"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

JM Rodriguez/ Quanto danno hanno portato gli USA all’Umanità

Alcuni dicono che sia stato il capitalismo e non i nordamericani, che anche loro siano ugualmente vittime. Tuttavia, l’alienazione è incomparabile come la mitragliatrice, per questo, senza dubitare che siano comandati, quello che accade realmente con una invasione è la trasformazione dei cittadini in vittime. E questi criminali. della stessa progenie che uccise John Lennon, installati sui loro carri armati, assordati dal rock nelle loro orecchie e con la cocaina nel loro sangue, sono gli eroi di una nazione che dorme con quelle diversioni senza soffocare.

Non si verifica alcuna richiesta di obiettività nel pretendere di differenziare il Governo USA dal suo popolo. Simon Bolivar, che era un tipo sveglio, lo aveva intravisto molto presto. Questa gente si trova tanto condizionata dalla violenza che portano i loro bambini nel campo di tirassegno, come si trattasse di una passeggiata campestre.

US.marines in Iraq
US.marines in Iraq

Gli esperti nell’erigere luminosi scenari hanno trasformato i roghi incandescenti di Hiroshima e Nagasaki, nell’aurora boreale che ha illuminato le loro crociate pseudo cristiane in Corea, in Vietnam, in Cambogia e nel Laos. In Guatemala, a Cuba, nella Repubblica Dominicana, a Grenada, in Nicaragua, a Panama ed in Honduras. E lo stesso è avvenuto nei Balcani, nel Levante della Siria, nel Magreb, sulle montagne Afgane, nel sempre distrutto Iraq e l’antichissima Somalia.

Negli ultimi sessanta anni i loro marines hanno orinato su più di dieci milioni di cadaveri in questi luoghi. Hanno smantellato culture millenarie e spianato città, boschi e raccolti, provocando esodi di massa. Sono stati allucinanti con la loro violenza armata.

Vittime civili in Iraq
Vittime civili in Iraq

Nel loro stesso paese c’è un rigagnolo annuale di 19 mila assassinati a colpi di armi da fuoco, 45 mila suicidi, 65 mila violenze e più di duecentomila scomparsi che sono morti senza riconoscimento ululando come lupi.
Tale violenza si assomma al loro attaccamento malato a fedi ortodosse, anglicane, luterane, metodiste, presbiteriane, evangelici e avventisti. Credenze che la giustificano.

I nord americani sono convinti che stiano salvando da questo destino quello che chiamano il “mondo libero”, assassinano con assoluta impunità, per farla finita, tale come narra la Genesi 19 (o l’ISIS), con la perversione abietta dei suoi abitanti ….Ed una immigrazione, tanto grande come instupidita, lotta per trasformarsi come loro.

US Marines in Iraq
US Marines in Iraq

In aggiunta. Se si esaminano tutti i paesi nella lista di quelli invasi dagli USA, si vedrà che tutti sono paesi piccoli, nazioni povere o armate in modo debole. L’aggressione codarda viene nella natura dei camorristi o dei gangsters. Questa violenza contro i popoli non può trovare alcuna giustificazione.

Fonte: Contrainjerencia

Traduzione: Manuel De Silva

*

code

  1. Anonimo 2 anni fa

    Da tempo, molto tempo vado dicendo che gli U.S.A. sono la nazione più terrorista e imperialista della
    Terra, e che i loro abitanti non hanno mai perso una sola occasione di dimostrare di essere gli eredi di
    tutta la schiuma e di tutta la feccia dell’Europa. E non solo.
    Per tacere dei loro dirigenti che, salvo alcuni ammirevoli esempi, non sono mai stati altro che
    guerrafondai, pluriassassini, bombaroli (in casa d’altri). O “Nobel per la pace”, che appena eletti avevano già sulla coscienza i primi morti, oltretutto civili e in Pakistan!
    Per cui, niente di nuovo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace