"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

“Ius Soli” contro “Ius Culturae”: decidono gli italiani o decide Soros ?

IUS SOLI CONTRO IUS CULTURAE. A DECIDERE PERO’ NON SONO GLI ITALIANI MA IL GRANDE SPECULATORE SOROS

di Elena Quidello

Quando negli anni settanta il piccolo gruppo di rappresentanti dei 9 paesi membri dell’allora Mercato Comune Europeo fu costretto a votare il patto di cooperazione con la lega Araba cui si oppose tenacemente un solo membro, La Norvegia , poi costretto a firmare , (causa il blocco e l’aumento di prezzo del petrolio dopo il fallimento della guerra del Kippur nel 73) , iniziò una prima immigrazione in sordina con il pretesto che la Lega avrebbe inviato in Europa manodopera utile alle necessità degli europei.

Successivamente, all’allora celebre Andreotti fu chiesto da parte della Lega Araba il permesso alla costruzione di una Moschea , cosa che inquietò l’allora Paolo VI che alla fine, per le motivazioni politiche che gli furono prospettate, decise di dare l’okay. Quella Moschea, la più grande in Europa che fu inaugurata nel 1995 e che simbolicamente voleva sfidare la cristianità , non fu l’unica, perché con la complicità di una sinistra italiana ed europea che fingeva di non capire le implicite ragioni politiche, che questo atto rappresentava , se ne costruirono tantissime abusive e non, in tutta l’Europa.

L’immigrazione, a maggioranza islamica in Italia, salutata sempre benevolmente dalla sinistra italiana che , per il suo passato anticlericale , avrebbe voluto dire a tutta la numerosa famiglia di preti e monache : ‘vi meritate questo ed altro ‘, ha continuato lentamente per anni senza che nessun politico si sia mai chiesto cosa avrebbe potuto diventare l’Europa senza un’ armonizzazione della presenza islamica nelle nostre comunità e nelle nostre scuole. Nessun provvedimento fu mai adottato per porre condizioni alla espansione del fenomeno migratorio che con la guerra dei giorni nostri in Siria è diventata una invasione epocale .

Con una sinistra mondialista distintasi per il suo disinteresse totale in campi delicati come lo erano e lo sono l’istruzione scolastica , il dialogo tra musulmani e cattolici, oltre che con altri credenti di fede diversa ( quasi certamente per mancanza di ministri dell’istruzione preparati su temi religiosi) , spalleggiata dall’amministrazione sanguinaria di Obama che ha dettato l’agenda politica in Italia , l’immigrazione e la parola ‘ accoglienza ‘che ne è derivata, ha finito per diventare un grande problema.

Un problema così grave che , causa la povertà dilagante, il popolo, anzi i populisti’, sulla loro pelle e sulla loro miseria , consumano litigi quotidiani in ambienti fatiscenti e degradati per accaparrarsi una stanza per dormire. Responsabile di questo disinteresse che ha radici anche in accordi segreti con il ‘Grande fratello’ (che aveva motivazioni ancora più grandi quali quelle di dividere il popolo italiano ed europeo per meglio operare in Europa secondo le sue mire espansionistiche ad Est e mettere ko il’ fratello russo), ’ è stata ed è ancora la sinistra che, non avendo grandi leader coraggiosi per dire basta , obbedisce sottomessa a tutto quanto le viene proposto tramite il fraudolento megaspeculatore George Soros. Di fronte allo strapotere di Soros conferitogli dall’alta finanza mondiale , che regala ‘Carta straccia’ a destra e a manca per zittire gli oppositori, anche Gentiloni, coadiuvato da Prodi e Bonino decreta che il popolo non deve avere alcuna voce ,né autorità, nelle decisioni che il Governo intraprende perché il diktat è molto più potente della voce dei ‘ populisti’, i quali, nella loro ‘ignoranza ‘ sarebbero addirittura in grado di prevedere pericolosi scenari nel futuro dell’ Italia e dell’Europa, forse anche peggiori di quelli che si sono già verificati.

Ora il ‘diktat’ riguarda lo Ius Soli . Gentiloni chiede che si approvi questa legge contro quella dello “Ius Culturae”, proposta da intellettuali ‘populisti’ e chiama a raccolta i collaboratori storici quali Prodi , Bonino e company, da sempre amici e sodali del grande truffatore finanziario Soros per sostenerlo in questa difficile e imbarazzante campagna dove agli italiani tutti, viene ancora una volta negato di esprimere il loro pensiero con un referendum consultivo. Segno evidente questo che siamo davvero caduti in una dittatura altrettanto anomala che continua in modi sempre più costrittivi a ridurre le libertà degli italiani. Vedi l’ultima sulla censura e l’uso di internet dove, tra le tante leggi che prevedono punizioni, carcerazioni, multe milionarie etc…per chi trasgredisce , ci sarebbe anche quella di farci governare dagli islamici. Perché, si, lo Ius Soli in fondo è di questo che tratterebbe. Dare agli islamici il potere politico tramite la votazione ai partiti islamici di cui uno già istituito per rendere amara la vita degli italiani con le leggi brutali della Sharia.

Gli Italiani, infatti, dopo la caduta di Berlusconi voluta dal complotto della grande Oligarchia Usa per aver questi mostrato troppa autonomia nelle faccende europee , prima con Gheddafi poi con Putin , per motivi imprenditoriali e commerciali a favore del solo popolo italiano, sono stati puniti con una forma di governo dittatoriale che nulla concede ai cittadini stanchi di essere presi in giro e di subire passivamente le decisioni che guarda caso, non vengono ‘partorite ‘ dalle menti dei parlamentari italiani ma provengono da fonti esterne. Si tratta di quelle fonti costituite da ‘ emissari ‘ USA che con il danaro comprano i politici perché continuino a portare avanti il progetto destabilizzante pianificato anni prima della ’ immigrazione, quella che ha invaso le città italiane ed europee di milioni di africani islamici perché le stesse morissero lentamente sommerse dalla prepotenza , dal disordine sociale e dagli attacchi terroristici che puntualmente, ad ogni tipo di disubbidienza, vengono fatti esplodere in Europa per fini sconosciuti alle masse che possono solo intuire gli intrighi, i tradimenti e le imposizioni di un potere politico –finanziario a cui non si può e non si deve dire di no.

E così ‘ l’emissario’ della grande finanza Usa di nome Soros , conosciuto come spregevole speculatore da quei Governi che ha frodato con le sue improvvide operazioni finanziarie ( vedi Putin che gli ha negato l’ingresso a Mosca) , ma grande benefattore per gli italiani che del suo danaro hanno fatto buon uso , (vedi i finanziamenti alle centinaia di associazioni e alle organizzazioni non governative perché aumentassero gli ingressi di migliaia di immigrati africani) scende in Italia per sostenere i politici amici perché portino a compimento il grande piano migratorio verso l’Italia e l’Europa cercando di legalizzare tutti gli immigrati con lo Ius Soli possibilmente prima che le nuove elezioni portino la vittoria di un’altra corrente politica con cui questi patti non erano stati suggellati da accordi preventivi.

Guarda caso  il grande amico di Prodi , Soros, fa la sua visita al premier Gentiloni e ciò che si dicono non potrà mai essere divulgato da alcuna stampa , ma Gentiloni promette in pubblico di far approvare la legge sullo ‘Ius Soli’ prima della fine della legislatura . La Emma Bonino da sempre esageratamente promotrice della immigrazione islamica in Italia , di recente incassa 250mila euro per il suo esplicito contributo nel promuovere appunto l’approvazione della legge sullo ‘Ius Soli’. Piccola donna che, con le sue battaglie a favore delle donne (??) si era guadagnato la stima degli italiani, è sicuramente scesa nei consensi anche per il tradimento (sic) fatto al suo maestro Pannella. Insomma , questi politici del PD che con presunzione si pongono sul piedistallo ritenendo di possedere la verità , inconsapevolmente utilizzano la loro posizione per denigrare gli avversari che ormai quotidianamente vengono insultati, offesi e spregevolmente additati come razzisti e xenofobi oltre che euroscettici.

Bonino premiata da Soros

Non c’è telegiornale o talk-show, infatti , che riferendosi ai politici del centro destra o dei Cinque stelle, non pronunci con enfasi quasi rabbiosa quei terribili, improponibili e gratuiti insulti che meriterebbero la galera per chi li pronuncia se solo un illuminato politico ne proponesse una legge come ha fatto Fiano con la discutibile legge antifascista che sicuramente non è ‘farina del suo sacco’ come non lo è quella contro il negazionismo su cui ci vorrebbero fiumi di parole per commentarla.

E’ fin troppo evidente che queste sono strategie per condizionare gli elettori futuri , spaventarli con bugie e infamie, condurre una manipolazione dell’opinione pubblica tramite il controllo di quasi la totalità dei media di cui dispone la sinistra mondialista ed i suoi soci.

Con questa ultima proposta della legge sullo ‘Ius soli ‘ si sta portando avanti una operazione che non appartiene all’Italia ma ad un Governo pilotato dall’esterno che ha deciso per l’Italia e per gli italiani . Quali ‘nuove’ portava Soros per conto della ’Oligarchia Usa quando è sceso in Italia per incontrare Gentiloni Prodi e Bonino? Cosa ha voluto dire al papa se persino questi si è affrettato a redigere un documento a favore dello Ius Soli facendolo circolare prima ancora della sua pubblicazione ufficiale?
Ci sono troppe verità che alle masse vengono nascoste e se le conoscessero , ‘fuoco e fiamme ‘ scenderebbero dal cielo ( giusto per citare un linguaggio biblico). Nessun italiano è contro l’immigrato in quanto portatore della stessa scintilla divina che abita in lui come in tutti gli altri esseri umani .Quindi è assolutamente errato accusare chi solleva dubbi sul futuro della nostra Europa diffamando con parole offensive ‘il populista’’, poiché la superficialità con cui tutto si compie per merito o demerito di una classe politica che non sa difendere i suoi concittadini e non sa valutare le conseguenze di una immigrazione anomala come quella che il nostro paese sta vivendo, è un fatto osservabile da tutti che inquieta e crea dubbi sulla lealtà politica di troppi parlamentari.

In Italia come in Europa il problema non sono i seguaci di Confucio, i taoisti, i buddisti, gli induisti, i Sik, i zoroastriani, perchè in quasi tutti questi credenti vi è alla base una filosofia di vita che mira alla felicità di ogni essere vivente , piante e animali compresi. In tutti questi credenti vi è la ricerca del divino tramite la pratica della meditazione come mezzo per sentire la gioia della vita , della natura , del creato e talvolta come mezzo di unione con la luce, con quel mezzo immateriale tramite il quale si sono manifestate visioni eteree e prodigi miracolosi.

Il vero problema in Italia come in Europa è l’Islam, in particolare quello sunnita /salafita diffuso dalle centrali dell’Arabia Saudita e del Qatar, una ideologia nefasta in cui la filosofia religiosa è essenzialmente basata sulla punizione e sull’intolleranza per le altrui fedi religiose, contrariamente a quanto viene predicato nel cristianesimo dove primeggia l’amore e il perdono. Non vi è perdono nelle azioni di giudici teocratici perché, se nel corano vi sono pagine che inneggiano alla pace, a nella pratica trionfa la punizione come mezzo di sottomissione e di paura che viene infusa dall’autorità dell’Imam che non teme di accusare e punire chiunque abbia osato peccare o pronunciare frasi inopportune contro l’ unico profeta Maometto. Questa punizione che avviene tramite una legge barbara detta Sharia, non può né deve coesistere con l’Europa civile che ancora conosciamo.
La sinistra sa bene che l’islam è un problema ma ha pura di affrontarlo e di combatterlo culturalmente e così facendo mostra il suo fianco debole , estremamente permissivo e pericolosamente bonista. Gli islamici saranno loro alleati nelle elezioni politiche perché sanno che prima o poi diventeranno protagonisti della politica italiana secondo le,loro leggi.

Il nuovo partito islamico infatti costituitosi a luglio 2017 , salutato con soddisfazione anche dalla sinistra, sta già assaporando la vittoria islamica grazie ai voti di migliaia di immigrati che voteranno contro gli italiani. IL PROBLEMA DELLO IUS SOLI è un problema di sopravvivenza stessa dell’Europa . Dunque, si conceda la cittadinanza a chi veramente la merita e sa conquistarsela. Ma per favorire questa seconda opzione, gli italiani prigionieri della dittatura di regime non hanno voce ,perché in parlamento chi governa è quell’ombra che sorvola le teste della sinistra, quella stessa ombra che purtroppo continuerà a volare ma forse con ali non più tanto aperte su un eventuale centro destra vittorioso alle prossime urne.
Nessun europeo, includendo l’italia, oserebbe mai mettere in discussione i diritti umani degli Immigrati, ma è vero che sui diritti civili non si può chiudere gli occhi ed accettare ogni richiesta che sia contro i valori e la cultura europea che verrà stravolta dall’ignoranza di politici mediocri che accettano tutto passivamente con gli occhi bendati .

LO IUS CULTURAE è la legge da approvare perché è la naturale conclusione di un percorso formativo e conoscitivo della nostra storia e della nostra filosofia religiosa. Nuove metodologie didattiche aprirebbero la strada ad un nuovo ed armonico dialogo perché due mondi totalmente opposti si integrino per creare un nuovo uomo europeo spiritualmente e culturalmente evoluto come la scienza di oggi comanda.

A tal proposito si propone l’articolo apparso su ‘In Terris’ dove Paolo Diop , un ragazzo ventinovenne di origine africana emigrato dal Senegal in Italia con la famiglia quando aveva appena due mesi, intervistato dalla rivista ‘In Terris ,alla domanda: ‘ Perché è contro lo Ius soli?, Così ha risposto:
“Perché ritengo che la legge attuale sia ottima e che non ci sia bisogno di sostituirla con un’altra. Con la legislazione vigente la persona straniera ha modo di potersi integrare veramente, di guardare alla cittadinanza come al compimento di un percorso culturale. Invece con lo Ius soli si renderebbe tutto talmente più facile e scontato da svuotare di senso l’appartenenza alla comunità nazionale.”(leggere tutto aprendo il link). Vedi: interris.it-Io straniero d’Italia.
Paolo vive a Macerata, dove studia giurisprudenza e lavora in una multinazionale. Ha la cittadinanza italiana ed ama l’Italia.

Gentiloni per riuscire nel suo intento e accontentare Soros e la oligarchia USA che questo progetto intende vedere realizzato per fini diabolici , strumentalizza persino i bambini degli immigrati per commuovere e richiamare l’attenzione delle famiglie italiane a supportare la legge dello Ius Soli che, grazie a questa organizzata propaganda e alla autorità conferitagli dal tipo di governo dittatoriale in carica , probabilmente cambierà per sempre il volto della nostra Italia.

Esiste già un tacito accordo tra Islamici e politici di sinistra anche se non espressamente delineati, che hanno il sostegno dei politici.. Le esplicite dichiarazioni degli islamici che hanno fondato il partito islamico sono chiare : I musulmani in Italia rivendicheranno i loro diritti a perseverare secondo i loro costumi ed ovviamente quando saranno diventati tanto numerosi la spunteranno anche con la terribile sharia in Italia come è accaduto in Inghilterra .

Per chi non lo sapesse, la Sharia prevede punizioni corporali come la perdita di un occhio , di un braccio o di una gamba..la decapitazione, la lapidazione, e terribili torture a chi comemtte anche piccoli reati. Tra questi anche i bambini. Questa potrebbe essere la nostra futura Europa. Chi vivrà vedrà.
Nel contempo, questa legge sarà il trionfo della oligarchia finanziaria e politica degli Usa che brinderà perché finalmente gli italiani avranno il loro bel da fare per sedare i conflitti già esistenti tra italiani poveri senza casa e islamici sempre pronti a punire i cristiani per qualsiasi controversia. In questo caos la Russia diventerebbe secondo gli Usa una preda più facile da arginare e forse da sconfiggere con l’aiuto dei traditori europei .

Elena Quidello

P.S. L’opinione dell’autore può non coincidere con la posizione della redazione.

*

code

  1. animaligebbia 1 mese fa

    Non ho mai letto un articolo cosi’ scolastico;fare 10.000 aborti con la pompa di bicicletta sarebbe difendere i diritti delle donne? Tradimento nei confronti del maestro pannella?La bonino ha la stima degli italiani?Mi chiedo in che pianeta viva l’autrice dell’articolo,e dove e’ stata negli ultimi 50 anni in cui il maestro pannella e i suoi compagni di merende sfasciavano la nostra pur non perfetta societa’. i

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 1 mese fa

    La Spagna, la Grecia e l’Italia sono unite ad uno stesso destino, rese deboli per non poter allearsi all’Oriente, volere controllare il presente violentandolo, per reprimere il Futuro che aggredirà l’Elite come neve al sole. Alla fine la Grecia, l’Italia e la Spagna offriranno assistenza navale alla Russia….il Tempo è dalla parte di Dio, l’Eternità non è degli uomini, anche se Adamo visse quasi mille anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Jack 1 mese fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Jack 1 mese fa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Paolo 1 mese fa

    Non me ne frega nulla di cio che afferma Paolo Diop, sedicente studente di giurisprudemza a Macerata. (la signora ci mette pure il link).
    per quello che mi riguarda, il soggetto in questione può tranquillamente fare le valige e tornarsene in Senegal.
    L’articolo veicola l’idea che il meticciato è possibile sia pure con altre modalitá.
    In questo momento storico in cui la pressione immigratoria è alle stelle mi pare inopportuno fare certe valutazioni che andrebbero considerate solo a patto del ritorno alle origini della nostra identità italiana, non prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eugenio Orso 1 mese fa

    Decidono gli italiani o decide Soros?
    La risposta, nelle condizioni attuali, non può essere che “deciderà Soros” e quelli come lui.
    Fin tanto che non si bonificherà questo paese, per le vie brevi, casa per casa, con le armi in pugno, eliminando la fecciaglia collaborazionista libertaloide, liberista, liberaloide e sinistroide, decideranno sempre le aristocrazie della finanza e della globalizzazione neoliberista.
    E’ molto semplice da comprendere e tutti dovrebbero averlo ormai capito.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Aldus 1 mese fa

    E’ del tutto lecito e naturale e buono che un onesto Italiano bianco non voglia vedere futuri italiani imbastarditi e meticci, quando ben sappiamo di che pasta sono i negri fuggiti dalle loro galere che vengono spediti in Italia. Si vuole colonizzare l’Italia spazzando via i residenti che sono decine e decine di milioni: una vera follia. Solo l’Australia potrebbe accogliere questa merda dato che è vastissima e sottopopolata, ma, guarda caso, l’australiano medio e anglosassone non li vuole fra i piedi né vivi né morti. Ben ci ricordiamo dei famosi bastimenti carichi di vietnamiti filoamericani in fuga dalle persecuzioni del loro paese, che vagavano per anni disperati nell’Oceano in cerca di un approdo e di una ospitalità sempre negata da tutti e senza una lacrima dei buonisti siniscazzi europei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace