città Autonoma di Buenos Aires e ai governatori delle 21 province; i 130 occupanti dei seggi della Camera dei Deputati; i 24 senatori; e legislatori provinciali, sindaci e consiglieri comunali.

Fonte: Hispantv.com/

Traduzione: Luciano Lago

8 commenti su “La candidata presidenziale argentina evita l’incontro con l’ambasciatore americano

  1. I brics + e questa Madame salveranno l’Argentina noi cominciamo a gustare la vittoria non ascoltiamo le trombe nato senza fiato il fattore X di Tolstoj ha vinto.

  2. Questo è parlare chiaro ! Spero che la candidata Myriam Bregman diventi presidente !
    Da noi invece, con molta coerenza, la sinistra che dovrebbe essere antimperialista e la destra che dovrebbe essere sovranista, anzichè essere anti americane sono entrambe servili oltranzisti filo USA-UK-NATO-UE-SIONISTI !
    Lo so che siamo stati sconfitti e occupati, ma a distanza di 80 anni non si intravede il minimo segno di orgoglio e dignità nazionale, anzi siamo più asserviti ora che negli anni 60-70 !

  3. La donnetta Giorgetta Meloni appena è salita al governo con il solito tramaccio è corsa subito negli USA asseme al suo regime di pagliacci e tutti quanti si calati i pantaloni e le mutande e si messi messi a 90 gradi come atto di sottomissione al dittatore Biden !
    La Meloni dopo questo atto di sottomissione agli USA ha ottenuto il diritto a vivere e a regnare come Ducetta indiscussa in Italia !
    Negli ultimi 20 anni ogni volta che cambia il regime dittatoriale fascista-mafioso che ci governa in Italia anche se nessuno li ha votati il ducetto di turno va negli USA e si mette a 90 gradi assieme al suo Governo !
    L ” Italia è un colonia invasa è occupata dagli USA dal 1945 con regime fantoccio Filo-USA !
    L” Argentina è una nazione libera ed indipendente perciò il governo Argentino NON si mette a 90 gradi davanti agli USA sottomettendosi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM