Israele attacca colpisce per tre volte di seguito gli ospedali nella striscia di Gaza e in Cisgiordania

Le Nazioni Unite riferiscono che Israele ha attaccato gli ospedali palestinesi nella Cisgiordania occupata e nella Striscia di Gaza tre volte in due settimane, provocando feriti e panico.

In un rapporto intitolato “Protezione dei civili”, l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) denuncia gli attacchi israeliani agli ospedali palestinesi perpetrati tra il 22 dicembre 2020 e il 4 Gennaio, Gennaio.

Il rapporto, diffuso sabato dall’agenzia di stampa ufficiale palestinese Wafa , afferma che il primo dei tre attacchi è avvenuto il 26 dicembre: aerei israeliani hanno effettuato attacchi aerei a Gaza City, ferendo altri tre palestinesi, tra cui una bambina di sei anni, e causando danni vitali alle strutture dell’ospedale civile.

L’Ufficio dell’ONU ha spiegato che l’attacco aereo ha anche danneggiato un serbatoio d’acqua, interrompendo la fornitura di acqua potabile a 250.000 persone nella striscia di Gaza, , un’enclave densamente popolata e sotto blocco israeliano da oltre undici anni dove risiedono circa due milioni di persone in condizioni già molto difficili.

Gaza. Ospedale bombardato

Il 27 dicembre, nella città di Ramalá, situata nel nord della Cisgiordania occupata , due palestinesi, tra cui una donna incinta , che si trovava nel cortile di un ospedale, sono stati colpiti da proiettili sparati dai soldati israeliani. Anche un’ambulanza è stata danneggiata nell’attacco.
Il terzo attacco è avvenuto nella città di Tulkarm in Cisgiordania il 4 gennaio: le truppe israeliane hanno fatto irruzione in un ospedale e hanno sparato granate assordanti all’interno dell’edificio, provocando il panico tra i pazienti, alcuni dei quali stavano ricevendo cure per il coronavirus, che causa il COVID-19.
Lo stesso ufficio denuncia che il secondo e il terzo attacco hanno anche interrotto le attività degli ospedali colpiti.

Inoltre, il rapporto OCHA riporta che 89 palestinesi, inclusi 16 bambini, sono rimasti feriti durante gli scontri con i soldati israeliani in Cisgiordania durante il periodo di cui sopra.
L’esercito del regime israeliano ha ammesso nel suo recente rapporto statistico annuale di aver raggiunto 300 obiettivi con i suoi bombardamenti nella Striscia di Gaza solo nel 2020 . Una buona parte di questi obiettivi sono civili e hanno causato la morte e il ferimento di persone inermi. Questo particolare però il rapporto non lo dice.

Nota: Israele colpisce costantemente la popolazione e le strutture civili palestinesi essendo coperta dalla impunità da parte della comunità dei paesi occidentali che neppure fanno caso ai crimini di guerra costantemente compiuti da parte dello Stato Sionista. Anzi ottiene sempre maggiori riconoscimenti da parte degli USA e dei suoi alleati come “l’unica democrazia” del Medio Oriente, passando sotto silenzio la condizione di apartheid in cui il governo di Israele mantiene la popolazione civile palestinese.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM