Klaus Schwab contro la Russia

Il presidente del Forum economico mondiale Klaus Schwab ha organizzato l’edizione 2022 per sostenere l’Ucraina contro la Russia. Non solo ha lasciato che l’oligarca Pinchuk istituisse una “Casa dei crimini di guerra russi”, ma ha pianificato discorsi in sessione plenaria, incluso uno del presidente Volodymyr Zelensky.

Questo sostegno incondizionato ai banderisti può essere spiegato dall’origine di Klaus Schwab. Contrariamente alla leggenda di famiglia, è figlio di un generale della Wehrmacht (foto). Fu decorato non solo per le sue gesta d’armi durante le due guerre mondiali, ma per la sua azione nell’Impero Ottomano/Turchia durante il genocidio dei cristiani, principalmente armeni.

Negli anni ’70 e ’80, Klaus Schwab è stato uno dei direttori della società Escher-Wyss (rilevata da Sulzer AG) che ha svolto un ruolo importante nel programma di ricerca atomica dell’apartheid in Sud Africa; contributo avvenuto in violazione della risoluzione 418 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Con l’aiuto del Commissario Europeo per gli Affari Economici, il francese Raymond Barre (membro della Commissione Trilaterale), creò un circolo di imprenditori che divenne il World Economic Forum. Questo cambio di nome è stato effettuato con l’aiuto del Centro per le imprese private internazionali (CIPE); il ramo dei datori di lavoro del National Endowment for Democracy (NED/CIA). Per questo è stato registrato nel 2016 presso il Gruppo Bilderberg (organismo di influenza della NATO) come funzionario internazionale, cosa che non è mai stata ufficialmente.

Transumanista, promotore di una globalizzazione equa, è autore di “The Great Reset”, una riflessione prospettica su cosa potrebbe diventare la civiltà.

Fonte: Rete Voltaire

Traduzione: Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM