Israele attacca la Siria con droni e jet, incolpandola del lancio di razzi nel suo territorio

Le forze di difesa israeliane (IDF) hanno annunciato un attacco contro la Siria, dopo il lancio di 6 razzi nel territorio israeliano questo sabato.

“Le forze di artiglieria dell’IDF stanno ora sparando nell’area da cui sono stati sparati i colpi in Siria, dopo i precedenti lanci in territorio israeliano”, ha detto l’esercito israeliano sulle reti, osservando che l’attacco è stato effettuato utilizzando un drone remoto.
Questo fine settimana, Israele ha denunciato il lancio di 6 razzi dal sud della Siria contro le alture del Golan in due raffiche separate, di cui tre sono cadute sul territorio israeliano, ha riferito l’IDF.

“L’IDF considera lo Stato della Siria responsabile di tutte le attività che si verificano sul suo territorio e non consentirà alcun tentativo di violare la sovranità israeliana”, hanno detto domenica le autorità israeliane dopo aver annunciato un secondo attacco sul territorio siriano.

Escalation delle tensioni
Questi eventi si svolgono in un contesto di crescenti tensioni tra israeliani e palestinesi, innescate dai raid per due giorni consecutivi della polizia israeliana sulla moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme.

Terremoto in Siria

Nota: Gli attacchi di Israele contro la Siria sono ormai quasi quotidiani. Negli ultimi giorni ci sono stati due attacchi contro i sobborghi di Damasco, un attacco contro l’aeroporto di Aleppo, un attacco precedente contro l’aeroporto di Damasco in Gennaio e una serie di altri attacchi contro varie località siriane. Da notare che gli attacchi contro gli aeroporti hanno reso più difficile l’invio di aiuti alle popolazioni dopo il devastante terremoto che ha colpito la Siria e la Turchia.
Nonostante questa impressionante serie di aggressioni, Israele si erge sempre a “vittima” e giustifica i suoi attacchi per “difendersi” con l’avallo dei paesi della NATO.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM