"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Iraq. Comandante cristiano di Hashd al Shaabi: “L’Iran ci ha sostenuti quando gli USA si sono ritirati”

Il comandante del Masihiyiines o battaglione cristiano, che ha combattuto sotto la bandiera della brigata sciita Hachd al chaabi, Ryan al Kaldani Salem, ha precisato 2 cose: “La liberazione dell’Iraq è stata raggiunta grazie agli iracheni”, e che ” nessuna base americana sarà presente in Iraq dopo il fallimento degli Stati Uniti nell’offrire aiuto agli iracheni.”

Ryan al Kaldani ha dichiarato, inoltre, che “i fratelli della Repubblica islamica dell’Iran hanno risposto alla chiamata del governo iracheno e hanno fornito tutto il supporto morale e militare. Hanno inviato consiglieri militari, guidati dal Generale Qassem Soleimani. Ciò ha contribuito in maniera significativa alla formazione degli iracheni ed era sempre presente in prima linea, con la sua esperienza militare.” Ha continuato: “Gli iracheni non dimenticano che la Repubblica islamica dell’Iran che ha offerto tutti i tipi di supporto e ha perso un certo numero di martiri nei territori iracheni”, sottolineando che “il nostro dovere è come iracheni di ringraziare ed esprimere la nostra gratitudine alll’Iran.”

Comandante cristiano iracheno

“Le vittorie delle forze armate irachene e quella di Hashd aal Shaabi riflettono un’immagine molto positiva del popolo iracheno, si è dimostrato che le persone sono in grado di liberare e di resistere, ed inoltre invia un messaggio ad alcuni paesi ostili alla Iraq e altri che vogliono costruire basi in Iraq e cioè: le forze irachene non avevano e non hanno bisogno di nessuno.

Queste forze sono riuscite ad eliminare l’ISIS una delle più potenti organizzazioni terroristiche a Mosul”, ha precisato Kaldani. Tra l’altro ha aggiunto che “questi paesi vogliono un Iraq che continui ad essere debole, ma gli iracheni hanno dimostrato la loro abilità con i loro giovani e le loro donne a liberare grandi aree del territorio iracheno” E ha concluso: “le truppe americane non hanno liberato un pollice di territorio iracheno, al contrario, l’alleanza degli Stati Uniti ha avuto un impatto negativo sulle forze popolari irachene in alcuni casi.

Solo gli iracheni hanno liberato il loro territorio, sapendo che il governo iracheno ha chiesto agli Stati Uniti aiuto quando l’ISIS occupò Mosul e un certo numero di province, ma gli Stati Uniti non hanno fornito alcun aiuto in quel momento.”

Fonte: Al Manar

*

code

  1. Max Tuanton 5 mesi fa

    Prima ero scettico su questi popoli maora dopo aver visto come combattono contro I mercenari americani pagati dal ghetto ho cambiato idea ,almeno loro difendono LA loro patria non si fanno invadere non se ne infischiano.L’italiano medio vuole LA violenza si ma se sono gli altri a prendere le botte!!!! Prudenza prima di tutto ,pensioncina un vinello un rutto e dietro di nuovo a spettegolare e a denigrare tutto e tutti .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mardunolbo 5 mesi fa

      Maxdaniele, guardati un po di scene di combattimenti hezbollah, su youtube ! Hanno fatto pelo e contropelo allo Tsahal alcuni anni fa…Ora giganteggiano ancor di piu’ per aver contribuito alla vittoria vicina in Siria. Per questo ai giudei tremano i polsi e schiumano di rabbia sapendo che dopo la Siria non potranno piu’ attaccare il Libano impunemente , senza avere centinaia di cadaveri dei loro pargoletti !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 5 mesi fa

    Onore al merito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mardunolbo 5 mesi fa

    “La liberazione dell’Iraq è stata raggiunta grazie agli iracheni”, e che ” nessuna base americana sarà presente in Iraq dopo il fallimento degli Stati Uniti nell’offrire aiuto agli iracheni.”
    PAROLE SANTE CHE VENGANO FATTE PROPRIE ANCHE DAL GOVERNO IRACHENO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace