Khashoggi non era l’unica vittima di omicidio di Mohammed bin Salman. Una lunga lista..

di  Wayne MADSEN

Non dovrebbe sorprendere che Donald Trump e la sua famiglia, tra cui il genero Jared Kushner ei figli Donald Trump, Jr. ed Eric Trump, si siano schierati con la bizzarra e incredibile spiegazione dell’Arabia Saudita per l’omicidio del giornalista saudita con sede a Washington, Jamal Khashoggi assassinato nel consolato generale saudita a Istanbul il 2 ottobre 2018.

Dopo l’omicidio Kushner ha tenuto una serie di incontri nell’ottobre 2017 con il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman (MBS), soprannominato “Mohammed Bone Sawman” – un riferimento al team di assassini reali di 15 uomini che MBS ha inviato a Istanbul che ha usato una sega per ossa per smembrare Khashoggi – il principe ereditario si sentiva impunito e incoraggiato a colpire i suoi nemici politici e rivali nel regno.

Si ritiene che Kushner abbia consegnato a MBS un elenco di nomi dei nemici di MBS, che erano estratti dalle intercettazioni dell’Agenzia per la sicurezza nazionale (NSA) delle comunicazioni saudite, . Nel novembre 2017, MBS aveva radunato e detenuto nel Riyadh Ritz-Carlton Hotel circa 200 principi sauditi, ministri del governo, uomini d’affari e altri per le sessioni di inchiesta, con l’intenso interrogatorio, secondo quanto riferito, che avrebbe portato almeno a un attacco cardiaco fatale.

Uno dei principi detenuti da MBS era il miliardario saudita Al-Waleed bin Talal, in precedenza il più grande azionista singolo di Citigroup. Dalla sua liberazione dopo tre mesi di detenzione da parte di MBS, Al-Waleed non è più un miliardario, la sua fortuna è stata sequestrata da MBS. Al-Waleed è stato un critico frequente del divieto per i mussulmani proposto da Trump durante la campagna presidenziale del 2016.

Khashoggi non è stata la prima vittima braccata e assassinata  del regime saudita . Il principe saudita Khaled bin Farhan al-Saud, che vive in esilio in Germania dal 2004 ed è un critico del regime MBS, ha riferito in un’intervista all’agenzia di stampa tedesca DPA che, a fine settembre 2018, uno dei suoi parenti ha incontrato Funzionari dell’ambasciata saudita al Cairo. Gli interlocutori sauditi dissero al parente che sapevano che il principe Khaled era a corto di fondi e che volevano “aiutarlo”. Tutto ciò che era necessario, i diplomatici sauditi dissero al parente, era che Khaled andasse all’ambasciata saudita al Cairo per ritirare il suo assegno.

Khaled capì immediatamente che era una trappola. Khaled ha riferito a DPA, “mi avrebbero ucciso in qualche modo disumano per spaventare gli altri”. Nel 2017, Funzionari sauditi si sono rivolti ai funzionari tedeschi per farli estradare Khaled in Arabia Saudita. I tedeschi ignorarono la richiesta saudita e rinforzarono la sua sicurezza personale.

Khaled è stato fortunato. Nel gennaio 2016, il principe Sultan bin Turki, che viveva a Parigi, progettò di volare da Boston al Cairo per visitare suo padre. Il governo della MBS gli ha cortesemente fornito un jet privato riservato per il principe. Tuttavia, al posto del Cairo, l’aereo ha trasportato Sultan a Riyadh, dove è stato trascinato fuori dall’aereo da agenti della sicurezza e non è mai stato più visto nè ascoltato.

Alla fine del 2015, il principe Turki bin Bandar, che viveva a Parigi, era in visita in Marocco. Le autorità marocchine arrestarono il principe Turki e lo estradarono  in Arabia Saudita. Da allora non si sono avute più notizie.

Un amico del principe Khaled, membro della casa reale saudita, Saud bin Saif al-Nasr, viveva a Milano, dove ha chiesto la cacciata di re Salman e MBS. Questo Saud è stato attirato da un incontro di lavoro a Roma, dove è stato rapito dagli agenti sauditi e portato a Riyadh. Da allora Saud non è più stato ascoltato. Non si sa più nulla.

principi sauditi scomparsi o soppressi da MBS

Kushner, il genero di Trump,  inoltre, secondo le notizie pubblicate, ha detto a Trump di non alienare MBS per l’assassinio di Khashoggi, sostenendo che MBS potrebbe sopravvivere allo sdegno per l’omicidio, proprio come ha “superato le critiche passate”, compresa la guerra di genocidio condotta dai sauditi a Yemen, la detenzione dell’élite saudita al Ritz-Carlton e il rapimento a Riyadh del primo ministro libanese Saad Hariri. Trump, a quanto pare, ha preso alla lettera il consiglio di Kushner.

Il 19 ottobre, l’agenzia stampa araba saudita ha confermato che Khashoggi è morto all’interno della missione saudita a Istanbul, in seguito a un “alterco fisico”con i suoi interrogatori che ha fatto seguito a un interrogatorio finito male. Trump ha detto di aver trovato quella che è l’incredibile spiegazione saudita della morte di Khashoggi come una spiegazioone “credibile”, aggiungendo che si trattava di un “primo passo importante”. In precedenza, Trump ha detto di ritenere che “agenti illegali” avrebbero potuto uccidere Khashoggi, senza che questo fosse a conoscenza di alti funzionari sauditi, tra cui il re, King Salman e il principe MBS. Trump ha chiamato il re e MBS come  i suoi “amici”.

Trump, usando un linguaggio simile alla sua difesa della scelta della sua Corte Suprema, Brett Kavanaugh, ha detto che i sauditi dovrebbero essere considerati innocenti fino a prova contraria. In un’intervista con l’Associated Press, Trump ha detto: “Eccoci di nuovo con, sai, sei colpevole fino a prova innocente … Non mi piace, l’abbiamo appena fatto con il giudice Kavanaugh e lui era innocente per tutto il tempo che mi riguarda. ” Era strano per Trump paragonare Kavanaugh ai sauditi. Il governo saudita non ha mai saputo di dire la verità sul suo coinvolgimento in omicidi e eventi terroristici, tra cui l’attacco dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti e l’attentato del 1996 a Khobar Towers.

I sauditi non avevano detto nulla sul metodo della morte di Khashoggi, che, secondo le fonti delle forze dell’ordine turche, è iniziato con i sauditi, tra cui un medico specializzato in dissezioni, tagliando le dita di Khashoggi, mentre era ancora vivo. I sauditi hanno fatto del loro meglio per seguire il consiglio di Kushner. Ritardando l’annuncio della morte di Khashoggi, sollevando il console generale saudita a Istanbul Mohammed al-Otaibi delle sue funzioni, licenziando 18 membri della corte reale saudita e servizi segreti, “organizzando” un incidente automobilistico a Riyad che uccise uno dei membri della squadra colpita – Meshal Saad al-Bostani – e annunciando una commissione d’inchiesta guidata da nientemeno che “Mohammed Bone Sawman”, i sauditi speravano di lanciare il barattolo lungo la strada fino a quando l’omicidio di Khashoggi non avrebbe più dominato il ciclo di notizie.

Riyadh era anche in grado di contare sul sostegno di Kushner, di Trump, del consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton, e dei loro amici israeliani che non volevano interferire con l’asse americano-israeliano-saudita che si preparava alla guerra contro l’Iran.

Trump ha anche detto che non voleva che nulla compromettesse i “110 miliardi di dollari [negli acquisti militari sauditi] da essere spesi in questo paese”. Trump stava mentendo. I sauditi si sono limitati a comprare 14,5 miliardi di dollari in hardware militare statunitense. Tuttavia, Trump ha detto, a un’improvvisa conferenza stampa della Casa Bianca il 13 ottobre, “Ti dico cosa non voglio fare. Boeing, Lockheed, Raytheon, tutte queste compagnie. Non voglio danneggiare  i lavori. Non voglio perdere una commessa del genere. ”

Le forze dell’ordine statunitensi che assistono nelle indagini sull’omicidio di Khashoggi stanno facendo il punto su una serie di telefonate tra Kushner e MBS prima e dopo il caso Khashoggi, da Washington a Istanbul, per ottenere documenti sul matrimonio dal consolato generale saudita. Sebbene alcune delle chiamate riguardassero la falsa “vendita di armi da $ 110 miliardi di dollari” all’Arabia Saudita – un accordo che aveva il sostegno personale di Kushner – gli investigatori vogliono sapere se l’argomento delle critiche di Khashoggi al regime di MBS è venuto fuori durante le conversazioni. Se Kushner avesse una conoscenza anticipata dei piani di MBS per rapire o uccidere Khashoggi, in quel caso Kushner sarebbe un complice della cospirazione per commettere omicidio.

Se la Casa Bianca non riuscisse a garantire “il dovere del governo di avvertire” Khashoggi di una minaccia contro di lui, la legge statunitense potrebbe essere stata violata. Una volta MBS si era vantato  di avere Kushner “in tasca”. Questo spiega quanto è così di grande interesse per l’FBI e l’INTERPOL. Inoltre, di interesse per le forze dell’ordine sono le chiamate intercettate dalla NSA tra l’ambasciatore saudita a Washington, Khaled bin Salman – fratello di MBS – e il palazzo reale a Riyadh, così come le chiamate tra Khaled bin Salman e Kushner.

Ciò che dovrebbe preoccupare Kushner e i suoi amici a Gerusalemme è il fatto che la Guardia nazionale saudita (SANG), i cui ranghi sono composti da membri di varie tribù saudite, sta conducendo una grande lotta interna di potere saudita contro MBS.

Grazie a decenni di supporto da parte di vari appaltatori della difesa e dell’intelligence statunitensi, tra cui la Vinnell Corporation di Fairfax, Virginia, collegata alla CIA, la SANG ha il suo apparato di raccolta di informazioni. I ribelli SANG avrebbero fatto un’alleanza temporanea con il servizio di intelligence del Qatar, dal momento che entrambi considerano il principe MBS come loro nemico comune e in Medio Oriente, “il nemico del mio nemico è mio amico”. È questa capacità combinata di intelligence SANG-Qatar, accoppiata con i leader turchi sull’omicidio di Khashoggi, è cosa che dovrebbe portare Kushner ad avere molte notti insonni.

Fonte: Strategic Culture

Traduzione: Alejandro Sanchez

3 Commenti

  • atlas
    25 ottobre 2018

    insomma sono tornati ai sequestri come al tempo della ‘tratta delle bionde’…cmq Al Walyd è nella stessa massoneria di BerLuxCohen, dovrei dispiacermi se si fanno la guerra ammazzandosi e seviziandosi tra loro ? Questi con l’Islam Sunnita non hanno nulla a che fare, sia la fratellanza salafita del Qatar che i wahhabiti dell’Arabia Saudita, Emirati, Kuwait…. In che mani criminali è la Mecca …

    piuttosto tutto questo deve fare pensare anche tutti noi che nessuno è al sicuro e non c’è legge al mondo che fermi o prevenga o perseguisca squadre multinazionali di sequestratori e seviziatori come massoneria internazionale giudaica vuole se li disturbi, anche solo con il dissenso intellettuale. Iniziò la cia proseguirà l’eurogendfor ?

  • Sed Vaste
    26 ottobre 2018

    Lei Atlas da cripto giudeo dovrebbe essere contento che I sauditi siano in buoni rapporti con gli USA ,visto che LA casa regnante Saudita e’ di origin I Ebraiche ,tacci loro ,questa gente con gli stracci in testa e’ tanto vezzeggiata non per I’ll petrolio ma xche’ appartenenti a quella schiatta setta satanica dei Giudei O Ebrei un flagello che da 5700 anni colpisce l’umanita

    • atlas
      26 ottobre 2018

      torna nella cripta, almeno lì fai un po’ di bene all’umanità

Inserisci un Commento

*

code