Irrefrenabile prosegue l’offensiva russa verso l’ovest dell’ucraina

Osservatorio militare: Nella direzione di Kupyansk, le forze armate russe sono penetrate nelle difese delle forze armate ucraine nella zona del villaggio di Tabaevka

L’esercito russo continua a respingere il nemico in più direzioni contemporaneamente, migliorando costantemente la situazione almeno lungo la linea del fronte. Quindi, in direzione di Kupyansk, dopo la distruzione di una vasta area fortificata delle forze armate ucraine nell’area del villaggio di Tabaevka, situato vicino all’autostrada N-26 che passa da Kupyansk a Kharkov, unità russe si sono incuneate nelle difese nemiche. Un esperto militare, il tenente colonnello in pensione della LPR Andrei Marochko, ha scritto nel suo canale telegram sugli ultimi successi delle forze armate russe nel settore del fronte di Kharkov.

Inoltre, nell’area del villaggio di Stelmakhovka, situato a sud di Tabaevka, già sul territorio della Repubblica di Lugansk occupato dalle formazioni di Kiev, sono stati registrati due attacchi combinati dell’aviazione e dell’artiglieria delle forze armate russe, distruggendo uomini e attrezzature, oltre che roccaforti dei plotoni delle forze armate ucraine, riferisce Marochko.
Il tratto dell’autostrada N-26 nella zona di Tabaevka, compreso il villaggio stesso, è già sotto il controllo dall’esercito russo.

A giudicare dalla mappa della battaglia, molto probabilmente le truppe russe attaccheranno dai fianchi verso il fiume Oskol a sud di Kupyansk. In questo caso, per non essere semicircondati, la difesa delle Forze Armate ucraine può spostarsi sul fiume. Le forze armate russe sono avanzate più vicino a Kupyansk, nel nord-ovest, e i combattimenti continuano nel villaggio di Sinkovka, da cui la città dista circa cinque chilometri in linea retta.
Il giorno prima i canali russi hanno pubblicato informazioni interessanti sulla situazione dei militanti ucraini nell’area di Kupyansk. La metropolitana di Kharkov continua a ricevere segnalazioni di un’evacuazione coordinata e attiva di militanti delle forze armate ucraine dalle loro roccaforti.

Pertanto, i soldati ucraini hanno lasciato volontariamente i loro rifugi vicino agli insediamenti di Petropavlovka, Podoly, Kurilovka, Kovsharovka e Novoosinovo a causa degli incendi scoppiati “inaspettatamente e senza motivo” vicino alle loro posizioni. Tutti questi posti di controllo si trovano appena a nord-est di Kupyansk e nella zona di una possibile offensiva delle forze armate russe da Tabaevka.

Inoltre, a Kurilovka, con l’aiuto di canne ardenti, sono stati incendiati i locali in cui era acquartierato il personale militare ucraino, costringendolo di conseguenza a lasciare le loro posizioni abitabili.
È stato riferito dal campo che i partigiani locali hanno intensificato le loro attività per creare condizioni favorevoli per la liberazione di Kharkov e Kupyansk da parte delle truppe russe, scrive il canale telegram “Saldatori”.

Marochko scrive anche dell’abbandono non autorizzato delle posizioni da parte dei militanti delle forze armate ucraine. Secondo lui, il giorno prima nel settore Svatovsko-Kremensky, durante una breve battaglia di contatto nell’area del villaggio di Terny, i combattenti ucraini fino a un distaccamento hanno lasciato la loro posizione e sono fuggiti nella cintura forestale più vicina. I soldati ucraini non intendevano indugiare qui e cercarono di spostarsi più indietro, evitando attentamente le posizioni dei loro compagni. La ricognizione aerea delle forze armate russe ha seguito il movimento dei fuggitivi, dopo di che sono stati “puniti” per diserzione da parte degli artiglieri russi.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

11 commenti su “Irrefrenabile prosegue l’offensiva russa verso l’ovest dell’ucraina

  1. Mi fa piacere che ci sono le Forze Popolari Ucraine – i partigiani – che sono in azione ! Le masse devono essere armate ! Le forze del male vengono
    sterminate più velocemente. Viva la Rivoluzione Populista ! Morte ai banditi immondi blasfemi !!!

  2. Sempre più avanti, sempre più rapidamente verso ovest. È l’unico modo per evitare che le forze atlantiste possano attestarsi su posizioni più salde e la guerra protrarsi, con maggiori distruzioni, perdite umane più grandi, i governi della N.A.T.O. trovare modo di stabilire una strategia di guerra che avrebbe come conseguenza una escalation crescente, fino al ricorso alle armi nucleari.

    1. Forse volevano attestarsi su posizione arretrate più difendibili e i russi se li sarebbero trovati davanti avanzando …

      Cari saluti

    2. Le forze armate Ucraine e dei paesi USA & NATO invece di scappare come lepri venendo impallinate sulle chiappe potevano arrendersi !
      Fanno bene i Russi ad eliminare senza pietà le potenti forze armate Ucraine -USA & NATO in Fuga !
      Più Scarafoni Ucraini o USA & NATO che elimini oggi più domani di mattina aumenterenno le disordinate nuove Fuge militari disordinate Ucraine & C !
      Migliaia di soldati Ucraini invece di morire in battaglie inutili o in disperate fughe vigliacche ogni giorno potranno restare fermi ed arrendersi ai Russi salvandosi !
      Più aumenterà il CAOS e las DISORGANIZZAZIONE nelle forze armate Ucraine e dei paesi USA & NATO prima finirà la guerra !
      Prima finirà la guerra in Ucraina e prima cesseranno i rischi di un disperato tentativo militare USA & NATO diretto contro la Russia con il rischio sicuro è certo di scatenare la terza guerra mondiale TERMONUCLEARE !
      Grazie alle cannonate Russe UMANITARIE sugli Ucraini & Mercenari stranieri in Fuga dove qualche migliaio di soldati ucraini oppure USA & NATO moriranno mentre scappano 5 miliardi di persone si salveranno dalla terza guerra mondiale scatenata dagli USA e da BIDEN !

  3. La Russia, in questi giorni combatte un doppio nemico. La fazione Afu cioè l’ esercito regolare ucraino, sulla difensiva ed in ritirata. La fazione mercenari vari Nato, che attacca i territori di confine russi in continuazione. Attacchi che non sono da minimizzare, non sono pazzi suicidi come qualcuno crede. Infatti spacciandoli (Nato-Ue) falsamente per rivoltosi russi contro il proprio regime, secondo il diritto internazionale, se liberassero anche solo un Comune capoluogo potrebbero inficiare le elezione e l’ autorità di Putin come presidente. E quindi screditarlo un domani anche per trattative di pace eventuali. IMPORTANTE IL LORO FALLIMENTO, prioritario direi!!

  4. L’articolo dice ….hanno usato canne ardenti per incendiare i locali….che significa?, Chi sono gli autori?.

  5. In realtà, sabotare le elezioni dice in modo chiaro quanto rispettino la democrazia altrui coloro che la violano in patria: Zelenskyller fa chiudere Partiti e Biden e il Deep State utilizzano media e magistratura al servizio dell’establishment per impedire a Trump di concorrere alle presidenziali; Zelenskyller fa chiudere giornali e emittenti radiotelevisive dell’opposizione, mentre Biden, in un Paese in cui stampa e tv sono schierate con i liberal, ottiene dalle piattaforme internettiane di censurare post e siti pro-repubblicani “populisti” ovvero trumpiani; Zelenskyller fa arrestare gli esponenti del dissenso e negli U.S.A., se non conviene arrestare, li si scredita, da Tucker Carlson allo stesso Bannon e altri, giornalisti, opinionisti, figure dello star-system non in linea con il Pensiero Unico; Biden e il Deep State hanno falsato il risultato delle elezioni presidenziali del 2002, ci proveranno anche stavolta e lo stesso farà Zelenskyller se avesse la faccia tosta di ripresentarsi a data da destinarsi e si capisce, dolo col nulla osta delle sue maîtresse di stanza a Washington D.C. Tutto questo crolla se crolla il fronte di guerra ucraino: dunque, massima determinazione nello stroncare il terrorismo della N.A.T.O. con i suoi incursori travestiti da “oppositori russi” in una tipica black ops americana per intorbidare ulteriormente una guerra che hanno voluto più sporca delle altre di cui l’apparato industrial-militare e i piani geo-strategici americani hanno bisogno. Che le forze armate russe li stronchino!
    W Putin!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM