Israele ha esortato a prepararsi per la guerra con l’Iran


Alla luce dei “rapidi sforzi dell’Iran per sviluppare una bomba nucleare”, il presidente della Commissione Affari Esteri e Difesa del parlamento israeliano, Avi Dichter, ex direttore dello Shin Bet, ha invitato il governo ad “avviare una seria azione operativa, in particolare nelle forze di difesa israeliane “.

La chiamata è stata fatta da Avi Dichter dopo che l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), secondo i resoconti dei media israeliani, ha scoperto che l’Iran stava “violando sistematicamente” le disposizioni del Piano d’azione globale congiunto (JCPOA) sul programma nucleare di Teheran e “si sta avvicinando alle armi nucleari “.

Secondo Dichter, la mancanza di reazione degli Stati Uniti sotto l’ex presidente Donald Trump a un “massiccio attacco iraniano” contro gli impianti petroliferi dell’Arabia Saudita nel 2019 ha insegnato agli iraniani che “non pagheranno” per intensificare la loro aggressione in qualsiasi parte del Medio Oriente, e ” hanno ispirato la fiducia di poter ottenere di più sotto l’amministrazione di Joe Biden “.

Come risultato dell’eccessiva moderazione degli Stati Uniti, gli iraniani hanno accelerato il dispiegamento di gruppi paramilitari alleati nella regione, la costruzione di missili a lungo raggio e l’arricchimento dell’uranio, ha aggiunto il parlamentare israeliano.

Avi Dichter ha anche avvertito che, dato l’approccio americano, “Israele deve prepararsi per un’azione militare”.

Centrale nucleare di Bushehr, Iran

“Negli anni ’90, gli Stati Uniti si sono addormentati al volante e avevamo la Corea del Nord con armi nucleari significative. In quel caso, Israele potrebbe guardare la tragedia che si sta svolgendo da bordo campo. Se, Dio non voglia, le guardie americane si addormentano e nel caso dell’Iran, gli israeliani non dovrebbero farsi da parte “, ha detto.

Nota:

Israele dispone, secondo gli esperti militari, di un armamento nucleare costituito da circa 400 ordigni nucleari e non ha mai sottoscritto alcun accordo di limitazione delle armi nucleari. Nonostante questo, le autorità di Tel Aviv si arrogano il diritto di stabilire che altri paesi della regione, l’Iran in particolare, non debbano disporre nè di armi nucleari nè di utilizzo pacifico dell’energia nucleare e fanno leva sugli Stati Uniti per dettare le loro condizioni.
Washington , sotto l’amministrazione Trump, si è ritirata dall’accordo sul nucleare con l’Iran sottoscritto da altri cinque paesi, decretando sanzioni pesantissime contro l’Iran. Questo ha spinto l’Iran a non rispettare più l’accordo, salvo dichiararsi disponibile a ritornare all’accordo se altrettanto faranno gli USA annullando preventivamente le sanzioni, incluso gli alleati europei (anche loro non stanno rispettando l’accordo).

Missili iraniani

Questo non basta agli USA che esigono che sia l’Iran a sospendere l’arricchimento dell’uranio e sia disponibile a negoziare al suo apparato missilistico. Lo richiedono gli USA che stanno rifornendo massicciamente di armi sofisticate i nemici dell’Iran: Israele, Arabia Saudita e Emirati Arabi. L”Iran non accetta l’idea di disarmarsi e prosegue nel suo arricchimento dell’uranio. La situazione è in completo stallo e l’amministrazione Biden dimostra di muoversi a rimorchio di Israele, come sempre hanno fatto le altre Amministrazioni USA.

Fonte: News Front – RT Actualidad

Traduzione e nota: Luciano Lago

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM