Israele attacca nuovamente i palestinesi durante la distribuzione degli aiuti a Gaza

Le forze israeliane hanno attaccato nuovamente questo sabato centinaia di palestinesi in attesa di ricevere aiuti umanitari nel sud-ovest della città di Gaza.

48 ore dopo il massacro perpetrato vicino alla rotonda Al Nablusi, in Al Rashid Street, dove giovedì sono morti più di cento abitanti di Gaza e altri 700 sono rimasti feriti sotto i colpi di arma da fuoco delle truppe sioniste, in quello stesso luogo l’esercito di occupazione ha aperto nuovamente il fuoco sulla folla disperata.

Il nuovo attacco contro centinaia di civili che aspettavano l’arrivo dei camion con gli aiuti, nel mezzo della crescente crisi umanitaria nella Striscia di Gaza, ha provocato almeno un morto e 26 feriti, secondo un rapporto dell’agenzia di stampa Wafa .

Questi sviluppi avvengono mentre il regime di Tel Aviv continua a bloccare l’arrivo degli aiuti umanitari nell’enclave palestinese assediata, in particolare nella regione settentrionale, dove una vera e propria carestia ha messo a dura prova la popolazione locale, priva di cibo, acqua, elettricità e altro e servizi di base.
Il massacro di giovedì scorso ha ricevuto una rabbiosa condanna da parte della comunità internazionale e dimostra il carattere genocida e di sterminio pianificato della guerra intrapresa da Israele contro la Striscia di Gaza.

Il regime di Tel Aviv ha iniziato i suoi attacchi contro l’enclave costiera assediata come rappresaglia per il fallimento subito durante l’operazione Al-Aqsa Storm, portata avanti da Hamas il 7 ottobre in risposta a decenni di crimini dell’entità sionista contro il popolo palestinese.
I bombardamenti indiscriminati e l’offensiva di terra dell’entità sionista contro la Striscia di Gaza hanno provocato ad oggi più di 30.300 morti e più di 71.500 feriti, per lo più bambini e donne, nonché circa due milioni di sfollati.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

15 commenti su “Israele attacca nuovamente i palestinesi durante la distribuzione degli aiuti a Gaza

    1. Non e’ la fede in Dio a renderli genocida ma una scelta del male assoluto.
      Anche madre Teresa di Calcutta credeva ed amava il buon Dio padre ma usava questa fede per superare gli ostacoli insormontabili a cui sono abiyuati i santi…
      Israele ha ucciso Gesu’ perche non si vuole sottomettere a Dio, Israele crede di essere Dio stesso. Questo e’ il problema.

      1. Tutti gli Uomini, di ogni Religione o Ideologia e in ogni periodo storico…Hanno commesso genocidi. Si sperava che Israele, avendone subito piu’ di uno e anche pesanti…Avesse capito cosa non si deve fare, per essere veramente superiori agli altri Uomini, quindi… La gara e’ ancora aperta.-

  1. Ormai i sionisti appartengono alla categoria degli inqualificabili ; riguardo a loro non c’è più niente da dire, c’è solo da fare

    1. Ora i palestinesi, domani noi.

      Ps
      Pensandoci bene gli ucraini sono spinti al massacro dalle elites mondialiste (Rotschild, Soros,Gates,Rockfeller,…)
      Ci stanno gia’ trattando come i palestinesi.

  2. Non solo continuano i barbari e sanguinari attacchi ai civili. Hanno anche compiuto un attacco terrorista nel sud del Libano, pare contro un auto con dentro militanti di Hezbollah. Inoltre sempre qualche giorno fa’ hanno bombardato, forse con cariche esplosive, uno dei principali gasdotti iraniani. Sembrano incuranti di un allargamento totale del conflitto caldo. Una tattica suicida e folle. Forse con mia somma gioia vedremo finalmente la caduta del regno delle tenebre sionista.

      1. Probabile che cerchino il casus belli per poterlo fare ma, attenzione, non sono i soli ad avere ordigni atomici nell’ area. Gl’ iraniani sviluppano da oltre quindici anni un programma atomico. Non si hanno notizie di centrali costruite, a parte una credo. Fossi Tel Aviv ci rifletterei attentamente. Contando molto bene.

    1. Sembra che i nazi adunchi nella loro furia guerrafondaia siano ansiosi di procurarsi una sconfitta, contro Hezbollah in Libano, peggiore di quella del 2006 …

      Cari saluti

      1. Non solo una sconfitta, mi auguro un annientamento dello stato del male, militare ovviamente. Non abbiamo bisogno d’ altri genocidi. La sconfitta definitiva, dopo decadi di crudeltà commesse, in medioriente dell’ asse demoniaca ebraico americana porterebbe al crollo imperialista mondiale. Improbabile finché continueranno a sfruttare le risorse orientali. Cari saluti.

  3. Il criminale regime totalitario fascista nero & marrone pure bianco cattolico mafioso italiano Filo-USA -Filo-Israeliano è troppo impegnato a creare dal nulla FALSI DISSIDENTI POLITICI E FALSI MARTIRI PER LA “DEMOCRAZIA ” SOTTOMESSA AGLI USA !
    Tutti i mafiosi e tutti i delinquenti comuni Russi -Bielorussi-Iraniani-Cinesi -Cubani-Nord Coreani vengono trasformati dal regime dittatoriale italiano catto-fascista-mafioso con l”aiuto di tutti i giornalisti schifosi Italiani in Eroici Dissidenti Politici e se muoiono in MARTIRI !
    Mentre tutti gli italiani che protestano pacificamente contro Israele o il regime Italiano che alimenta guerre in tutto il mondo con i soldi che ruba è rapina ai cittadini italiani sono tutti dei criminali Pro-Palestina No-guerra in Ucraina perciò filo-Russi ed è giusto pestarli a sangue ed arrestarli !
    Questa in Italia la chiamano “democrazia” ? ??? Hanno un strano concetto di democrazia sia negli USA sia in tutti i paesi NATO !

    1. Sottoscrivo parola per parola. Ci hanno cantato favole per decenni, mentre combinavano i loro golpe e guerre ovunque nel monto. Slava Rossi!

  4. Ciò che sta avvenendo in Palestina, ovvero il massacro dei civili è motivato solo ed esclusivamente da motivi economici, di rapina, come per tutte le guerre passate, presenti e future…..e questa sarebbe umanità l’umanità che vuole salvarsi dal disastro climatico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM