Israele bombarda il principale porto commerciale della Siria


Il regime israeliano lancia ancora una volta una nuova aggressione contro la Siria, questa volta contro la principale città portuale del Paese arabo, Latakia (nord-ovest).

L’agenzia ufficiale siriana, SANA , ha riferito questo martedì, citando una fonte militare, che un nuovo attacco israeliano è avvenuto alle 1.23 (ora locale) con “diversi” missili che hanno preso di mira il “cantiere container” del porto di Latakia, il più grande porto costiero, ancora di salvezza nel paese arabo.
Secondo le informazioni, “i sistemi di difesa aerea della Siria hanno intercettato diversi obiettivi nemici” .
Il bombardamento non ha causato perdite umane, sebbene abbia provocato incendi in diversi container nel porto.
Come precisato dal governatore di Latakia, Amer Ismail Hilal, l’incendio è già stato domato, anche se i servizi stanno ancora “lavorando sul sito”.

Il regime israeliano lancia frequentemente attacchi missilistici contro obiettivi in ​​Siria, al fine di fermare l’avanzata dell’esercito siriano verso i nascondigli di bande radicali e terroristiche; tuttavia, nella maggior parte dei casi, le unità di difesa aerea siriane hanno sventato queste offensive.

Lunedì, il ministro degli Esteri siriano Faisal al-Miqdad ha avvertito, in una conferenza stampa a Teheran (capitale iraniana), che “I continui attacchi di Israele contro la Siria non possono rimanere senza risposta. Risponderemo a questi attacchi ogni volta e ogni giorno”, ha aggiunto.

A questo proposito, ha avvertito il regime israeliano di non sottovalutare le capacità militari della Siria per rispondere agli attacchi. “Forse la risposta di oggi sarà diversa da quella di domani e la risposta di oggi sarà diversa da quella di ieri”, ha detto.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM