“Israele” bombarda il complesso medico Nasser uccidendo un paziente e ordina l’evacuazione

Le forze di occupazione israeliane hanno fatto breccia nell’Ospedale “Nasser Medical Complex” e hanno costretto le persone che vi si rifugiavano ad evacuare.
In un recente sviluppo, secondo quanto riferito, le forze di occupazione israeliane sono entrate nei locali del Complesso medico Nasser a Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, aprendo il fuoco nei suoi reparti medici e invitando i feriti a evacuare. Il corrispondente di Al Mayadeen nella Striscia di Gaza ha sottolineato la pressione esercitata sulle persone ferite e immobilizzate affinché evacuassero l’area .

KHAN YUNIS, GAZA – NOVEMBER 10: Palestinians perform Friday prayer as Israeli attacks continue on 35th day at the courtyard of Nasser Hospital on Khan Yunis, Gaza . (Photo by Abed Zagout/Anadolu via Getty Images)

Nel frattempo, il Ministero della Sanità palestinese a Gaza ha anche verificato che le forze israeliane hanno preso di mira il dipartimento di ortopedia all’interno dei locali del Nasser Medical Complex, provocando la morte di uno dei feriti e lesioni riportate da diversi altri pazienti.
L’occupazione israeliana ha poi costretto le persone a evacuare il complesso, sotto la minaccia delle armi, pur sapendo che non c’era nessun posto dove andare per le persone che vi si rifugiavano, solo per trattenerle a un posto di blocco mentre cercavano di evacuare.
Inoltre, il Ministero ha segnalato il danneggiamento di un tubo dell’ossigeno nel Complesso Nasser, che ha provocato una perdita di ossigeno.

Il ministero ha aggiunto che la suddetta perdita ha provocato una diminuzione della pressione dell’ossigeno nel complesso medico, in particolare nell’unità di terapia intensiva, mettendo in pericolo i pazienti a causa dell’attacco israeliano al complesso.

Fonte: Al Mayadeen inglese

Traduzione e nota: Luciano Lago

Nota: Notare che in precedenza le forze israeliane avevano costretto la popolazione di Gaza ad evacuare verso questa stessa zona a sud, affermando che si trattava di una zona sicura, una volta concentrata lì la popolazione, hanno bombardato ripetutamente la zona e adesso pretendono l’evacuazione di questa gente, inclusi malati, feriti, bambini amputati, donne e vecchi, verso la costa di Gaza. Nessuno sa come questa gente, affamata e debilitata, senza forze e mezzi, si possa muovere con le proprie gambe.
Nonostante tutto questo, le fonti dei regimi occidentali ci dicono che non si tratta di “genocidio” e, quando viene detto, i rappresentanti di Israele si offendono.

Un commento su ““Israele” bombarda il complesso medico Nasser uccidendo un paziente e ordina l’evacuazione

  1. A conferma di quanto detto nell’ultimo rigo dell’articolo, infatti, non appena qualche cantante in gara a Sanscemo (magari solo per fare audience) ha osato dire : “Basta genocidio”, subito l’ambasciatore sionista ha preso il telefono richiamando all’ordine il presidente Rai, che ha subito scaricato tutto sul conduttore che non avrebbe impedito il “proclama” ! Non solo, in un impeto di servilismo il capoccia RAI ha fatto presente quanto la stessa RAI abbia praticato il lavaggio del cervello agli italiani, parlando tutti i giorni dell’attacco del 7 ottobre, facendone vanto con l’ambasciata sionista ! E non basta ancora, anche dopo le parole del cardinale Parolin di critica verso il genocidio in atto, l’ambasciatore ha subito blaterato di antisemitismo ! I sionisti diventano sempre più permalosi, a dimostrazione del fatto che le cose, nonostante i massacri in atto, non gli stanno andando molto bene !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM