Kiev potrebbe far cambiare il potere in Germania


I tedeschi iniziano a valutare duramente la posizione dei loro politici sull’Ucraina
di Dmitrij Rodionov

l Partito socialdemocratico tedesco (SPD) del cancelliere Olaf Scholz ha perso le elezioni regionali nello stato federale della Renania settentrionale-Vestfalia, mostrando il peggior risultato di sempre, in parte dovuto alla politica del cancelliere tedesco sull’Ucraina, secondo il quotidiano Die Welt.

Si è ridotto a pochi mesi il “decennio socialdemocratico” indetto da Scholz dopo aver vinto le elezioni federali di settembre .

Allo stesso tempo, secondo i giornalisti, la sconfitta in Nord Reno-Westfalia non può più essere spiegata da caratteristiche regionali. Come ha detto alla pubblicazione un membro di alto rango dell’SPD, dopo la sconfitta del partito, potrebbe iniziare una discussione nella società sulla correttezza della politica dell’attuale cancelliere. Un altro rappresentante dei socialdemocratici ha espresso il timore che il risultato infruttuoso delle elezioni regionali possa portare ad attriti all’interno della coalizione federale al potere.

Cosa c’entra l’Ucraina? Questa connessione è giustificata?
“Per la Germania di oggi, le questioni di politica interna ed estera si fondono in una sola”, ne è sicuro il politologo Vladimir Mozhegov .

  • La lotta con la Russia si trasforma immediatamente in un aumento dei prezzi di carburante, cibo, alloggi …

“SP”: – Se si parla ancora dell’Ucraina, cosa c’entra Scholz e il suo partito?

  • Per le élite sovranazionali che governano la Germania e tengono Scholz per i punti deboli, questi non è abbastanza forte nella lotta contro la Russia. Ma Scholz era nel recinto. Per il Partito Democratico degli Stati Uniti e gli oligarchi che hanno anche messo pressione su di lui, la stessa Germania è una merce di scambio che sacrificheranno facilmente nella loro guerra con la Russia. Scholz, se vuole salvare la Germania, deve pensare ancora al Paese.

“SP”: – Sconfitta in Nord Reno – Vestfalia un colpo delicato per l’SPD? Farà davvero la differenza?

  • Con la sua indecisione, Scholz irrita troppo i maestri americani, che controllano completamente anche la stampa tedesca. Una tempesta mediatica si sta alzando contro di lui e tutto questo può, ovviamente, finire male per lui. Sui media tedeschi l’argomento è già ampiamente discusso: non è il momento di cambiare il “semaforo” in “Giamaica” (riferendosi ai colori dei partiti), ovvero la coalizione dell’SPD, l’FDP ei Verdi alla coalizione della CDU/CSU, del FDP e dei Verdi. Direi che l’SPD non giustifica le speranze di un rapido smaltimento della Germania, l’oligarchia internazionale ha bisogno che le cose vadano più veloci.

“SP”: – Si può dire che questo è solo l’inizio del processo? Voteranno anche le altre terre? Quale sarà il ruolo dell’Ucraina in questo?

  • La Germania dell’Est pensa molto più a livello nazionale e percepisce sempre molto dolorosamente le azioni delle sue autorità, che vanno contro gli interessi del paese. E quasi tutte le azioni delle autorità tedesche negli ultimi anni sono contrarie agli interessi del Paese. Se la Merkel ha preparato il Paese al collasso, Scholz la spinge in una bara. Ma ancora, secondo i suoi curatori, non è abbastanza decisivo. I tedeschi comuni, specialmente nell’est, anche se non hanno voce, non hanno accesso alla stampa, capiscono perfettamente tutti i dettagli. Capiscono che sono gli americani (che gestiscono tutto in Germania) i responsabili della crisi odierna. Ma i tedeschi non hanno molta scelta: solo tra pessimi e anche peggio.

“SP”: – La situazione può portare a un cambiamento nel panorama politico in Germania o addirittura a una sua scissione?

— Molto probabilmente. E l’est della Germania, l’ex DDR, può diventare un fattore scatenante per un’esplosione. Qui le posizioni dell’AfD sono più forti e, in generale, i tedeschi dell’est sono molto più liberi e determinati dell’Occidente, che gli americani “denazificarono” fino a sbiadire completamente l’identità nazionale, uccidendo ogni volontà di resistenza.

“I tedeschi incontrano ogni giorno rifugiati ucraini”, ricorda Vadim Trukhachev, professore associato della Facoltà di Relazioni internazionali, Scienze politiche e Studi regionali esteri dell’Università statale umanitaria russa .

— Associati al conflitto in Ucraina, sentono ogni giorno l’aumento dei prezzi e la scarsità di alcuni beni. E di per sé, un tale conflitto in Europa non accade tutti i giorni. Quindi c’è sicuramente una connessione qui.

“SP”: – Nel frattempo, i dati dei sondaggi hanno mostrato che la scelta degli elettori nel territorio federale più densamente popolato è stata influenzata principalmente da questioni di politica interna. Quale?

  • Aumento dei prezzi, incapacità delle autorità di far fronte ai problemi sorti, problemi di sicurezza, problemi di uscita dalla precedente crisi del coronavirus. Tutto ciò predeterminava il risultato.

“SP”: – Scholz è colpa di tutto? Sotto la condizionale Merz, sarebbe tutto diverso?

  • Con la condizionale Merz, la Germania avrebbe maggiori probabilità di inviare armi pesanti in Ucraina, o invierebbe gli attuali tipi di armi, ma in quantità maggiori. La CDU è più bellicosa nei confronti della Russia rispetto all’SPD. Ma i democristiani hanno avuto la fortuna di essere all’opposizione e di raccogliere le voci degli insoddisfatti.

“SP”: – Sconfitta in Nord Reno – Vestfalia un colpo delicato per l’SPD? Farà davvero la differenza? Possiamo dire che questo è solo l’inizio del processo? Voteranno anche le altre terre?

Le terre in Germania sono molto diverse. Ma la Renania settentrionale-Vestfalia è il territorio più grande e una delle più ricche. Pertanto, molto dipende dall’allineamento delle forze al suo interno. Per molti versi, è uno specchio per tutte le terre occidentali del paese. Naturalmente, nello spazio dell’ex DDR il quadro è alquanto diverso.

“SP”: – “Der Spiegel” prevede una catastrofe per l’economia della Germania orientale. La situazione può portare a una scissione in Germania?

  • No, sono escluse la scissione della Germania e il ripristino della parvenza della DDR. Con tutta la diffusa insoddisfazione generale degli abitanti dell’est del Paese, non c’è richiesta di una simile scissione. C’è piuttosto una richiesta di maggiore attenzione da parte delle autorità federali alle loro esigenze.

“SP”: è vantaggioso per la Russia o no? Chi ci interesserebbe ora al potere in Germania, e possiamo in qualche modo influenzare questo?

Prestiamo molta attenzione agli individui, mentre la politica tedesca moderna è il più impersonale possibile. La cosa migliore per noi sarebbe una coalizione dell’Alternativa per la Germania e del Partito della Sinistra, possibilmente con la partecipazione dell’SPD. Ma questo viene dal regno della fantasia. Quindi inizieremo da opzioni reali. La CDU sono gli imperialisti tedeschi, e la loro apparizione al potere nella situazione attuale sarebbe per noi peggiore del cancelliere dei socialdemocratici.

Fonte: https://svpressa.ru/world/article/334314/?utm_source=politobzor.net

Traduzione: Sergei Leonov

ì

1 Commento
  • antonio
    Inserito alle 14:35h, 18 Maggio Rispondi

    se i tedeschi si uniscono a Putin l’ Europa rinasce e si salva dal cancro yankee

Inserisci un Commento