"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Informativa riservata: sei milioni di migranti vogliono entrare in Europa

Secondo la notizia pubblicata dal giornale tedesco Bild, per lo meno 5,95 milioni di migranti dei paesi intorno al Mediterraneo vogliono entrare in Europa, sulla base di una informativa segreta del servizio di intelligence e sicurezza tedesco. Il canale TV OE24 parla di circa 2,93 milioni di migranti soltanto in Turchia che andranno a cercare rifugio nei paesi dell’Europa occidentale ed in particolare in Germania.
Come ha rivelato l’informativa, in Libia ci sono circa 1,2 milioni di migranti in attesa di imbarcarsi per l’Italia. Il numero dei migranti in Giordania, paese che ha ospitato una grande quantità di rifugiati siriani che fuggivano dalla guerra, è stato stimato in circa 720.000 persone. Nel documento si menziona anche il grosso dei migranti africani che, dopo aver viaggiato dal Mali e dalla Nigeria, sarebbero arrivati in Libia ed in Algeria, paesi che si sono trasformati in centri di transito per migranti.

Secondo l’informativa, l’anno scorso, il mar Mediterraneo è stato attraversato da un numero record di migranti, la maggior parte dei quali sono arrivati in Italia. Tuttavia il Governo italiano si sarebbe impegnato a reprimere l’immigrazione illegale quest’anno, ma fino ad ora, vi è stata solo un piccola diminuzione nel numero dei migranti che arrivano.

L’anno scorso l’informativa venne pubblicata dal Frontex, l’agenzia europea per le frontiere, secondo cui, il livello delle migrazioni dall’Africa aumenterà nei prossimi anni. L’agenzia ha indicato che la principale ragione di questo aumento deve essere ricercata nella situazione economica del popoloso ovest africano.

Il mese scorso, il servizio di intelligence militare austriaco ha fatto la previsione che circa 15 milioni di migranti potrebbero venire in Europa nel 20120. Nel pronostico menzionava anche l’aumento dall’Africa Occidentale dei migranti cone una forza di impulso per l’aumento esponenziale dei numeri complessivi.

Nel frattempo, popolari città europee continuano a perdere turisti ed i proventi derivanti dal turismo per causa dei timori degli attentati terroristici, commessi dai migranti.
Pertanto, Parigi e la regione circostante hanno  perso 1,5 milioni di turisti nel 2016 come visitatori, così come 1,3 milioni di euro dei proventi del turismo, mentre che il numero delle prenotazioni di Hotels dei visitatori stranieri nella regione è caduto di un 10,8 per cento, secondo i dati riportati dal Comitato Regionale del Turismo.

Secondo il Comitato, alcuni luoghi “hanno sofferto profondamente per l’assenza dei turisti e per gli annullamenti dei gruppi di studenti. In concreto, il Museo del Louvre ha visto un 13,3 % di diminuzione nel numero di visitatori dell’anno scorso, mentre l’Arco di Trionfo e Dismeyland di Parigi hanno  perso  oltre il 24 % dei loro  visitatori.

Anche il Governo della Corea del Sud ha avvertito i suoi concittadini del pericolo di recarsi come visitatori a Parigi dopo che alcuni suoi concittadini sono stati derubati ed aggrediti nei sobborghi della città lo scorso mese. Questa minore movimentazione turistica andrà a causare più danni alla già mal messa industria tutristica del paese.

Fonte: South Front

Traduzione: J. Manuel de Silva

*

code

  1. Silvia 7 mesi fa

    Per sostituire la razza europea ce ne vogliono di piu’ (e li troveranno sicuramente)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 7 mesi fa

    Mi sembra logico che ci siano ripercussioni economiche data l’invasione di barbari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Torrido 7 mesi fa

    Riattivare i forni e le foibe!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riki 7 mesi fa

      infornati tu nelle foibe, salame – vai a commentare altrove

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torrido 7 mesi fa

        Io posto dove voglio, e tu non sei la redazione!sei un Komunistello che ha bisogno, di sfruttare i clandestini?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Riki 7 mesi fa

          shut up wanker

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Torrido 7 mesi fa

            EXCUSE ME!//bring me your mom -shift man

            Mi piace Non mi piace
          2. Anonimo 7 mesi fa

            torrido stai in guardia ..perchè prima o poi ti succede

            Mi piace Non mi piace
  4. Anna 7 mesi fa

    Io personalmente non sono contro allo scambio tra culture, perché tanto di buono ha creato nella storia dell’uomo. Però affinché tale scambio possa dare frutti sani, la percentuale di immigrati, culturalmente differenti, dev’essere molto bassa, affinché ci sia il tempo fisiologico per amalgamare queste genti ai popoli autoctoni. Ora, va da sé, che un’invasione (vera è propria), come quella che stiamo vivendo, non possa portare quei buoni frutti, ma una malattia. Non ci vuole molta intelligenza per capirlo, basta il buon senso. Purtroppo le nostre elite politiche non hanno nemmeno una di queste caratteristiche.
    Posso capire i rifugiati (veri), perché le guerre da cui fuggono le ha create l’Occidente, ma il 90% dei migranti non fuggono da guerre, secondo me nemmeno dalla povertà, perché per venire in Europa hanno bisogno di molti soldi, 10000€ circa, e se quei soldi ce li hanno, evidentemente non sono così poveri nei loro paesi. Quindi la ragione sta da un’altra parte. Evidentemente queste genti sono indottrinate e plasmate da “qualcuno”, che gli fa credere di poter trovare l’El Dorado in Europa, mentre sappiamo bene che questo El Dorato è palese frutto di fantasia.
    Perciò credo sia utile individuare i veri responsabili di tali eventi e prendersela con loro. I migranti, anche se non piacciono a molti, di per sé, non sono i veri responsabili. Cerchiamo di vedere oltre senza fermarci alle apparenze.
    In ogni caso, anche l’Africa è stata depredata per secoli dall’Occidente, nessuno pensa al fatto che, forse oggi, ci sia arrivato il conto da pagare?
    Tutti tendono a riversare le colpe ad altri. Io penso sia più costruttivo per ognuno capire le proprie responsabilità. Tutti voi che comprate merci a prezzi stracciati (provenienti da Cina, India, Bangladesh, e via a seguire), da dove credete che queste provengano? Sono forse un regalo delle multinazionali che ci vogliono far risparmiare? Non credo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Anna 7 mesi fa

    Io personalmente non sono contro allo scambio tra culture, perché tanto di buono ha creato nella storia dell’uomo. Però affinché tale scambio possa dare frutti sani, la percentuale di immigrati, culturalmente differenti, dev’essere molto bassa, affinché ci sia il tempo fisiologico per amalgamare queste genti ai popoli autoctoni. Ora, va da sé, che un’invasione (vera è propria), come quella che stiamo vivendo, non possa portare quei buoni frutti, ma una malattia. Non ci vuole molta intelligenza per capirlo, basta il buon senso. Purtroppo le nostre elite politiche non hanno nemmeno una di queste caratteristiche.
    Posso capire i rifugiati (veri), perché le guerre da cui fuggono le ha create l’Occidente, ma il 90% dei migranti non fuggono da guerre, secondo me nemmeno dalla povertà, perché per venire in Europa hanno bisogno di molti soldi, 10000€ circa, e se quei soldi ce li hanno, evidentemente non sono così poveri nei loro paesi. Quindi la ragione sta da un’altra parte. Evidentemente queste genti sono indottrinate e plasmate da “qualcuno”, che gli fa credere di poter trovare l’El Dorado in Europa, mentre sappiamo bene che questo El Dorato è palese frutto di fantasia.
    Perciò credo sia utile individuare i veri responsabili di tali eventi e prendersela con loro. I migranti, anche se non piacciono a molti, di per sé, non sono i veri responsabili. Cerchiamo di vedere oltre senza fermarci alle apparenze.
    In ogni caso, anche l’Africa è stata depredata per secoli dall’Occidente, nessuno pensa al fatto che, forse oggi, ci sia arrivato il conto da pagare?
    Tutti tendono a riversare le colpe ad altri. Io penso sia più costruttivo per ognuno capire le proprie responsabilità. Tutti voi che comprate merci a prezzi stracciati (provenienti da Cina, India, Bangladesh, e via a seguire), da dove credete che queste provengano? Sono forse un regalo delle multinazionali che ci vogliono far risparmiare? Non credo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. flores 7 mesi fa

    Con questo papa e questi governi sinistri e con questo popolo vile è assai probabile che maggior parte di questa gente infera, prodotta dalla incontinenza e dal disordine, arriverà quasi tutta in Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 7 mesi fa

      Che fa? Mi ruba i pensieri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Anna 7 mesi fa

    Ci risiamo… si può sapere perché la redazione non pubblica i miei commenti? (Ho inserito 2 volte un commento da stamattina e ancora niente!) Di utenti che si insultano sì, ma i miei commenti (che sono educati e ponderati) no!? Non è la prima volta in ogni caso e non capisco il perché!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 7 mesi fa

      Gentilissima Anna,
      la redazione apprezza moltissimo i suoi commenti, possiamo garantirlo. Se a volte non vengono pubblicati per tempo,esto può essere dovuto esclusivamente ad un problema tecnico nel filtro del sito che non la riconosce in immediato, motivo per cui dobbiamo filtrare il commento manualmente.
      Un saluto
      J.Manuel De Silva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Riki 7 mesi fa

    Torrido, tieni gli occhi aperti dovunque tu sia – prima o poi succede

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torrido 7 mesi fa

      @Riki già dal nome capisco perchè sei a favore degli immigrati,ti servono per farci la cresta con pochi soldi.Comunque torniamo a noi cosa mi potrebbe succedere prima o poi?Sono un Veneto Del Serenissimo Governo!Che fai mi stai minacciando?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 7 mesi fa

        E due!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Anna 7 mesi fa

    Vabbè… non capisco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Anna 7 mesi fa

    Io personalmente non sono contro allo scambio tra culture, perché tanto di buono ha creato nella storia dell’uomo. Però affinché tale scambio possa dare frutti sani, la percentuale di immigrati, culturalmente differenti, dev’essere molto bassa, affinché ci sia il tempo fisiologico per amalgamare queste genti ai popoli autoctoni. Ora, va da sé, che un’invasione (vera è propria), come quella che stiamo vivendo, non possa portare quei buoni frutti, ma una malattia. Non ci vuole molta intelligenza per capirlo, basta il buon senso. Purtroppo le nostre elite politiche non hanno nemmeno una di queste caratteristiche.
    Posso capire i rifugiati (veri), perché le guerre da cui fuggono le ha create l’Occidente, ma il 90% dei migranti non fuggono da guerre, secondo me nemmeno dalla povertà, perché per venire in Europa hanno bisogno di molti soldi, 10000€ circa, e se quei soldi ce li hanno, evidentemente non sono così poveri nei loro paesi. Quindi la ragione sta da un’altra parte. Evidentemente queste genti sono indottrinate e plasmate da “qualcuno”, che gli fa credere di poter trovare l’El Dorado in Europa, mentre sappiamo bene che questo El Dorato è palese frutto di fantasia.
    Perciò credo sia utile individuare i veri responsabili di tali eventi e prendersela con loro. I migranti, anche se non piacciono a molti, di per sé, non sono i veri responsabili. Cerchiamo di vedere oltre senza fermarci alle apparenze.
    In ogni caso, anche l’Africa è stata depredata per secoli dall’Occidente, nessuno pensa al fatto che, forse oggi, ci sia arrivato il conto da pagare?
    Tutti tendono a riversare le colpe ad altri. Io penso sia più costruttivo per ognuno capire le proprie responsabilità. Tutti voi che comprate merci a prezzi stracciati (provenienti da Cina, India, Bangladesh, e via a seguire), da dove credete che queste provengano? Sono forse un regalo delle multinazionali che ci vogliono far risparmiare? Non credo.
    *Terzo tentativo inserimento commento*

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 7 mesi fa

      Anna scrive:”Io personalmente non sono contro allo scambio tra culture….”, bella forza, non ce ne sono, se escludiamo quella italiana, cosa scambiamo il nulla?
      Guardi che io non mi sento in debito ne in colpa per quello che hanno compiuto i miei genitori, un “idiota” duemila anni or sono ha dichiarato che: “le colpe dei padri non ricadono sui figli”, se non lo sa le eredità si possono rigettare, debiti compresi.
      Se in futuro insiste ancora sulla sua teoria dovrò essere più incisivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anna 7 mesi fa

        Caro Giorgio, più incisivo? Ma chi sarebbe lei da pretendere tale diritto? Ma badi ai fatti suoi e lasci il prossimo di esprimere liberamente le proprie (garbate) opinioni.
        Noto che non ha compreso il senso del mio commento, nonostante fosse sufficiente esaustivo.
        Se conoscesse, almeno in piccola parte, la storia dell’umanità (oltre che della cristianità) e della sua evoluzione culturale, tecnologica e spirituale capirebbe il senso di ciò che intendo per “scambio di culture”; difatti le attuali invasioni di massa (ho esplicitato nel commento precedente) non possono avere esiti positivi, dato che si tratta di invasioni massicce, violente e indesiderate dai popoli “autoctoni”.
        Per ciò che concerne il suo discorso sulle eredità, ha completamente frainteso. Non si parla di eredità, ma di responsabilità. Capisce cosa vuol dire RESPONSABILITÀ? Non è un concetto “facile” da comprendere pienamente per molti. (per chi ha orecchie, intelletto e COSCIENZA per intendere, intenda).
        Con cordialità Giorgio (rilegga meglio il commento).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Anna 7 mesi fa

        Caro Giorgio, ma lei chi sarebbe da prendersi il diritto di essere più incisivo verso un utente che esprime una garbata opinione?
        Se poi la storia dell’umanità evidentemente non la conosce (noto solo qualche banale accenno sulla religione cristiana), e perciò il senso di ciò che scrivo, di conseguenza, non lo comprende, non sta a me insegnarle e colmare le sue lacune (studiare non rende ciechi anzi!).
        Inoltre noto delle carenze comprensive del linguaggio. Io parlo di responsabilità, non di eredità, sono due cose distinte e molto diverse. Se lei crede di essere nato su Marte, allora in effetti non dovrebbe aver nessuna responsabilità, ma se, come è ovvio, così non fosse, allora il mio argomentare, vale anche per lei.
        Il mio commento era rivolto a chi avesse orecchie per intendere, non a chi le ha ben otturate dai cotonfiocc…

        *sperando che questo commento venga pubblicato, non come il precedente*

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvia 7 mesi fa

      Queste merci provenienti da Cina ecc.(quelle dall’India non sono tanto a prezzi stracciati) fanno fallire le ditte italiane e creano tanti disoccupati. Il governo dovrebbe tassarle. 2-Di quali beni e’ stata depredata l’Africa? Dei minerali? Loro non erano neppure capaci di estrarli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 7 mesi fa

        Si, certo, loro non erano capaci di estrarli, se non andavamo noi i minerali erano ancora tutti là, ma non solo in Africa, anche nelle Americhe, e anche in Australia. e dovunque siamo andati, è che noi non abbiamo detto i minerali sono vostri, noi li estraiamo, e facciamo a metà, noi li abbiamo annientati, abbiamo annientato i loro usi e costumi, li abbiamo schiavizzati per fare estrarre (a loro) i loro minerali, e non abbiamo pagato un cent per tutto questo, anzi, li abbiamo pure riempiti di debiti, gabbati 3 volte.
        Adesso quelli che hanno fatto questo al 3°mondo, lo fanno a noi, noi popoli occidentali, noi europei, hanno deciso che la massa deve diventare 1, una, una unica entità, tutti ugualmente zombie, senza più distinzioni, si sono stufati di noi, unico popolo che alza la cresta.
        Oggi siamo in pieno GRANDE FRATELLO, sembra che la maggioranza nemmeno se ne accorga.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giorgio 7 mesi fa

          Cosa non le è chiaro del mio precedente commento?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tania 7 mesi fa

    Tutto quello che viene dal potere non può essere cosa buona.
    Il mondo da sempre è diviso in ricchi e poveri, millenni di filosofia, teologia, miliardi di libri, di concetti, di teoremi, e niente è cambiato, il mondo è ancora e più che mai diviso in ricchi e poveri, perché i ricchi (tutti nessuno escluso) hanno sempre odiato i poveri ma ne hanno assoluto bisogno, non ne possono fare a meno, mentre i poveri si dividono in varie categorie che vanno da quello che odia i ricchi, quello che li invidia, quello che li serve, quello che li ammira, quello che aspetta che dal tavolo del ricco caschi l’osso.
    Il potere non può essere buono, giusto, democratico, leale, che significherebbe la sua fine, la sua morte, ora, come può essere credibile che la cuspide del potere europeo, il governo della UE, che sono veri banditi, si preoccupino di mescolare popoli tra loro per il “loro bene”… la “loro crescita intellettuale”?
    L’oscenità di questa invasione studiata a tavolino dal potere per distruggere il popolo europeo è talmente chiara e lampante, ma lo era fin dalla guerra in Albania, quando arrivò quella nave stracolma di albanesi… parlo di parecchi anni fa, la progettazione della fine dell’Europa è stata progettata mica ieri, ma l’altro ieri…
    Filosofi, intellettuali, teologi, parole, menti eccelse, a cosa servono? Sono solo per un circolo esclusivo di raffinati narcisisti mentali, niente hanno modificato!
    Questa guerra che la cupola mondiale ci ha dichiarato è diversa da una con le bombe, ma per questo non è meno PERICOLOSA!
    Il potere è SATANA, ci “presenta” il nostro nemico come un potenziale amico, “piacere, io ti sono amico, vengo in amicizia, scappo da brutte storie, sii buono, accoglimi”….
    Ma noi non stiamo affatto accogliendo, stiamo morendo… questi li fanno venire per farci morire di soffocamento, ci strangoleranno la nostra quotidianità, sono usati come arma, sono una arma terribile, se non ci rendiamo conto di questo, beh, ciccio belli, siamo fritti in padella, per me siamo già fritti in padella…
    Noi non paghiamo le tasse, noi paghiamo un PIZZO ai potenti per la loro belle vita, questa invasione da al potere quello che gli da il PIZZO, credere alle parole di una che si è fatta la collanina ed il tailleur sui poveri, tale Boldrini, è non avere dignità!
    il potere è composto da BANDITI, spero sia chiaro a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Tania 7 mesi fa

    Iacona ci ha mostrato le condizioni disumane in cui versano gli africani, non ci voleva Iacona per saperlo.
    Invece è interessante un altra cosa, e cioè quando dico che i media ci dicono tutto, la verità e la bugia, mentono, e dicono anche la verità, no, ci dicono tutto, siamo noi che ascoltiamo solo ciò che vogliamo ascoltare.
    I media ci dicono che un africano campa con un dollaro al giorno quando gli va bene, poi ci dicono anche che un viaggio per venire in Europa, più precisamente in Italia, e paesi simili, costa dai 3000 ai 5000 euro, a questo punto noi si dovrebbe pensare :
    A- molti italiani non se lo potrebbero permettere
    B- un africano che ha questi soldi è ricco, mentre arrivano degli straccioni, o almeno lo sembrano
    C- arrivano a milioni, dal 1980 quanti extreuropei sono arrivati in Europa? Se ci dicessero le cifre vere parleremmo di quasi 150 milioni di persone…
    D- Salvini non dice mai in tv chi è il progettista e direttore dei lavori, nonché finanziatore di questa ultima terribile piaga, cioè Soros, che agisce in nome del suo Club privato, dice se mi votate farò e farò e farò, non dice ormai è TARDI, e a volte è anche un tantino ruffiano, dentro le righe, per i miei gusti, ovvio. Intendo quando dice “quelli che hanno diritto li prendiamo”…
    Nessuno ha diritti, nessuno, che tutti hanno una casa, se viene invasa stiano a difenderla, come fecero i miei nonni e zii partigiani.
    Ci sveglieremo quando saremo morti, cioè troppo tardi, come sempre succede all’umanità allo sbando…
    Non abbiamo un coordinatore, una sede centrale a cui fare riferimento, miliardi di individui senza una testa e una casa, siamo allo sbando totale, eccolo il vero guaio…
    Appena appare all’orizzonte uno che potrebbe darci una casa, uno con la testa giusta, lo accoppano, non ti sbagli, quelli che accoppano erano quelli giusti. Insomma, quelli buoni li ASSASSINANO subito, si pensi solo all’Africa, andate a leggere quanti veri uomini che volevano fare del oro paese una bona cosa per tutti hanno ASSASSINATO, i nostri capi… quelli che votiamo… quei banditi.
    Oggi c’è un unico uomo che contrasta questa feccia satanista, questo cancro devastante, ma non è l’uomo per tutti, per noi non è nulla, lo possiamo solo ringraziare di aiutarci indirettamente, e infatti i banditi cancro del pianeta lo attaccano da tutte le parti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Anonimo 7 mesi fa

    Tania se ci vogliono 5000 6000 euro per il viaggio Africa Europa mi pare ovvio che quelli che arrivano qui non vengono dalle
    Bidonville o dagli slums dato che come dice iacna con tali cifre in Africa si vive per quasi dieci anni
    Sono invece i rappresentanti dei ceti medi o medio alti,quei ceti che spesso sono complici o conniventi con le politiche
    Delle loro elite di governo più marce e corrotte Delle nostre ,. Elite che consentono la rapina dei loro stessi popoli
    Come del resto fanno con noi i nostri governanti.il piano kalergi e i suoi esecutori, decidono in pratica non solo
    Quanti ma anche con quali africani sostituire la popolazione europea.
    Non sono gli europei i responsabili della rapina ai danni dell’ Africa ma le elite finanziario mercantili che poi
    Gestiscono il piano kalergi .
    Anna abbi pietà stai mandando tre post uguali consecutivi,ma che hai la sindrome da censura?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 7 mesi fa

      Concordo su tutto, escluso il pezzetto che riguarda Anna, che a me piace. In questo sito ci sono poche donne, peccato, quelle che lo frequentano mi piacciono, andrebbe bene anche qualcuna che non mi piace, il posto è grande

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anna 7 mesi fa

        Grazie Tania per il tuo apprezzamento. Anch’io ho molto apprezzato diversi tuoi interventi, soprattutto per la determinazione e l’anticonformismo. Comunque credo che se ci sono poche donne che intervengono, sia perché o non si interessano alle tematiche proposte, o si sentono a disagio ad addentrarsi in ambienti così intrisi di maschilismo, seppur velato ma sensibilmente percettibile (almeno per quanto riguarda la sfera degli utenti). Tu per caso ti sei accorta che se un commento è firmato con il nome di una donna o viene ignorato o viene attaccato? E se invece è firmato con nome maschile, anche se contiene banalità, viene considerato di più? Io sì, dato che in passato mi è capitato di scrivere commenti firmandomi con nome maschile proprio per questo motivo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 7 mesi fa

          Cara Anna, quando vedo il tuo nome non manco mai di leggerti, a volte non sono d’accordo, ti ritengo una bella persona.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Anna 7 mesi fa

        Vorrei solo dire che dopo 5 giorni il mio commento non è stato ancora pubblicato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Redazione 7 mesi fa

          Risolto il problema. Adesso i suoi commenti dovrebbero essere OK.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Anna 7 mesi fa

            Grazie!

            Mi piace Non mi piace
    2. Anna 7 mesi fa

      Anonimo mi scusi se ho fatto dei pasticci con questi commenti, ma non capivo come mai, mentre altri postavano senza alcun problema, i miei non venivano sistematicamente pubblicati… poi la Redazione ha risposto chiarendo il motivo e purtroppo sbloccando in toto i mie vari tentativi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Anna 7 mesi fa

      Mi scusi anonimo, avevo risposto al suo commento 2 giorni (come a Tania), ma di questo assolutamente nessuna traccia. Perciò sì, se vuole ho la “sindrome da censura”, ma questa di fatto, per quanto mi riguarda personalmente, c’è… (evidentemente il filtro del sito blocca solo i miei commenti)

      Rispondi Mi piace Non mi piace