Israele irrora con sostanze tossiche le terre agricole della Striscia di Gaza, distruggendo le culture dei contadini palestinesi

placeholder

Israele spruzza pesticidi tossici sui terreni agricoli di Gaza per distruggerli, in linea con la sua sistematica aggressione contro il popolo palestinese.
Un rapporto pubblicato mercoledì dal giornale israeliano Haaretz riconosce che gli aerei del regime di Tel Aviv hanno spruzzato sostanze chimiche pericolose ed erbicidi sui terreni agricoli lungo la Striscia di Gaza assediata la scorsa settimana .
Il ministro militare israeliano giustifica questo atto criminale sostenendo che era necessario distruggere “vegetazione che oscura la vista dei soldati israeliani” sulla linea di demarcazione tra la Striscia di Gaza e i territori palestinesi occupati.
Il ministero dell’Agricoltura palestinese, tuttavia, ha denunciato che i pesticidi dispersi dal regime israeliano dal 2014 al 2018 hanno danneggiato almeno 14.000 dunam ( 1 dunam equivale a 1.000 metri quadrati) di terreni agricoli a Gaza e hanno anche distrutto tutte le colture che erano state seminate in quelle terre che rappresentano una fonte di sopravvivenza per la popolazione di Gaza, sotto assedio da 11 anni.
Numerosi organizzazioni per i diritti umani, tra cui Gisha, Adalah e Al-Mezan, hanno messo in guardia sulla continuazione di questa pratica controversa, sottolineando che ci sono “paure serie” che i pesticidi hanno anche danneggiato gravemente i contadini della zona.

Famiglia palestinese accampata vicino alle rovine della propria casa, distrutta dall’aviazione israeliana

L’UNRWA (agenzia dell’ONU) avverte che la situazione a Gaza “sta andando di male in peggio” e che l’ambiente della striscia è divenuto sempre più invivibile.
L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (UNRWA) ha sollecitato la comunità internazionale a intervenire per il grave deterioramento della situazione a Gaza.

Anwar Yamali, un agricoltore che soffre le coseguenze del blocco di Gaza, ha affermato che lui e i suoi compagni hanno perso molti dei loro prodotti agricoli a causa dei pesticidi israeliani. “ Negli anni precedenti si sono verificati danni significativi. A volte dozzine di dunam di grano, orzo e prezzemolo sono stati completamente persi ” , ha lamentato il palestinese.
La Striscia di Gaza è sotto l’assedio disumano israeliano dal 2007 ed è stata teatro di tre guerre dal 2008. Il blocco, in particolare, ha causato un deterioramento senza precedenti del tenore di vita, evidenziato dalla disoccupazione, dalla povertà e dalla mancanza di cibo e acqua potabile .
A questo si aggiungono le continue aggressioni aeree che Israele compie in questa enclave costiera, dove provoca la morte di centinaia di palestinesi e ne ferisce altre migliaia.
Soltanto nel 2018 , sono stati 299 i palestinesi uccisi dalla brutale repressione israeliana nel corso di quell’anno, oltre a centinaia di feriti dalle pallottole sparate dai soldati israeliani sulla folla disarmata che manifestava per “la marcia del ritorno”.
Le autorità palestinesi hanno denunciato anche il silenzio della comunità internazionale di fronte alle aggressioni ed ai soprusi attuati del regime di Tel Aviv e questo silenzio incoraggia le autorità israeliane nel commettere sempre maggiori crimini contro la popolazione palestinese.
N.B. In Italia personaggi come Matteo Salvini (e i suoi sodali) sostengono la causa del regime israeliano e vorrebbero oscurare i crimini che ogni giorno il regime sionista commette contro la popolazione palestinese indifesa. Chiunque metta in luce questi crimini (secondo Salvini) deve essere accusato di “antisemitismo”.

https://www.hispantv.com/noticias/palestina/447548/israel-sustancias-quimicas-tierras-gaza

Fonti: HispanTv – Telesur

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM