Jouravko: “Se Kiev attacca il Donbass, le forze di pace russe potrebbero essere schierate in Ucraina”

di Sergei Petrov.

Se l’Ucraina tentasse di prendere d’assalto il Donbass, le forze di pace russe potrebbero finire al confine con la Polonia e il paese potrebbe perdere la sua statualità. Questa opinione è stata condivisa da un politico ucraino, Alexeï Jouravko, ex deputato della Verkhovna Rada.

L’ambasciatore russo presso il gruppo di contatto trilaterale sul Donbass Boris Gryzlov ha affermato che l’ Ucraina avrebbe dovuto preparare un progetto di tabella di marcia per risolvere il conflitto in conformità con gli accordi di Minsk . Invece, la delegazione di Kiev ha presentato un progetto completamente diverso che contraddice totalmente il pacchetto di misure . Il diplomatico ritiene che il documento ucraino miri a riscrivere gli accordi di Minsk 2.

“ La versione ucraina proposta in questa fase può essere vista come un passo verso la completa rinuncia agli accordi di Minsk. Questo non fa che peggiorare la situazione e potrebbe portare a una nuova crisi nei negoziati ” , ha detto Gryzlov.

Un corrispondente dell’agenzia RIA FAN ha contattato l’ex membro della Rada, Alexeï Jouravko per spiegare a cosa è legato l’approccio dei rappresentanti dell’Ucraina durante le discussioni all’interno del gruppo di contatto trilaterale sul Donbass . Il politico crede che l’Ucraina voglia ingraziarsi gli Stati Uniti in questo modo.

Forze militari della Repubblica di Donetsk

“ Se vogliamo parlare in modo obiettivo e onesto, l’Ucraina ha bloccato a lungo gli accordi di Minsk. Kiev sta dimostrando in ogni modo possibile di non essere interessata a questo processo. Inoltre, l’esercito ucraino ha ripreso a bombardare il Donbass su base giornaliera. I radicali vogliono sfogarsi. Il peggioramento della situazione nel Donbass è legato non solo ai problemi interni, ma anche alle elezioni americane. Zelenskyj si è già congratulato con Biden e vuole fargli dei “regali”. Questo è il motivo per cui oggi, le autorità di Kiev hanno iniziato a mostrare se stessi come grandi guerrieri che saranno in grado di prendere in consegna il DPR e la LPR (Repubbliche della gente di Donetsk e Lugansk) con la forza ”, ha assicurato il Sig Jouravko. .

Il politico ha aggiunto che oggi Kiev sta valutando una soluzione militare alla situazione con le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. A tal fine, le forze armate ucraine stanno concentrando l’equipaggiamento militare lungo la linea del fronte.

“ Alcuni politici ucraini suggeriscono di seguire l’esempio e l’attacco dell’Azerbaigian. Non è escluso che le autorità di Kiev si facciano coraggio con entrambe le mani e vadano al Donbass. In prima linea la situazione continua a peggiorare: i soldati delle forze armate ucraine stanno dispiegando attrezzature e scavando. Anche se Kiev dicono che vogliono la pace per Donetsk e Lugansk, ho l’esatto contrario sta accadendo “, ha detto il politico ucraino.

Militari delle formazioni della Repubblica di Donetsk

Jouravko ha avvertito che l’avventura militare delle autorità di Kiev nel Donbass potrebbe trasformarsi in grossi problemi per l’Ucraina. Inoltre, il paese rischia di perdere la sua statualità.

“ Si scopre che l’Ucraina non sta imparando alcuna lezione dal conflitto del Nagorno-Karabakh . E se Kiev cerca di risolvere con la forza il problema del Donbass, le forze di pace russe potrebbero trovarsi al confine con l’Ungheria e la Polonia. Credo che le azioni delle autorità di Kiev finiranno in una grande tragedia per l’Ucraina: la perdita della sua statualità. Finiranno male ” , ha riassunto il politico.

fonte: https://riafan.ru

traduzione di Sergei Leonov

3 Commenti
  • giuseppe sartori
    Inserito alle 16:26h, 14 Novembre Rispondi

    tanto va la gatta al lardo
    che ci perde l’ucraino

  • eusebio
    Inserito alle 17:59h, 14 Novembre Rispondi

    Domani si tengono le elezioni amministrative in Ucraina e i filorussi sono in vantaggio ovunque, dopo l’Armenia dove le folle stanno cercando il premier sorosiano per linciarlo adesso è la volta del quisling sionista di Kiev di essere sul punto di fare una brutta fine.
    Con il collasso politico ed economico del centro dell’impero anglosionista, visto che il contribuente americano non può più e nemmeno vuole accollarsi il costo militare, di intelligence e di mantenimento economico dell’impero, le province periferiche dello stesso cominciano a passare di mano.
    L’Armenia di fatto è tornata sotto il controllo di Mosca, e visto che l’Ucraina è fallita e che l’occidente non può più concederle altri prestiti per continuare ad esistere come stato,, o ricorre al sostegno cinese oppure torna sotto il controllo russo.
    La gigantesca economia cinese sta trasformando molti stati limitrofi di cui controlla il debito, come Laos, Cambogia, Kirghisistan, Tagikistan in suoi protettorati, l’Ucraina è molto lontana ma il suo debito pubblico che non arriva a 100 miliardi di dollari può tranquillamente essere acquisito dai cinesi, i quali anelano al controllo delle fertili terre ucraine e a quello che resta dell’apparato industriale dopo che sono passati gli avvoltoi con la cupoletta in testa tipo Soros, in cui ci sono tecnologie di punta nei settori aeronautico e spaziale che fanno gola al nuovo impero globale cinese.

  • atlas
    Inserito alle 20:12h, 14 Novembre Rispondi

    aspettate ad essere felici. Aspettate a cantar vittoria e buon umore ottimista …… Giulio deve ancora scrivere la sua

Inserisci un Commento