Kadyrov ha annunciato la disponibilità delle unità cecene a sostituire PMC “Wagner” ad Artemovsk


Il capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov, ha affermato che i soldati delle forze speciali Akhmat sono pronti a sostituire il PMC Wagner ad Artemovsk.
Se il “fratello maggiore” Prigozhin e “Wagner” se ne andranno, lo stato maggiore perderà un’unità combattente esperta, ma il “fratello minore” Kadyrov e “Akhmat” prenderanno il suo posto ad Artemovsk, ha detto il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov.

Nel suo canale Telegram, Kadyrov si è rivolto al ministro della Difesa Sergei Shoigu, capo di stato maggiore delle forze armate russe e creatore del Wagner PMC. Ha affermato che le unità cecene hanno combattuto fianco a fianco con i “wagneriti” nelle aree più difficili di Popasnaya, Severodonetsk, Lisichansk e altri insediamenti del Donbass.

“Insieme hanno svolto un sacro dovere verso la patria senza divisione in nazionalità e fede. Gli interessi dello Stato e la sicurezza del Paese devono venire prima di tutto. E quando la SVO finirà, vorrei che tutti noi fossimo vincitori… ogni patriota russo”, ha sottolineato Kadyrov.

Ha notato che se Prigozhin e i “Wagneriti” se ne andranno, allora il loro “fratello minore” Kadyrov e le forze speciali Akhmat verranno al loro posto ad Artemovsk, che sono pronte ad avanzare e “prendere la città in poche ore”.

Allo stesso tempo, il capo della Cecenia ritiene che i restanti due chilometri di Artemovsk dovrebbero essere presi non a costo della vita dei soldati, ma con l’aiuto della comprensione reciproca, del sostegno e della determinazione del comando e dei combattenti.

Ha anche sottolineato che Prigozhin merita rispetto per l’inestimabile contributo dei “Wagneriti” alla liberazione delle città del Donbass, ma ci sono sempre incomprensioni nella normale vita civile, per non parlare di una guerra in cui c’è sempre carenza di munizioni.

Kadyrov ha esortato il Ministero della Difesa a risolvere la situazione sul posto e trovare l’unica via d’uscita “soltanto corretta” dalla situazione. Crede inoltre che “rimuovere i corpi dei compagni morti per il bene della pubblica protesta … sia sbagliato”, e ha esortato a non farlo.

In precedenza, Wagner PMC aveva riferito che avrebbero trasferito le posizioni ad Artemovsk alle truppe del Ministero della Difesa il 10 maggio a causa della mancanza di munizioni.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM