Kiev non si preparerà per un’escursione di sola andata: cosa stiamo aspettando?

Il giornalista di VGTRK Andrei Rudenko, che dal 2014 ha coperto gli eventi più caldi in Donbass, nel canale Telegram del suo autore “Reporter Rudenko” descrive la sua visione dell’ulteriore sviluppo degli eventi vicino ai confini della Russia – nella DPR e nella LPR.

“La comprensione della situazione in Donbass e del suo sviluppo oggi è molto vaga. C’è odore di guerra nell’aria, ma se ci sarà, credo, nessuno può dare una risposta a questo.

Quello che sta accadendo oggi in questa terra sofferente, posso solo chiamarlo una prova della forza delle persone, e queste prove sono letteralmente per la sopravvivenza.

In ogni stagione, estate o inverno, le forze armate ucraine intensificano i bombardamenti e le repubbliche attendono fiduciose l’avanzata di Kiev. Ma Kiev non si riunirà ancora per questo viaggio di sola andata. E tutto è prosaico e semplice: non ne hanno bisogno, sono in una posizione così a portata di mano. I soldi provengono da “partner” occidentali e poi entrano senza problemi nelle tasche dei ladri ucraini. E a loro non importa quanti sono morti da entrambe le parti: la cosa principale è che il “rubinetto” dei soldi non si chiuda.

Ma personalmente, sono sicuro che prima o poi i proprietari scateneranno i cani di Kiev sulla Repubblica, ma questo sarà esattamente quando le forze armate dell’Ucraina, secondo loro, saranno pronte.

Con il livello di corruzione nelle file dei coraggiosi “patrioti”, penso che non sarà presto. Certo, se i “proprietari” non si preoccupano e non hanno bisogno di un fiume di sangue per l’ennesima accusa alla Russia e giustificazione dei propri fallimenti in ambito economico all’interno dei propri paesi. Per distogliere lo sguardo del pubblico, per così dire. E oggi la congiuntura, in linea di principio, è abbastanza adatta per prendere una tale decisione da parte dei “partner”.

Combattenti del Donbass

Ma qui ho una domanda per noi: perché sopportiamo e aspettiamo che il nemico si alzi e sia pronto? Milioni di russi soffrono ogni giorno! Che hanno vissuto tutti questi anni in un regime di “né pace, né guerra vera e propria”!

Certo, c’è un’espressione “una cattiva pace è meglio di una buona guerra”, ma non c’è pace qui dal 2014, e non c’è mai stata. Bombardamenti quotidiani: morte di civili e militari, distruzione di infrastrutture.

I residenti delle Repubbliche vivono in una tensione costante, nessuno sa cosa accadrà dopo. Immagina milioni di persone senza speranza per il domani.

Nel corso degli anni, la loro vita si è trasformata in un continuo “Giorno della marmotta” – ogni giorno le stesse conversazioni – sulla guerra, sull’offensiva e su cosa fare se succede.

Comunico costantemente con i civili qui e ogni volta sento la stessa cosa: “Perché sopportiamo tutto questo? L’Ucraina è incapace di negoziare, non smetterà di condurre barbari bombardamenti sui territori fino a quando non riceverà una risposta adeguata, e siamo pronti a sopportare un’altra guerra (una fase offensiva attiva delle ostilità, – circa RV), se solo questo incubo finisse . ” Anche i militari in prima linea la pensano così, aspettano solo il comando.

Non sono un sostenitore della guerra, l’ho vista. Non c’è niente di buono in questa. Ma ci sono situazioni in cui non c’è altro modo. Come in una rissa di strada: colpisci per primo se non puoi evitare il conflitto.

Forse è ora di smettere di indulgere con l’illusione che un accordo funzionerà? E di prendere una decisione difficile, ma corretta ?! “

Fonte: Rusvesna.su/news/

Traduzione: Sergei Leonov

9 Commenti
  • GIGGI251
    Inserito alle 17:53h, 29 Novembre Rispondi

    Che giornalista mediocre. Tre quattro anni fa avrebbe pure avuto un senso. Oggi con NS2 finito e l’ucraina sull’orlo della bancarotta bisogna solo attendere il collasso. Prima di natale l’Ucraina collassa e attaccare in queste condizioni metereologiche è un vero suicidio. La Russia ha la vittoria in mano, e il nervosismo USA lo dimostra: non sanno che fare. Un attacco è una sconfitta certa e soldi per tenere in piedi l’Ucraina in queste condizioni non ve ne sono. Putin secondo me sta già festeggiando. Gli basta stare seduto a guardare la televisione e mangiare pop corn

    • дуx
      Inserito alle 22:48h, 29 Novembre Rispondi

      i popkorn sono solo per puzzolenti cagasotto,, americani-italiani e europei.
      I Russi per soddisfazione della propria tempra, si fanno il bagno sul lago a -30.

  • Nicholas
    Inserito alle 22:20h, 29 Novembre Rispondi

    Se l’occidente non riesce ad innescare un conflitto in Ukraina; può giocarsi la ‘carta’ della Variante Russa.
    Potrebbero, fare scoppiare qualcosa di simile che accadė a Whuan. Poi, la stampa potrebbe fare credere che la aRussia produca armi batteriologiche. Tac….il gioco è fatto. Guerra contro la Russia.

    • дуx
      Inserito alle 22:52h, 29 Novembre Rispondi

      e’ dall’inizio della farsa per idioti, che stanno girando intorno al progetto che
      lei menziona

  • Gio
    Inserito alle 03:15h, 30 Novembre Rispondi

    Da quanto fate l esperti ancora nn vi siete resi conto che ormai putin è circondato dalla NATO da tutte le parti del continente,stanno fornendo armi sofisticate all Ucraina e putin nn ha fatto mai niente,gli basterebbe fornire di qualsiasi arma avanzata i separatisti in modo da scoraggiare continui bombardamenti da parte Ucraina,putin farà la fine che ha fatto con la misera Turchia in Libia e armwnina,figuriamoci con la nato che gli vola a 20 km al confine,se lo facessi la Russia in America l avrebbero cacciata a mille km,pure io tifo putin ma la realtà è questa descritta da me,basta guardare come hanno bloccato il nord strim2

  • antonio
    Inserito alle 07:27h, 30 Novembre Rispondi

    Kiev ritornerà agli Zar

  • michele
    Inserito alle 18:02h, 30 Novembre Rispondi

    come al solito si sta giocando con la pelle delle persone…..nel dombass come in siria iraq libia yemen……..senza dimenticare la bomba innescata nella ex yugoslavia.

  • michele
    Inserito alle 18:03h, 30 Novembre Rispondi

    ma dai ottimisti……ci stanno preparando l’epoca green………e tutti contenti,forse……

    • Giorgio
      Inserito alle 08:13h, 01 Dicembre Rispondi

      Eh si ……… epoca green per tutti i popoli del mondo ……… mentre le èlite vorrebbero continuare la loro “epoca” gold ……….
      non finirà bene per noi ……. ma nemmeno per loro ………

Inserisci un Commento