Kiev ha riconosciuto che con la NATO si sta preparando una guerra per la Crimea

Le esercitazioni NATO “Defender Europe 2021” sono necessarie per mettere a punto la guerra contro la Russia, lo ha affermato il rappresentante dell’Ucraina nel Gruppo di contatto Trilaterale sul Donbass Oleksiy Arestovich in onda su UKRLife.TV:
“Defender Europe 2021 si traduce in “difendere l’Europa”. Il loro significato è che nelle acque dal Baltico al Mar Nero, si sta elaborando una guerra contro la Russia – diciamolo in modo diretto – una guerra contro la Russia, il tema di un confronto armato con la Russia”.

Secondo le sue parole, l’Alleanza ha già iniziato ad ammassare e a trasferire le forze, oltre ad organizzare le questioni logistiche.
“Focus basilare sono i Balcani e la Crimea, e tutto ciò più a Nord della Crimea. Queste sono fonti aperte, nessuno lo nasconde”, ha aggiunto Arestovich.

A maggio-giugno, la NATO realizzerà “Defender Europe 2021”, le più grandi manovre dal tempo dalla Guerra Fredda. Le esercitazioni sono pianificate per mettere a punto azioni difensive e offensive nell’Europa orientale e nei Paesi Baltici. Tra i paesi partner saranno attivamente coinvolte la Georgia, la Moldavia e l’Ucraina.

Dmitry Peskov

Il ministro della Difesa ucraino Andrey Taran facendo riferimento ad una recente telefonata col ministro della Difesa americano Lloyd Austin ha annunciato che in caso di escalation dell’aggressione russa: “Gli Stati Uniti non lasceranno sola l’Ucraina e non permetteranno l’attuazione delle aspirazioni aggressive della Federazione Russa nei confronti dell’Ucraina”.

Come risposta, il ministero degli Esteri russo ha affermato che i discorsi su un potenziale conflitto tra Russia e Ucraina sono l’ennesima finzione di Kiev. Il vice capo del dicastero Andrej Rudenko ha sottolineato che Mosca non è interessata ad un confronto, soprattutto se militare, con la controparte ucraina.

Oltre a ciò, martedì scorso, il comandante in capo delle forze armate ucraine Ruslan Khomchak ha accusato la Russia di accumulare truppe vicino al confine con l’Ucraina, il che rappresenta una minaccia per la sicurezza militare (dell’Ucraina). Secondo le sue parole, come reazione, Kiev intende rafforzare il raggruppamento di truppe nel Donbass e in direzione della Crimea.
Il segretario stampa del presidente russo Dmitry Peskov, in risposta, ha affermato che nessuno dovrebbe preoccuparsi del movimento delle truppe russe all’interno della Russia. Come ha spiegato il portavoce del Cremlino, Mosca sta adottando misure per garantire la sicurezza dei suoi confini, lungo i quali viene registrata l’attività della NATO.

Aleksei Pushkov

Anche il senatore russo Aleksej Pushkov ha commentato la dichiarazione del ministro della Difesa ucraino:
“Qualunque cosa significhi, Kiev non dovrebbe fare troppo affidamento sugli Stati Uniti nel caso in cui l’Ucraina avvii un’operazione militare contro il Donbass”, ha scritto sul suo canale Telegram. “Le assicurazioni potrebbero significare qualsiasi cosa, dalle nuove sanzioni alla fornitura di armi”, – ha detto – “Ma non un intervento militare statunitense diretto dalla parte dell’Ucraina, che sarebbe una follia completa”, ha concluso il senatore.

Fonti:
https://ria.ru/20210402/voyna-1604033473.html
https://radiosputnik.ria.ru/20210402/ukraina-1603898880.html?in=t
https://ria.ru/20210402/pushkov-1603883411.html

Traduzioni: Eliseo Bertolasi

14 Commenti

  • Farouq
    3 Aprile 2021

    Il tutto fa parte del piano del grande reset (sterminio)

    I vaccini avvelenati non hanno funzionato come era previsto poi è arrivato Sputnik V

    Ora sono passati al piano B cioè guerre e blocco del commercio mondiale

    Sempre secondo il piano l’Egitto sarà costretto a bombardare la diga etiope cioè chiusura del canale di Suez per la reazione etiope

    Ciò provocherà la mancanza di approvvigionamenti in Europa che è in ritardo rispetto alla tabella di marcia di sterminio

  • Eugenio Orso
    3 Aprile 2021

    Siccome la pseudo amministrazione del boia a stelle e strisce biden è teleguidata dalla follia dominatrice giudaico-elitista, credo che la possibilità di un intervento usnato a fianco della fecciaglia mercenaria ukrainofona sia nell’ordine possibile.
    Non sul terreno, perché potranno disporre dei tagliagole inviati sul posto (assieme ai droni) dai turcoidi di erdogan e di altri sgozzatori, ma con aerei, navi e missili.
    In fondo, gli ukrainofoni sbavanti sono nell’area la carne da mecello dei criminali usnato, basterà rinforzarli con altri mercenari e intervenire dall’aria e dal mare.

    Cari saluti

    • Riki
      3 Aprile 2021

      Mancanza di approvvigionamento di pannoloni, per i quintali di merda che si stanno facendo nei pantaloni, al pensiero di dover attaccare la Russia

  • Farouq
    3 Aprile 2021

    l’Egitto è pronto e il grande reset non passerà

    https://youtu.be/ma1XpoLxaB4

    • atlas
      3 Aprile 2021

      bellissimo video

      tahiu Misr, tahiu Al Sisi, W l’Egitto, W Al Sisi

      matkhafsh aàla Misr, non c’è paura per l’Egitto, basta guardare il film ‘il terrorista’ con Adel Imam, e farsi un pò di risate. Wahhabiti e fratellanza salafita sono già condannati a morte. Quando uscì il film io ero in carcere. L’unica cosa che non capisco è il perchè il Grande Muàmmar Gheddhafi lo vietò in Libia …

      https://www.youtube.com/watch?v=er4EO1aC0wM&t=295s

      • Farouq
        3 Aprile 2021

        Il “cantante” è uno delle forze speciali e la musica è un montaggio perché è stato registrato durante gli allenamenti

        Si grazie, il film lo avevo già visto tempo fa

        • atlas
          4 Aprile 2021

          “io amo la Tunisia e tu ?” BAT, Brigata Anti Terrorismo

          (dovrebbero andare in parlamento a prenderli per l’orecchio uno a uno però: in Egitto e Russia sono criminali, in Tunisia la democrazia li ha portati lì a sedersi comodi…)

          https://www.youtube.com/watch?v=k4XckyOQn94

  • mario
    3 Aprile 2021

    il popolo italiano e” con la russia…………………………..w la liberta”……………………………………………

  • Paolo Calvo
    3 Aprile 2021

    Saranno inceneriti, dopodiché, se interverrà la NATO, saremo tutti noi boreali inceneriti; sarebbe utile emigrare a latitudini australi…

  • giuseppe sartori
    3 Aprile 2021

    consiglio a eugenio orso di sostituire GIUDAICO ELITISTA con GIUDAICO ETILISTA, che rende meglio l’idea

  • Farouq
    3 Aprile 2021

    L’obiettivo della guerra in Ucraina (anche di basso profilo) è il blocco del gas russo

    Quindi l’obiettivo è l’Europa e il grande reset e non la Russia

  • natalino
    3 Aprile 2021

    Hai detto una cosa giusta Farouq.
    L’intensitá, durata e porta della guerra dipenderá dalla posiizione che assumerá la Germania.
    Se la Gemania bloccherá l’implementazione del “north stream 2” per compiacere la visione occidental-centrica del mondo che alberga nelle teste insane degli anglo-usa-sionisti, la Russia sará costretta a smembrare l’Ukraina per garantire il passaggio sicuro verso l’Europa dei suoi oleodotti e gasdotti.
    Se la Germania continuerá l’implementazione del “north stream 2” il tutto si risolverá con l’appoggio difensivo delle repubbliche ribelli che anche se comporterá notevoli perdite non determinerá il coinvolgimento di altri paesi.
    I guai grossi, secondo me, arriveranno quando e se la Russia smembrerá l’Ukraina perché questo significherá la disfatta del sogno “occidental-centrico”

  • Gio
    3 Aprile 2021

    PUTIN DOVREBBE DIRE AOLO UNA COSA..OHH FATE TUTTO IL MONDO COME DICO IO..OPPURE COMINCIO AD INCENERIRE NAZIONE SU NAZIONE,COSI VEDRAI CHE L AMERICANI EBREI NN FARANNO PIU GUERRE IN GIRO X IL MONDO

Inserisci un Commento