Israele colpisce con missili la città portuale siriana di Latakia

Martedì notte il regime israeliano ha effettuato un attacco missilistico contro un deposito di container nella città portuale siriana di Latakia (nord-ovest).

Parlando all’agenzia di stampa ufficiale siriana SANA, una fonte militare nel Paese arabo ha affermato che intorno alle 3:21 (ora locale) di oggi il nemico israeliano ha effettuato un attacco aereo con missili dalle profondità del Mediterraneo, a ovest di Latakia, indicando il deposito di container presso il porto commerciale.

La fonte ha notato che l’aggressione israeliana ha causato incendi al sito e ha lasciato ingenti danni materiali, e si sta ancora lavorando per spegnere gli incendi e verificare i risultati dell’offensiva israeliana.

In un’offensiva precedente, il 7 dicembre il regime israeliani ha lanciato missili nel deposito di container di Latakia , considerato il principale porto commerciale della Siria.
Il regime israeliano lancia frequentemente attacchi missilistici contro obiettivi in ​​Siria, al fine di fermare l’avanzata dell’esercito israeliano verso i nascondigli di bande radicali e terroristiche; tuttavia, nella maggior parte dei casi, le unità di difesa aerea siriane hanno sventato queste offensive.

Nota: L’attacco di oggi rappresenta un atto di guerra contro le infrastrutture della Siria e sarà importante verificare quale sarà la reazione da parte della Siria e del suo alleato principale, la Russia, che fino ad oggi non ha dimostrato di voler reagire direttamente agli attacchi israeliani. Tuttavia non è più possibile rimanere inerti dimostrando carta bianca all’impunità di Israele.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

8 Commenti
  • Enriquelosroques
    Inserito alle 09:39h, 28 Dicembre Rispondi

    ERRORE NEL PENULTIMO PARAGRAFO “…. al fine di fermare l’avanzata dell’esercito israeliano verso i nascondigli di bande radicali e terroristiche”; esercito siriano NON ISRAELIANO

  • Enriquelosroques
    Inserito alle 09:41h, 28 Dicembre Rispondi

    Cmq questi continuano a fare quel che vogliono… Secondo me è sbagliato arrivare ad essere messi con le spalle al muro, com’è stata messa oggi la Russia dalla NATO e rischiare una guerra nucleare… È possibile che non si riesce a fermarli??

    • FRANCO
      Inserito alle 12:14h, 28 Dicembre Rispondi

      A mio avviso se uno si fa mettere con le spalle al muro o non ha le palle, o sa che se reagisce prende delle sonore sberle, in parole povere capisce di essere più debole ed accetta le ancherie dei prepotenti. questo mi famolto dubitare delle affermazioni fatte su questo sito della superiorità degli armamenti russi.

      • jz
        Inserito alle 20:56h, 29 Dicembre Rispondi

        dubbi o no
        i russi purtroppo sembrano l ultima speranza

  • Antonio
    Inserito alle 09:48h, 28 Dicembre Rispondi

    Gli anglo-sionisti vogliono la guerra, cercano la guerra… penso per impedire che chi non vuole la guerra (Cina, Russia, Iran…) crescano nelle loro economie e in potenza fruendo della pace: li devono debellare prima che diventino troppo grandi… Se la smettiamo una buona volta con la narrazione storica del Novecento, come ce l’anno fatta, si riconosce una logica geopolitica che è chiara se la si vede nel suo svolgimento durante i secoli, non gli anni, o i mesi e le settimane…

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 13:19h, 28 Dicembre Rispondi

    Questo bombardamento mi puzza di complicità fra russi e sionisti.
    Mi pare più che ovvio a questo punto…. Chi vuole capire capisce

  • luther
    Inserito alle 17:58h, 28 Dicembre Rispondi

    Ritengo che l’errore più comune sia quello di dare per scontato che una reazione contro israele, sia da parte russa che siriana, possa non avere conseguenze sgradevoli ad ampio spettro e diificilmente controllabili, eppure, è arcinoto il loro intimo legame con gli stati uniti. I missili ebrei sono una provocazione non c’è altro, ossia, l’estremo tentativo di cambiare le sorti di un finale già scritto: la sconfitta. Forse non a breve ma a medio termine sia per ebrei che per americani è cosi che andrà, basta vedere come va in iraq, siria, perfino yemen. L’alleanza arretra ovunque lo vedono anche i ciechi ormai. Ora, se questo fatto è noto a noi miseri mortali lo è anche per loro no? Ed ecco che la frustrazione si fa strada, rabbiosamente, perché……quali atri mezzi son rimasti per sovvertire gli esiti nefasti all’orizzonte?…. Nessun altro…. appunto

  • Hannibal7
    Inserito alle 08:40h, 29 Dicembre Rispondi

    Tra l’altro gli F16 israeliani hanno compiuto l’attacco mentre un aereo da trasporto russo era in procinto di atterrare ….l’hanno fatto di nuovo…

    https://avia-pro.it/news/izrailskie-rakety-proleteli-ryadom-s-rossiyskim-voennym-bortom

Inserisci un Commento