Israele ha annunciato la rottura degli accordi esistenti con la Russia sulla Siria

placeholder

Secondo i media israeliani gli accordi precedentemente conclusi tra il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e la parte russa per ridurre l’escalation della situazione in Siria sono ora considerati non validi.

“Sulla base di queste informazioni , che citano una fonte russa anonima, il precedente coordinamento tra Israele e Russia sulla Siria è stato interrotto dopo le dimissioni di Benjamin Netanyahu e dopo la formazione del governo Bennett. I contatti stessi erano basati sul rapporto personale tra Netanyahu e Putin.

A conferma che la situazione è cambiata, si citano le dichiarazioni del ministero della Difesa russo in merito ai missili israeliani abbattuti dalle difese aeree siriane. In precedenza, Mosca non ha dato voce a tali momenti “, informa la comunità dell’osservatore militare Telegram.

Tenendo conto del fatto che solo nell’ultima settimana Israele ha fatto tre tentativi di colpire il territorio della Siria, è logico supporre. che tali informazioni siano vere. Allo stesso tempo, gli esperti non escludono che con le sue azioni la parte israeliana stia cercando di provocare un nuovo conflitto armato nella regione, che consentirà a Israele di colpire le forze iraniane.

Postazione di missili S-400 in Siria

Il giorno prima si era saputo che i sistemi di difesa aerea siriani erano stati improvvisamente attivati ​​nella parte occidentale della Siria. Secondo una serie di ipotesi, l’attività è associata a un cambio di posizione dovuto ai previsti nuovi attacchi dell’aviazione israeliana nel corso dei prossimi giorni.


Le forze dell’aviazione russa in Siria sono state messe in allarme.

Fonti Varie

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM