l movimento di resistenza islamica libanese (Hezbollah) è armato con i sistemi di difesa aerea russi Pantsir-S, si legge in un rapporto.

placeholder

Come riportato dal portale dell’aviazione russa Avia.pro. , Hezbollah ha ricevuto diversi sistemi antiaerei Pantsir-S dalla Russia. Secondo i media russi, questi ultimi sono già stati consegnati alle forze del movimento libanese, ma non sono stati ancora attivati, a causa dell’addestramento degli operatori di questi sistemi.

Sebbene questi dispositivi possano assumere funzioni di combattimento entro la fine di quest’anno, il portale russo ricorda che tra le armi di Hezbollah sono già stati visti sistemi di fabbricazione russa.

In tal senso, ha fatto riferimento a una recente pubblicazione dell’account Twitter di Intel Sky , specializzato nel monitoraggio di aerei militari, e ha indicato che, secondo l’intelligence statunitense, Hezbollah possiede il sistema russo Pantsir, oltre che l’avanzato sistema aereo iraniano. difesa bavarese 373 .

🇺🇸 L’intelligence statunitense indica che Hezbollah potrebbe avere due sistemi di difesa aerea e potrebbe essere attivato presto:
🇮🇷 Bavar-373
🇷🇺 The Pantsir pic.twitter.com/MiDyLvvqhO

  • INTELSky (@Intel_Sky) 30 settembre 2021
    Secondo gli esperti, citati da Avia.pro. A condizione dell’anonimato, non appena Hezbollah attiverà i suoi nuovi sistemi di difesa aerea, “sarà molto più facile combattere l’aggressione israeliana”.

Inoltre, “gli attacchi delle forze di guerra israeliane contro la Siria possono essere completamente fermati”, poiché i cieli del Libano saranno più sicuri che mai.

Il Pantsir della Russia è più potente dell’Iron Dome di Israele
Va detto che la disposizione di Hezbollah dei sistemi di difesa aerea russo e iraniano nasce in un momento in cui la capacità deterrente del movimento libanese è notevolmente aumentata negli ultimi anni.

Pertanto, diversi alti funzionari militari israeliani hanno chiesto ai funzionari del regime di fermare l’escalation delle tensioni con Hezbollah e altri movimenti della Resistenza, poiché, in caso di guerra, città come Tel Aviv e Haifa, all’interno dei territori palestinesi occupati, potrebbero affrontare un pioggia di missili.

Fonte : Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus