Kiev dichiara di essere pronta a fornire supporto militare all’Azerbaigian

L’Ucraina è pronta a fornire aiuti militari e umanitari all’Azerbaigian sullo sfondo dell’escalation del conflitto nel Nagorno-Karabakh.
Lo ha annunciato Ljudmila Marchenko, deputato della Verkhovna Rada del partito “Servi del Popolo”.

Secondo lei, se “il problema diventerà acuto”, Kiev “non passerà oltre”. La deputato del popolo ha assicurato che le autorità ucraine stanno già fornendo supporto a Baku in campo legale e nel campo delle risorse, preparando aiuti umanitari.
“L’Ucraina oggi è pronta a supportare l’Azerbaigian oggi in diversi campi. Questo è un supporto sia militare che umanitario per tutto ciò che sarà necessario in futuro. Questa è una situazione di guerra”, ha dichiarato in onda sul canale “Ucraina 24”.

Le azioni militari in Nagorno-Karabakh sono riprese il 27 settembre. Armenia e Azerbaigian si sono accusate a vicenda dell’inizio dei bombardamenti. Allo stesso tempo, Jerevan ha denunciato il sostegno di Baku da parte dell’esercito turco, quando un F-16 turco ha abbattuto un aereo d’attacco armeno Su-25.

Guerra nel Nagorno Karabakh

Ankara e Baku hanno negato questi dati. Allo stesso tempo, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha definito inaccettabili gli appelli alla pace nella regione e ha chiesto che l’Armenia “metta fine all’occupazione” del Karabakh.
Russia, Stati Uniti, Francia e Nazioni Unite hanno invece sottolineato che l’accordo dovrebbe essere politico invitando le parti a cessare immediatamente il fuoco.
Il 1 ° ottobre si è saputo inoltre che guerriglieri siriani erano arrivati ​​a Baku attraverso la Turchia.

Fonte: https://iz.ru/1068399/2020-10-02/v-kieve-zaiavili-o-gotovnosti-okazat-voennuiu-podderzhku-azerbaidzhanu

https://iz.ru/

Traduzione di Eliseo Bertolasi

6 Commenti

  • antonio
    2 Ottobre 2020

    è tutto un pretesto per portare la NATO in Azerbayjan alle reni di Putin, ma non passeranno giudei e yankee, l’ Azerbayjan è Russia

    • giulio
      2 Ottobre 2020

      L’Azerbayjan è russia? sarà! però mi risulta che i russi hanno una base militare in armenia e non in Azerbayjan e, inoltre, l’armenia fa parte del gruppo di stati aderenti al CSO (non so se l’acronimo l’ho scritto in modo corretto), una specie di patto di varsavia in formato minore e, quindi, in caso di attacco all’armenia gli altri stati dell’organizzazione sono obbligati a intervenire in difesa.

      • atlas
        3 Ottobre 2020

        ma tu credi che abbia capito ? E che vuoi che capisca quello…questo è un’altro impiastro, tutti quì vengono

        ma non avete un lavoro, un campo da arare …… tra un pò c’è la raccolta delle olive, L’UVA……i melograni

  • eusebio
    2 Ottobre 2020

    La manovra per l’attacco militare alla Russia è quasi completa, la Bielorussia è sotto sanzioni e la guaidò bielorussa sta per fare un giro di promozione del suo prossimo regime quisling nelle capitali europee, Navalny ha accusato Putin di averlo avvelenato e le autorità europee chiedono collaborazione alle autorità russe per le indagini, in pratica chiedono collaborazione per far fare a Putin la fine di Gheddafi, la Turchia si appresta a spazzare via l’esistenza stessa dello stato armeno per avere via libera verso il mar Caspio attraverso l’Azerbaigian e da lì verso l’Asia centrale, il suo petrolio e i suoi paesi turcofoni sunniti da usare come carne da cannone contro la Cina con il pretesto della liberazione degli uiguri.
    Intanto le lobbies sioniste-wahabite che controllano gli USA vogliono l’adesione di Georgia e Ucraina alla NATO per poi lanciarle contro la Russia con il pretesto del recupero delle repubbliche secessioniste, in modo da far ammazzare i cristiani tra loro.
    Tutto questo il prima possibile prima che il riarmo cinese e la vendita di armi russe all’Iran rendano il blocco eurasiatico troppo potente per essere sfidato.
    La Russia è già sotto attacco attraverso l’Armenia, presto lo sarà anche nel Donbas. in Crimea, in Ossezia e Abcasia, in pratica prima vogliono far cadere la Russia e poi la Cina.

    • Arditi, a difesa del confine
      3 Ottobre 2020

      peccato che in un articolo successivo si affermi che le truppe azere stiano subendo pesanti perdite…

  • rossi
    3 Ottobre 2020

    si certo l’ucraina è pronta a consegnare sacchi di pulci, pidocchi e quant’altro come aiuti, poi consiglieri militari con scolo ecc… i migliori al mondo nella guerra biologica… per quanto riguarda il nucleare e la balistica possono solo più pettare….

Inserisci un Commento

*

code