La “candidata più amata dagli italiani”

di  Paolo Sensini

La “candidata più amata dagli italiani”, come i media di regime amano dipingere Emma Bonino, ha un futuro alle spalle che ben pochi possono vantare. Per stare ai tempi relativamente recenti, visto che la signora ha già otto legislature sul gobbo e milita fin dai primi anni Settanta nelle file del Partito Radicale pannelliano, nel 1994 viene eletta in parlamento sotto il simbolo del Polo delle Libertà e s’iscrive al gruppo parlamentare di Forza Italia.

Berlusconi la nomina alla Commissione Europea, da cui però si deve dimettere per uno scandalo di corruzione riguardante un suo collega. Ma non c’è problema: nel giro di pochi mesi, grazie alla vendita delle frequenze di Radio Radicale 2 – il cui valore era stato costruito da anni d’ingenti finanziamenti pubblici – e di altri patrimoni di partito (anch’essi pompati dal finanziamento pubblico), Emma mette in piedi la più grande operazione pubblicitaria sulla politica mai vista in Italia, oltre 24 miliardi di lire in spot elettorali e materiali vari che le fruttano l’8% alle europee.

Ovviamente la Lista Bonino smette di esistere il giorno dopo e il Garante della Privacy la condanna per abusi nella gestione di indirizzi email e numeri di telefono, ma intanto i seggi sono stati portati a casa e vengono utilizzati per sostenere vigorosamente le aggressioni militari americane in Kosovo, Afghanistan e Iraq. Dopo oltre un decennio di militanza convinta nella galassia politica berlusconide, la Bonino annusa l’aria, guarda i sondaggi e, visto che la popolarità del Cavaliere è in caduta libera, passa armi e bagagli al centro-sinistra. La sua lista Rosa nel Pugno insieme ai socialisti porta a casa il solito ridicolo 2%, ma grazie al premio di maggioranza conquistato dagli alleati arrivano comunque un bel po’ di seggi in parlamento e, per Emma, nientemeno che un posto da ministra.

Due anni dopo, quando nasce il PD e dichiara guerra ai piccoli partiti, il suo strapuntino politico non ha alcun problema a sopravvivere: si accorda col PD e, dall’alto del suo 1%, ottiene un bel numero di posti sicuri nelle liste bloccate. Nel 2010, inspiegabilmente, da esponente di quello che è forse il più piccolo partito politico italiano, viene candidata a presidente del Lazio e, nonostante l’ultimo presidente di destra del Lazio sia sotto processo, Bonino riesce a perdere contro l’impresentabile Renata Polverini.

La Bonino premiata da George Soros

Ovviamente non passa neanche un giorno a fare opposizione in Regione per non perdere il suo scranno in Senato. E lo utilizza per fare cosa? Dall’opposizione lancia un’incredibile battaglia “femminista” per alzare l’età pensionabile delle donne. In conseguenza di questo sosterrà convintamente il governo Monti, inclusi riforma Fornero e tutto il resto. Nel 2013 la sua lista alle elezioni politiche prende lo 0,19% (meno di Forza Nuova e del Partito Comunista dei Lavoratori di Ferrando).

In virtù di tale straordinario risultato, poche settimane dopo le elezioni diventa nuovamente ministro col governo Letta, questa volta addirittura degli Esteri. A fine legislatura, per completare l’opera, si mette alla testa di una lista civetta del PD chiamata +Europa. E siamo alla cronaca di questi giorni, con una Bonino che non ha nessuna intenzione di sporcarsi le mani a raccogliere le firme per candidarsi e, in coerenza con le sue battaglie “laiche e libertarie”, si fa prestare il simbolo dall’immarcescibile democristiano Tabacci.

Tanto il programma “illuminato” della Bonino parla da solo: innalzamento dell’IVA, forte incremento dei flussi migratori di afroislamici in numero di oltre 1,5 milioni di accessi all’anno, aumento delle tasse sulla prima casa per 7 miliardi di euro a esercizio. Così tra reintroduzione IMU, eliminazione detrazioni fiscali sui mutui e innalzamento imposte di registro entrerà un’altra bella paccata di quattrini rastrellati dalle tasche dei cittadini.

Esiste un animale politico più coerente e specchiato di Emma Bonino & soci? No, ed è per questo, ripetono ossessivamente i mezzi di distrazione di massa, che rimane la candidata “più amata dagli italiani”. Chi può avere dubbi in proposito?

Fonte: Arianna Editrice

22 Commenti

  • Stefano Radi
    3 marzo 2018

    Un curriculum vitae politico strabiliante. Incredibile e ributtante. Tanto quanto la faccia tosta della signora Lorenzin nel candidarsi con un partito che porta il suo amatissimo nome. Tuttavia, nulla si muove, non fischi, non uova, né pomodori marci. In tali condizioni tutto è possibile anche porre nello scranno più alto di Palazzo Chigi Topo Gigio. Anzi, ripensandoci, sarebbe persino eccessivo.

    • Jack
      3 marzo 2018

      Esatto, nulla si muove. In un paese “sano” una come questa farebbe la fila alla caritas per un piatto di minestra.
      Abbiamo già detto tutto.

    • citodacal
      3 marzo 2018

      Per certi versi sarebbe assai auspicabile il successo del noto roditore: Topo Gigio farebbe certo meglio dei suoi predecessori.
      (certo che se è “essa” la più amata dagli italiani, una sfregatina scaramantica da quelle parti diventa proprio d’obbligo)

  • Mardunolbo
    3 marzo 2018

    Una persona indegna che vive in Italia ed e’ osannata persino dal falso-papa Bergoglio, l’illuminato “vescovo” di Buenos Aires che , avendo partecipato ad una “communio in sacris” proibita da secoli dalla Chiesa, ed avendo ricevuto in ginocchio una “benedizione” da pastore protestante, vede il diavolo sotto forma di Santo Spirito, che lo benedice e lo trasforma nel miscredente eretico che e’ tuttoggi !
    Questi ha osannato la strega abortista come italiana di eccellenza nonostante Danilo Quinto abbia scritto un libro per denunciare le malefatte totali del partito radiculo da quando e’ nato.
    Risultato: Danilo Quinto viene processato e condannato e la strega prosegue imperterrita nella sua marcia della morte sui bimbi e sugli italiani.
    Il ragazzotto sparatore sui negri a Macerata, poteva indirizzare meglio la mira su altri.In Italia c’e’ la giustizia al rovescio completo,quindi si spera che le promesse elettorali di Salvini & compagnia risultino vere almeno al 40% !

    • animaligebbia
      3 marzo 2018

      Ma non era la Cuccarini la “piu’ amata dagli italiani”?.Sicuramente la inquietante megera non e’ amata dai 6 milioni di italiani uccisi per onorare le sue battaglie laiche e libertarie.Gli omicidi rituali rendono bene in massoneria,non c’e’ altra spiegazione.

  • NESSUNO
    3 marzo 2018

    L’ennesima nasona insieme alla cricca di nasoni
    che da mezzo secolo gestiscono l’italia(con i minuscola)
    Come li vorrei vedere seduti davanti ad un tribunale militare
    per alto tradimento alla Patria.

    • Alessandro
      3 marzo 2018

      I militari sono i più corrotti di tutti purtroppo.

      • NESSUNO
        4 marzo 2018

        Certo che i militari attuali sono anche loro in cricca con nato,usa,ecc.
        Mi riferivo ad un potenziale Governo con i controcojoni e il suo relativo apparato militare.

  • Bruno
    3 marzo 2018

    Non votatela

    • paolo
      3 marzo 2018

      Vabb’è, ma anche se non la voti c’è sempre qualcuno che va al governo che la nomina ministra.
      Ma hai letto l’articolo?

  • giannetto
    3 marzo 2018

    Una volta si diceva che c’è gente che per la propria carrieruzza calpesterebbe il cadavere della propria madre. Nel caso della Emma nazionale non d’altro che di carrieruzza, per quanto appariscente, si tratta, di satellitino illuminato di riflesso da qualche stellina di maggior rilievo: Pannella, Berlusconi, Soros, el Papa… Ma riesce ad illudere che tal luce di riflesso sia la propria. E fa sempre auditel! In un paese come questo, poi! Ma se è sempre tanto coccolata, di volta in volta, dalle stelline di maggior rilievo, vuol dire che serve, cioè che , anche per sue capacità, ha una reale potenza e manovalanza ruffianesca che non conviene lasciare inoperosa.
    – Che gli italici la amino può essere, perché per la loro barbarie psichica (una sorta di primitivismo adulterato dalla civiltà) loro ammirano d’ufficio il furbo che sa sempre intrufolarsi ovunque, senza scrupoli né morali, né ideologici, né pratici. E quelli che non la mana sono però costretti a parlarne, come voi, come me… a parlarne, almeno per quel che mi riguarda, battendo sulla sella (la Bonino) per non battere sul cavallo.

  • Geometrio ellittico
    3 marzo 2018

    Il demone si è to!to la parrucca puzzolente di fumo sigaretta, è tornata dalla morte, e ora è pronta a inquinare le teste di chi sta resistendo.nemmeno il cancro la vota e dovrebbero farlo gli italiani che non ha ucciso. Ma robe da matti

  • dolphin
    3 marzo 2018

    Ovvero: anche la Natura sbaglia e di grosso !

    • geometrio ellittico
      3 marzo 2018

      No , il contrario

  • Eugenio Orso
    3 marzo 2018

    L’orripilante mammara radicaloide è, fra i candidati alla rappresentazione scenica elettorale, “la più amata dagli italiani”?!?!

    La Sindrome di Stoccolma al cubo!
    L’imbecillità socio-politica in piena esaltazione!
    Il trionfo postumo di von Sacher-Masoch!
    (con i migliori complimenti del boia Soros …)

    Cari saluti

  • HERZOG
    3 marzo 2018

    Non sono d’accordo con I commenti e’ banale criticare questa Donna ,bisogna invece darle atto che come lei anche LA Boldrini ve le dicono e fanno in Faccia non usano Vaseline o sotterfugi per fottervi ,d’altronde LA Bonino sa di vincere facile gioco forza stare ai piedi del padrone Ebreo si e’ sempre vincitori,LA Grana comanda su tutte le coscienze

    • geometrio ellittico
      3 marzo 2018

      Atto de che !!!! Sei con lei? Sei un bastardo altrimenti sentitene sollevato

  • max tuanton
    3 marzo 2018

    Geometrio mi sa che a ironia sei messo male ci vuole un traduttore o peggio un neon per capire e vedere ,mi sembra di essere il Pucci che ad alcuni e’ costretto a spiegare le battute,in ogni caso quelle 2 donne e’ da un po che vi flagellano ,voglio essere profetico una divinazione : ve le ciuccierete ancora per un po sti 2/esseri ,garantito !

    • Geometrio ellittico
      3 marzo 2018

      A volte c si prende. Saluto

  • Woland
    4 marzo 2018

    La più amata??? Amerei piuttosto un rospo alato dalle zampe smeraldine.
    Del resto la sua bellezza fisica è persino superiore alla sua bellezza spirituale.

    • atlas
      7 marzo 2018

      il tipico volto da strega di Emma Bonino se fatto vedere a un bambino può anche bloccargli lo sviluppo

      cari saluti con baci e abbracci
      Emanuele Reho Musulmano Sunnita e le sue 2 mogli

  • leopardo
    4 marzo 2018

    Maledetta baldracca assassina. Ha convinto centinaia di migliaia di poverette deboli di carattere
    e fragili di mente, ad uccidere la creatura che portavano in grembo e adesso, insieme all´altra
    boldracca, viene a menarcela che gli italiani non si moltiplicano abbastanza e pertanto
    urge importare milioni di negri ed imbastardire la razza, come le ha ordinato Mr. Soros
    che finanzia lei e le sue Ong con i quattrini accumulati speculando su intere popolazioni,
    compresa la nostra.

Inserisci un Commento

*

code