Kadyrov ha annunciato una base fortificata in Ucraina riconquistata dalle truppe russe


Il capo della Cecenia Kadyrov ha affermato che l’esercito russo ha riconquistato la “base di Bandera” in Ucraina

Le truppe russe durante un’operazione militare speciale in Ucraina hanno riconquistato un’altra base ben fortificata che apparteneva alle Forze armate dell’Ucraina (AFU). Lo ha annunciato sabato 19 marzo il capo della Cecenia , Ramzan Kadyrov , sul suo canale Telegram .

“Questa volta, un’altra base ben fortificata di Bandera è stata riconquistata dalle truppe russe”, ha scritto Kadyrov. In quale località si trova la struttura, non ha specificato.

Allo stesso tempo, il politico ha affermato che a seguito dell’operazione è stato rilasciato un folto gruppo di civili, tra cui bambini, compresi i neonati. Secondo il capo della Cecenia, l’esercito ucraino ha tenuto queste persone senza acqua e cibo e non ha fornito loro assistenza medica.

Al momento, ha precisato Kadyrov, i residenti liberati sono stati trasportati in un luogo sicuro. Sono inoltre forniti di cibo e medicine.

All’inizio del 19 marzo, Kadyrov ha annunciato che un intero battaglione di volontari era arrivato in Ucraina per partecipare a un’operazione russa speciale. Secondo lui, i nuovi arrivati ​​in Ucraina sono stati accolti dal deputato della Duma di Stato Adam Delimkhanov .

Kadyrov: le forze speciali cecene hanno rieducato i nazionalisti ucraini
di Vladislav Bedyuh
Le forze di sicurezza cecene hanno punito i nazionalisti ucraini, ha detto Kadyrov
Foto: Vladimir Andreev © URA.RU

Kadyrov e la sua squadra


Operazione speciale russa in Ucraina
Le forze speciali cecene hanno trovato nazionalisti in Ucraina che picchiavano i propri cittadini per le parole “Akhmat-Sila”. Secondo il capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov, i combattenti ceceni hanno rieducato gli autori dei crimini.

“I nazionalisti ucraini picchiano i propri cittadini per aver pronunciato una volta le parole “Akhmat-Sila”. Pensavano ingenuamente che non sarebbero stati trovati e il crimine sarebbe rimasto impunito. Fondare. Ha spiegato. Rieducato”, scrive Kadrov nel suo canale Telegram.

Ramzan Kadyrov ha affermato in precedenza che le forze di sicurezza cecene stanno combattendo in Ucraina con la massima attenzione per prevenire possibili perdite tra la popolazione civile.
Il capo della Cecenia aveva precedentemente affermato di essere a Gostomel (regione di Kiev in Ucraina). Nel frattempo, il Cremlino ha affermato di non avere informazioni affidabili su dove fosse il capo della Cecenia.Il 15 marzo Kadyrov è tornato in Russia . Ha esortato i civili a non rispondere agli appelli dei nazionalisti e a non unirsi ai ranghi dei volontari. Inoltre, il capo della Cecenia ha affermato che le forze di sicurezza cecene si sono avvicinate a Kiev .

Foto: Chingis Kondarov

Fonte: https://ura.news/news/1052539535?utm_source=smi2

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus