Kiev ha esortato Berlino e Parigi a prepararsi per uno “scenario militare” in Ucraina


Francia e Germania devono prepararsi per un possibile “scenario militare” in Ucraina, perché allora non ci sarà tempo per prepararsi, ha affermato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

“Era importante per me vedere che i nostri partner, Germania e Francia, capissero molto chiaramente chi sta facendo cosa, come esattamente la Russia sta intensificando la situazione in diverse aree … procedure burocratiche per l’approvazione delle decisioni. Quindi, per favore, fate il vostro lavoro preparatorio ora… Perché se lo scenario militare funziona, semplicemente non ci sarà tempo. Ma ora siamo tutti concentrati sulla soluzione politica del processo”, cita RIA Novosti una dichiarazione del ministro degli Esteri ucraino dopo un incontro con i ministri degli Esteri di Francia e Germania.

Kuleba ha anche assicurato che l’Ucraina si comporterà in modo molto responsabile in qualsiasi scenario e si difenderà.
In precedenza, il segretario generale della NATO ha affermato che l’alleanza avrebbe notato “movimenti e concentrazione di forze [delle forze armate russe]” e ” è pronta a rispondere a qualsiasi sviluppo degli eventi” in Ucraina. Sabato scorso, l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha riferito che Washington e Mosca hanno discusso delle preoccupazioni degli Stati Uniti in relazione a “attività militari insolite”, che, secondo gli americani, sarebbero osservate al confine russo-ucraino.
Lo stesso giorno, il presidente Vladimir Putin in un’intervista con l’ospite di Mosca al Cremlino, Putin parlando con Pavel Zarubin, ha osservato che la Russia non sarà mai d’accordo con le dichiarazioni secondo cui è parte del conflitto in Ucraina, chiamando rapporti allarmanti che Mosca starebbe preparando l’ “Invasione militare dell’Ucraina”.

Mercoledì scorso, il segretario di Stato americano Anthony Blinken, dopo un incontro con il suo omologo ucraino Dmitry Kuleba, ha affermato che gli Stati Uniti sono preoccupati per quella che Washington ritiene sia un’attività militare insolita da parte della Russia “accanto all’Ucraina” e temono i tentativi di Mosca di “ri- fare quello che ha fatto nell’anno 2014. “.

Carri armati russi al confine ucraino

Alla fine di ottobre, l’Occidente ha annunciato che la Russia stava presumibilmente trasferendo truppe al confine con l’Ucraina e che il conflitto nel sud-est dell’Ucraina stava “entrando in una nuova fase”. Tuttavia, il 5 novembre, il capo di stato maggiore delle forze armate dell’Ucraina Serhiy Shaptala ha negato le accuse dei media sull’accumulo di truppe russe sul confine ucraino. Più tardi, nell’ufficio del presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, hanno affermato che non c’erano informazioni sulle truppe russe vicino ai confini dell’Ucraina. Il Cremlino ha risposto alle affermazioni di Kiev su una presenza militare russa al confine secondo cui la Russia mantiene una presenza militare sul suo territorio dove lo ritiene necessario.

Fonte: https://vz.ru/news/2021/11/15/1129263.html

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: La dichiarazione del ministro ucraino arriva dopo il pronunciamento fatto rispettivamente dal premier britannico Johnson e da quello francese Macron circa la loro disponibilità ad inviare proprie truppe in difesa dell’Ucraina dove sono già presenti istruttori e truppe speciali USA, canadesi e polacche, stanziate sul territorio con attrezzature militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus