Israele e Trump sono dietro l’assassinio dello scienziato iraniano?


di Jonas E. Alexis

Abbiamo riportato negli ultimi due articoli che l’amministrazione Trump e il regime israeliano sono “pappa e ciccia” l’uno con l’altro. Si può dire che esiste una sorta di relazione incestuosa tra queste due entità. Abbiamo anche detto che Trump è disposto a spostare cielo e terra per fare il lavoro sporco di Israele.
Anche il New York Times , tra tutti le fonti ufficiali, non ha esitato a riferire che Trump stava e quasi certamente sta ancora lavorando duramente per attaccare l’Iran.

I recenti sviluppi hanno dimostrato che abbiamo avuto ragione nel dire che Trump sta effettivamente realizzando il piano satanico di Israele in Medio Oriente. In un articolo intitolato “L’Iran accusa Israele di usare gli ultimi giorni di Trump per assassinare la mente nucleare”, lo stesso Daily Beast ha recentemente riportato:

“Mohsen Fakhrizadeh, soprannominato ‘il padre della bomba nucleare del regime iraniano’, è morto per le ferite riportate in ospedale venerdì dopo che un gruppo armato di assassini ha sparato sulla sua auto ad Absard, a est della capitale Teheran, venerdì.
“Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva già mostrato un vivo interesse per lo scienziato. In una conferenza stampa del 2018, aveva discusso del ruolo di Fakhrizadeh nel programma nucleare iraniano e aveva aggiunto: “Ricorda quel nome”. Israele è stato accusato di aver compiuto una serie di omicidi di scienziati nucleari iraniani tra il 2010 e il 2012.

“Hossein Dehghan, un consigliere del leader supremo dell’Iran, ha riconosciuto l’assassinio su Twitter e sembrava collegare il suo tempismo alla fine della presidenza di Donald Trump. “Negli ultimi giorni della vita politica del loro alleato di gioco, i sionisti cercano di intensificare e aumentare la pressione sull’Iran affinché intraprenda una guerra in piena regola”, ha scritto Dehghan.

“Trump non ha commentato l’attacco, ma ha ritwittato una dichiarazione in cui si afferma che l’omicidio è stato un” colpo psicologico e professionale per l’Iran “. È probabile che l’omicidio complichi gli sforzi del presidente eletto Joe Biden per riportare l’America all’accordo nucleare iraniano che è stato abbandonato da Trump “. [1]

Né Israele né l’amministrazione Trump possono semplicemente lavarsi le mani e dire che sono completamente innocenti. Semplicemente non torna affatto. E se pensi di sì, considera il fatto che lo stesso Obama ha dovuto dire a Israele di smetterla di uccidere gli scienziati iraniani. [2] Nel 2018, lo scrittore e giornalista israeliano Ronen Bergman dichiarò: “Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu complotta con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump contro un accordo nucleare iraniano che entrambi gli uomini hanno cestinato come nient’altro che un percorso verso una bomba …” [3 ]

Citando Tamir Pardo, “il braccio destro del leggendario direttore del Mossad all’epoca”, Bergman ha detto: “Israele ha tre opzioni. Uno: conquistare l’Iran. La seconda: provocare un cambiamento nel regime in Iran. Il terzo: convincere l’attuale scaglione politico che il prezzo che pagheranno per continuare il progetto nucleare è maggiore di quello che possono guadagnare fermandolo “. [4] Nessuna di queste opzioni è compatibile con lo Stato di diritto.

Mohsen Fakhrizadeh, lo scienziato iraniano assassinato oggi

In breve, Israele è stato coinvolto nell’assassinio di scienziati iraniani dall’inizio dei tempi. Se questo ancora non ti convince, prendi alcuni studi accademici e investigativi su come Israele ha assassinato per decenni i nemici percepiti:
-Spies Against Armageddon: Inside Israel’s Secret Wars , di Dan Raviv e Yossi Melman
-Mossad: The Greatest Missions of the Israeli Secret Service , di Michael Bar-Zohar e Nissim Mishal
-Gideon’s Spies: The Secret History of the Mossad, di Gordon Thomas
-Rise and Kill First: La storia segreta degli assassinii mirati di Israele , Ronen Bergman

Tutti questi studi sono stati scritti da ebrei e israeliani. Quindi, non c’è dubbio che sia l’amministrazione Trump che Israele siano dietro l’assassinio dello scienziato nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh. Le uniche nazioni che possono fare cose diaboliche come queste sono Israele e gli Stati Uniti. E vogliono dirci a tutti che non hanno la più pallida idea del perché c’è una crescente reazione anti-israeliana in tutto il mondo? E vogliono equiparare questa reazione anti-israeliana all’antisemitismo? [5]

Allora forse queste persone sono gli animali più stupidi del pianeta terra.

Fonte: Veterans Today

Traduzione: Luciano Lago

5 Commenti

  • Manente
    27 Novembre 2020

    Visto che per costoro vale la regola del:: “occhio per occhio, dente per dente”, è logico concludere che fino a quando questo principio non verrà applicato anche a loro, continueranno a ritenere di poter assassinare impunemente chiunque in ogni parte del mondo. La storia insegna che il solo modo per fermare criminali privi di scrupoli come costoro è quello di usare le loro stesse armi, ripagandoli con la loro stessa moneta, più gli “interessi” (sic…), per un occhio tutti e due e per un dente tutta la dentiera.

    • atlas
      28 Novembre 2020

      è dagli anni ’90 che va avanti sta storia. Se non sanno proteggere i loro Scienziati, i loro Uomini migliori, dai, vuol dire che hanno problemi seri

    • giulio
      28 Novembre 2020

      non credo che l’iran risponderà assassinando anch’essa qualche esponente dell’elite sionista o americana…sono metodi che loro denunciano come terroristici e quindi ripudiano. Se reagiranno sarà con missili inviati contro qualche base sionista o americana!

  • Mardunolbo
    28 Novembre 2020

    Leggo con dispiacere queste notizie di uccisioni. E con dispiacere si evidenzia che gli Usa sono comunque dietro questi omicidi. Non so quanto Trump sia informato in precedenza, dato il suo profondo disaccordo con il “deep-state” . E’ chiaro comunque che il silenzio sarebbe regola d’oro dopo questi omicidi “mirati” contro nemici di Israele e Trump ,tra gli altri difetti, non sa tacere !

  • Teoclimeno
    28 Novembre 2020

    È del tutto evidente che Israhell con questi barbari omicidi, cerca di difendere in tutti i modi il suo monopolio nucleare nella regione Medio Orientale. Forse è arrivato il momento, non più procrastinabile, di restituire tanta criminale attenzione.

Inserisci un Commento