"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Iran e Siria a difesa del Fronte della Resistenza

di Giovanni Sorbello

Un alto funzionario iraniano ha dichiarato lunedì scorso che l’Iran e la Siria continueranno a preservare il Fronte della Resistenza contro il regime sionista e i suoi alleati.
Ali Akbar Velayati, consulente senior del leader della Rivoluzione Islamica, Ayatollah Seyyed Ali Khamenei ha incontrato il ministro degli Esteri siriano, Walid al-Muallem dopo aver visitato il Libano. Velayati ha dichiarato che la cooperazione totale tra Teheran e Damasco ha protetto la Siria contro l’aggressione straniera. “Gli americani e i sionisti hanno capito che quello che avevano cercato di imporre al governo siriano e alla nazione era solo un’illusione”.

Muallem ha dichiarato che le relazioni del suo Paese con l’Iran sono strategiche e che la Repubblica Islamica è un partner determinante nelle vittorie della Siria contro i terroristi di Daesh. La Siria, ha affermato, continuerà con la sua battaglia fino alla vittoria finale e al raggiungimento completo della pace e della stabilità in tutto il Paese.

Domenica scorsa, il ministro della Difesa iraniano, Generale Amir Hatami ha espresso la volontà dell’Iran di continuare a sostenere la Siria anche dopo la fine della guerra. “Come in passato, siamo determinati a stare al fianco dei nostri fratelli siriani anche dopo la guerra”, ha dichiarato Hatami al suo omologo siriano Maggiore Generale Fahd Jassem al-Freij, durante una conversazione telefonica. Hatami ha anche esteso le sue congratulazioni per la completa liberazione della città orientale di Dayr al-Zawr dai terroristi di Daesh.

“La Resistenza di oltre cinque anni delle forze armate e del popolo siriano contro i gruppi terroristici è ammirevole e deve essere registrata nella storia della legittima difesa di una nazione e della sua identità”, ha aggiunto il ministro della Difesa iraniano. Il ministro della Difesa siriano, da parte sua, ha lodato il sostegno dell’Iran per il suo Paese ed ha dichiarato che la Repubblica Islamica si è sempre distinta dal governo siriano ed ha contribuito a difendere la propria sovranità.

Hezbollah e forze siriane su Qalamun

Continua la collaborazione tra l’Iran e la Siria per garantire la pace, la stabilità e la sicurezza in entrambi i Paesi e nell’intera regione. Amir Hatami ha colto l’occasione per condannare l’attentato terroristico contro il campo profughi a Dayr al-Zawr, in cui sono rimasti uccisi numerosi innocenti.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi ha dichiarato che l’attacco “brutale e disumano” è una chiara indicazione della disperazione e della sconfitta del terrorismo di Daesh. I giorni per i terroristi in Siria sono oramai contati grazie al Fronte della Resistenza e all’unità tra il governo siriano e la nazione.

Fonte: Il Faro sul Mondo

*

code

  1. Idea3online 2 settimane fa

    Ecco che Trump, cerca di indebolire l’asse Russo-Cinese, offre sempre di più, sempre di più, ed i Media ci convincono che la Cina è la seconda super potenza.
    Niente di più falso, da un lato gli USA attaccano la Russia quotidianamente, dall’altro dicono che la Cina è la seconda super potenza. Ma se la Russia non è super potenza, allora perchè attaccarla e denigrarla quotidianamente?
    La verità è figlia della riflessione, certo la Russia è la seconda super potenza, ha legami millenari con l’Occidente, certo la Cina è il braccio finanziario del Regno del Sud o Oriente, e gli USA tramite Trump cercano di spezzare il braccio finanziario di questo Regno, in quanto gli USA sono prima super potenza perchè possiede nello stesso corpo o Regno, sia il braccio Militare che Finanziario.
    Inoltre tramite l’Arabia cercano di indebolire l’asse Iran-Russia. Vogliono indebolire la Russia a Est tramite l’Ucraina, all’Estremo Oriente tramite la Corea del Nord e passivamente “adesso” tramite la Cina, in Medio Oriente tramite l’Arabia Saudita.
    Gli USA contro la Russia&Cina non possono andare da nessuna parte, ma devono subire passivamente e diplomaticamente. Ma l’alleanza Russia-Cinese è benedetta dalla “Storia”, che per potere è determinazione non si inchina al dollaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 2 settimane fa

    i terroristi mercenari di usraele, ovvero i ratti di fogna, devono essere seppelliti con le loro barbe da criminali, ed i loro istruttori rispediti in sacchi neri negli Usa, da dove arrivano.
    La spiritualità degli uni e degli altri è identica: servono il padrone per dollari sonanti e non sono importanti gli atti criminali eseguiti. Stessa feccia e stessa fogna, rispedirli nella cloaca da cui arrivano…distesi per sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 2 settimane fa

      Sono stati segnalati aumenti di attività sovversive dei medesimi ratti di fogna, in Africa. Per forza, salvati dal massacro in Siria, vengono rispediti dai Serpenti Uniti a creare caos in Africa per distruggere le infrastrutture create dalla Cina!
      Tutto ciò mentre il puppet-Trump cerca di convincere la Cina ad isolare la Corea del Nord…

      Rispondi Mi piace Non mi piace