Israele accusato di aver violato la risoluzione Onu sul cessate il fuoco umanitario a Gaza

Venerdì notte Israele ha attaccato 150 punti della Striscia di Gaza. Israele accusata di genocidio contro la popolazione di Gaza

Iran, Qatar ed Egitto rifiutano l’espansione delle operazioni militari a Gaza da parte dell’entità sionista. Denunciano che il sostegno degli Stati Uniti e dei governi occidentali dà il via libera ai crimini di Israele.

I governi di Iran, Qatar ed Egitto hanno denunciato questo sabato che, nonostante la risoluzione sul cessate il fuoco umanitario adottata il giorno prima dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA), Israele ha intensificato i suoi attacchi criminali contro la Striscia di Gaza e ha ampliato il genocidio commesso contro la Popolo palestinese.

La situazione a Gaza peggiora mentre Israele intensifica gli attacchi

Il presidente iraniano Seyed Ebrahim Raisi ha comunicato all’emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al Thani, che la Palestina ha bisogno oggi più che mai “del sostegno efficace del mondo e soprattutto dell’unità dei paesi islamici per fermare la continuazione della macchina da guerra”. del regime sionista”.

Durante una conversazione telefonica, Raisi ha detto ad Al Thani che è necessaria una posizione unitaria, determinata e chiara da parte dei paesi islamici a sostegno del popolo oppresso della Palestina e ha denunciato che il sostegno degli Stati Uniti e delle nazioni occidentali dà a Israele il via libera a commettere più crimini. a Gaza.
Al Thani ha sostenuto il diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione e all’autodifesa e ha sottolineato che, con l’unità, i paesi del Medio Oriente e i paesi islamici possono fermare la macchina da guerra israeliana.

In precedenza lo aveva denunciato attraverso il social network il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Naser Kanani
Kanani ha messo in dubbio che, nonostante il rifiuto mondiale e la risoluzione approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, questo sabato Tel Aviv ha intensificato gli attacchi e l’uccisione di civili indifesi.

Ha sottolineato che si tratta di “attacchi continui contro tutta l’umanità, i valori morali e umani, la pace e la sicurezza globale, i diritti umanitari e le leggi e i regolamenti internazionali”.

Inoltre, ha assicurato che Israele ha deliberatamente interrotto le comunicazioni per coprire i suoi crimini e il possibile fallimento delle sue operazioni di terra a Gaza.
Da parte sua, il Ministero degli Esteri egiziano ha accusato Israele questo sabato di violare la risoluzione approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, “che chiede un cessate il fuoco immediato e l’attuazione di una tregua umanitaria”, ha affermato in una nota.

Ha anche messo in guardia contro “i gravi rischi e le ripercussioni senza precedenti sul piano umanitario e sulla sicurezza che deriveranno dall’attacco terrestre su larga scala alla Striscia di Gaza”.

Oltre a violare il diritto internazionale, ha osservato che l’escalation israeliana porterà ad un aumento delle vittime civili.

Venerdì l’Assemblea Generale ha approvato la suddetta risoluzione, presentata dalla Giordania a nome di tutti i Paesi islamici, con 120 voti favorevoli, 14 contrari e 45 astenuti.

Fonte: Telesur

Traduzione: Luciano Lago

9 commenti su “Israele accusato di aver violato la risoluzione Onu sul cessate il fuoco umanitario a Gaza

  1. Quanto questa situazione mi ricorda l’orrore delle rappresaglie sulle popolazioni di Marzabotto e tanti altri paesi martirizzati.

  2. In una cosa ha ragione l’ articolo: Il sostegno dell’ Occidente a Israele nel genocidio del popolo palestinese significa COMPLICITA’. Ed è triste constatare che TUTTI coloro che in questi anni ci hanno governato con fascismo e antifascismo, comunismo e anti comunismo , semitismo e antisemitismo, europeismo e antieuropeismo, vaxismo e antivaxismo, ecc.ecc. alla prova dei fatti rimangono delle persone VILI anche quando si tratta di genocidio. Aveva ragione Cossiga quando definiva Draghi un VILE affarista…in realtà doveva estendere e dire che qui in Occidente sono TUTTI VILI! Già preselezionati da chi detiene il potere. Buoni solo a governare bastonando i poveri per trasferire ricchezze a chi è già smisuratamente ricco.

    1. si ma è inutile continuare a emettere proclami anche il mondo arabo è ambiguo ci vuole una risposta armata dura verso Israele se la strategia di hamas era sollevare le coscienze ha miseramente fallito

  3. Il problema sono la Germania e Israele gli stati uniti devono ridurre questi due paesi a zero da non rialzarsi mai più e potenziare economicamente l’Italia al pentagono e la cia ancora non lo capiscono è tempo che si sveglino.

    1. Ma Lei lo sa che il problema più grosso in questo mondo di mer…sono proprio i paesi ANGLOSASSONI usa in primis. E non dimentichiamo i sionisti intuffolati nei parlamenti occidentali,insieme hai loro amici mafiosi.In più la cia.Siamo messi proprio bene.

  4. I coloni israeliani scatenati in Cisgiordania protetti dal loro esercito danno ragione ad Hamas : gli israeliani sono oppressori, colonialisti, razzisti con la protezione americana ; e i palestinesi sono oppressi e rapinati.Non c’è equidistanza tra oppressi e oppressori, e i capi dei Paesi arabi dovrebbero sapere cosa fare

    1. Pienamente d’accordo … non può esserci equidistanza tra oppresso e oppressore … Tranne che per il nostro governo “sovranista” … ed infatti l’Italia si è astenuta sul voto alla risoluzione Onu che chiedeva una tregua umanitaria ! Non sia mai ! Disobbedire a USA-UK-SIONISTI ! non si può votare a favore della tregua ! Ma potrebbe essere pericoloso anche votare contro rubando la palma degli oltranzisti a USA-UK-SIONISTI ! In un caso o nell’altro potremo diventare bersaglio delle solite schegge impazzite e dei cani sciolti che si mettono a sparare sui passanti, sia che agiscano spontaneamente per reazione al nostro appiattimento a Usa-sionisti, sia che invece siano diretti da Cia e Mossad per punire una eventuale disobbedianza italiana … quindi, trovata “geniale”, ci asteniamo pilatescamente e ruffianamente ! Anche Francia e Spagna stanno nella Nato, ma almeno hanno votato a favore della risoluzione che chiedeva la tregua umanitaria ! Attendiamoci attentati in Francia e Spagna !

  5. Da 75 anni che viola le risoluzioni ONU. L’ONU non vale nulla. Deve essere eliminata e creata un’altra istituzione mondiale che abbia peso e valore. TAnte parole, tanti proclami ma Gaza sta per essere rasa al suolo e i palestinesi verranno spazzati via dalla faccia della terra. In tre settimane uccisi quasi 10.000 palestinesi, di cui la metà sono BAMBINI. Il mondo sta a guardare. L’occidente appoggia gli psicopatici occidentali, mentre il blocco antagonista fa solo proclami. Purtroppo solo con la guerra si possono fermare questi malati mentali. Con le manifestazioni, i proclami, le minacce e le risoluzioni ONU non servono a nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM