Israele ha una lista di obiettivi sostenuti dall’Iran pronti a colpire, avverte il ministro della Difesa. L’Iran risponde: noi colpiremo Tel Aviv e Haifa


Benny Gantz afferma che il programma nucleare iraniano “deve essere bloccato” e avverte che Israele è pronto a “schierarsi in modo indipendente” contro Teheran.

Israele sta aggiornando i suoi piani di emergenza per colpire l’Iran se questo dovesse acquisire capacità nucleari, ha avvertito il ministro della Difesa del paese.

Benny Gantz, durante un’intervista a Fox News giovedì, ha detto che Israele era pronto ad agire in modo indipendente dagli Stati Uniti e da altri alleati per impedire all’Iran di intensificare il suo programma nucleare.
“L’escalation nucleare iraniana deve essere bloccata. Se il mondo li ferma prima, va molto bene. Ma in caso contrario, dobbiamo restare indipendenti e dobbiamo difenderci da soli”, ha detto Gantz.
Gantz, che è anche il primo ministro supplente di Israele, ha detto che mentre Israele ha aggiornato la sua strategia, i suoi piani attuali sono rimasti “nelle nostre mani, ovviamente”.

Il ministro Difesa Israeliano B. Gantz

Durante l’intervista davanti alla telecamera, il ministro della Difesa ha condiviso con un giornalista della Fox una stampa di una mappa classificata che dettaglia i silos missilistici situati lungo il confine settentrionale di Israele e presumibilmente controllati dal gruppo Hezbollah allineato con l’Iran in Libano.
“Questa è una mappa obiettivo. Ognuno di loro è stato controllato legalmente, operativamente, dal punto di vista dell’intelligence e siamo pronti a combattere”, ha detto Gantz.

Nel frattempo, è opinione diffusa che il programma nucleare israeliano includa un arsenale nucleare non dichiarato di almeno 80 testate . Recentemente, le immagini satellitari hanno mostrato che Israele, per la prima volta da decenni, era impegnato in una nuova costruzione nel suo sito nucleare di Dimona. I commenti di Gantz giovedì arrivano anche mentre Israele continua a colpire gruppi sostenuti dall’Iran in Siria sostenendo che questi facilitano i trasferimenti di armi in Libano.
Risposta dell’IRAN


Ministro della Difesa Iran: Per la distruzione di Haifa e Tel Aviv attendiamo un segnale dal leader della Rivoluzione

Ministro Difesa Iran Amir Hatami

Il ministro della Difesa e delle forze armate iraniane, il generale di brigata Amir Hatami, ha risposto oggi, domenica, alle minacce sioniste, sottolineando che “la distruzione di Haifa e Tel Aviv si è trasformata in un piano in attesa di un segnale dal leader della rivoluzione islamica per implementarlo. “
Il generale di brigata Hatami ha detto oggi, domenica, durante un festival dei giovani a Teheran: Il linguaggio della forza governa il nostro mondo oggi, e se un paese non ha potere, rimarrà debole e soggetto alle aggressioni.

Ha aggiunto: Grazie alla vittoria della Rivoluzione Islamica, la Repubblica Islamica dell’Iran è diventata forte in varie dimensioni, tra cui il potere regionale e la forza dell’asse di resistenza, sottolineando che le fazioni di resistenza nella regione sono un prodotto del debole potere della Repubblica Islamica dell’Iran, e l’entità sionista ha assaporato ripetutamente la sconfitta per mano di queste fazioni.

Il generale di brigata Hatami ha fatto riferimento alle successive sconfitte dell’entità sionista dopo la vittoria della rivoluzione islamica, sottolineando che questa entità (Israele) è respinta nella regione e per questo motivo è stata costretta a costruire un muro attorno a sé e talvolta minaccia un potente Iran per effetto della sua disperazione .. Ma come ha detto il leader della rivoluzione islamica: questa entità non è al nostro livello. Se non mi fosse permesso di commettere stupidità, la Repubblica Islamica dell’Iran distruggerebbe Tel Aviv e Haifa .

Missili iraniani in tunnel sotterranei

Il ministro della Difesa ha sottolineato : è nella loro indole che i sionisti commettano stupidaggini contro di noi, ma se lo faranno, fate loro sapere che le dichiarazioni del leader della rivoluzione islamica sulla risposta alle loro stupidaggini si sono trasformate in un piano in attesa un segnale da sua eminenza per metterlo in atto .. Quindi li consiglio e li avverto di non sbagliare, anche nelle loro dichiarazioni.

Nota: Nelle scorse settimane le unita navali di Russia e Iran hanno compiuto esercitazioni militari nella zona ovest dell’Oceano Indiano, con lancio di missili e neutralizzazione di obiettivi. Queste esercitazioni hanno voluto lanciare un messaggio agli USA ed a Israele circa la sempre più stretta cooperazione militare fra la Russia e l’Iran.

Fonti: MiddleEasteye Al Alam

Traduzione: L.Lago e Fadi Haddad

Nota: L.Lago

2 Commenti
  • sublime
    Inserito alle 19:39h, 07 Marzo Rispondi

    Macchè ha detto tutto Hatami Amir.

  • antonio
    Inserito alle 14:09h, 08 Marzo Rispondi

    dalla stella alla stalla ?

Inserisci un Commento