Individuati dal FSB gli esecutori dell’omicidio della giornalista russa Daria Dugina

I servizi speciali ucraini sono stati coinvolti nell’omicidio della giornalista russa Daria Dugina, gli ufficiali russi dell’FSB hanno individuato l’autore che ha piazzato un ordigno esplosivo nell’auto del personaggio pubblico russo Alexander Dugin. Lo riporta il Comando del FSB.
L’FSB ha risolto l’omicidio di Darya Dugina, avvenuto la sera del 20 agosto sull’autostrada Mozhaisk facendo esplodere un ordigno esplosivo piantato in un’auto. L’autore dell’omicidio è stato identificato, si trattava di una cittadina ucraina Vovk Natalya Pavlovna, nata nel 1979, che ha agito su ordine dei servizi speciali ucraini.

È stato stabilito che il crimine è stato preparato e commesso dai servizi speciali ucraini. L’autore è una cittadina ucraina, Vovk Natalya Pavlovna, nata nel 1979 – ha riferito in una nota.

È stato stabilito che Vovk è arrivata in Russia il 23 luglio 2022, insieme alla figlia Shaban Sofia, nata nel 2010. Per organizzare l’omicidio, Vovk ha affittato un appartamento nello stesso edificio in cui abitava Dugina, per il tracciamento è stata utilizzata un’auto Mini Cooper , i numeri di targa sono stati cambiati tre volte: quando sono entrati in Russia, hanno usato targa di Donetsk, a Mosca, metre in kazako quando hanno lasciato ll territorio dell’ucraina.

Daria Dugina, assassinata dagli agenti ucraini

Il giorno dell’omicidio, Vovk, insieme a sua figlia, era presente al festival letterario e musicale Tradition a Zakharovo, dove ha collocato un ordigno esplosivo in un’auto Toyota Land Cruiser Prado, guidata da un giornalista russo.
L’auto è stata fatta saltare in aria sull’autostrada Mozhaisk vicino al villaggio di Bolshiye Vyazemy nel distretto urbano di Odintsovo, Daria Dugina è morta sul colpo, l’auto è completamente bruciata.

Il 21 agosto 2022, la cittadina Vovk Natalya Pavlovna ha lasciato il territorio della Russia, partendo per l’Estonia attraverso la regione di Pskov. I materiali dell’indagine dell’FSB sono stati consegnati al Comitato Investigativo.

Vovk Natalya Pavlovna,, la presunta omicida di Daria

Nota: nel frattempo, a poco più di 24 ore dall’assassinio della giovane Daria Dugina si registrano i patetici tentativi di depistaggio che fanno riferimento ad una presunta rivendicazione di un fantomatico gruppo di ribelli russi che avrebbero rivendicato l’omicidio. La falsa rivendicazione è stata subito ripresa dai media occidentali (quelli italiani in particolare) senza alcuna base per accreditare la tesi di un complotto interno in Russia contro Putin.

Fonti: https://en.topwar.ru/200661-fsb-raskryla-ubijstvo-rossijskoj-zhurnalistki-dari-duginoj.html

https://riafan.ru/23603315-fsb_raskrila_ubiistvo_docheri_filosofa_aleksandra_dugina

Traduzione: Mirko Vlpoodic

Nota: Luciano Lago

Aggiornamento
La cittadina ucraina Natalya Vovk, che è l’autore dell’omicidio della politologa e giornalista Daria Dugina nella regione di Mosca, sarà inserita nella lista dei ricercati in vista della successiva estradizione in Russia, hanno affermato le forze dell’ordine.

“La cittadina ucraina Vovk Natalya Pavlovna, scomparsa in Estonia dopo l’esecuzione dell’omicidio di Darya Dugina, sarà inserita nella lista dei ricercati ai fini dell’estradizione” , hanno detto le forze dell’ordine a TASS .

In precedenza, l’FSB ha riferito che l’omicidio di Dugina è stato preparato dai servizi speciali ucraini, l’autore materiale è una cittadina ucraina Natalia Vovk, fuggita in Estonia.

14 Commenti
  • giovanni
    Inserito alle 15:54h, 22 Agosto Rispondi

    Spezza il cuore il comunicato fatto diffondere dal padre per la perdita immatura della figlia. Nessun padre o madre dovrebbe seppellire i figli perche’ sono i figli che seppelliscono i genitori. Questa e’ la normalita’. Possa Dio consolare la famiglia ed accogliere la sua giovane anima.

    • Niko
      Inserito alle 16:37h, 22 Agosto Rispondi

      da ALEXANDER DUGIN
      “Come tutti sapete, a seguito dell’attacco terroristico condotto dal regime nazista ucraino, mia figlia Daria Dugin è stata brutalmente uccisa in un’esplosione il 20 agosto mentre tornava dal festival “Tradizione” vicino a Mosca. Era una bella ragazza ortodossa, una patriota, una corrispondente di guerra, un’esperta di canali centrali e una filosofa. I suoi discorsi e le sue relazioni erano sempre perspicaci, informati e sobri. Non ha mai invocato la violenza o la guerra.
      Agli esordi era una stella nascente. I nemici della Russia l’hanno uccisa di nascosto, in modo subdolo….
      Ma noi, il nostro popolo, non possiamo essere spezzati nemmeno da colpi così intollerabili. Volevano schiacciare la nostra volontà con il terrore sanguinario contro i migliori e i più vulnerabili tra noi. Ma non ci riusciranno.
      I nostri cuori non desiderano la mera vendetta o la vendetta, che è troppo meschina, troppo poco russa. Vogliamo solo la nostra Vittoria. Mia figlia ha deposto la sua vita di fanciulla sul suo altare. Quindi vincete, per favore!
      Volevamo che crescesse come una ragazza intelligente e un’eroina.
      Che possa ispirare i figli della nostra Madrepatria all’eroismo anche adesso.
      L’addio a Daria Dugina (Platonova), un servizio funebre civile, si terrà il 23 agosto presso il Centro televisivo di Ostankino alle ore 10″

      • Niko
        Inserito alle 21:06h, 22 Agosto Rispondi

        da ALEXANDER DUGIN
        “Come tutti sapete, a seguito dell’attacco terroristico condotto dal regime nazista ucraino, mia figlia Daria Dugin è stata brutalmente uccisa in un’esplosione il 20 agosto mentre tornava dal festival “Tradizione” vicino a Mosca. Era una bella ragazza ortodossa, una patriota, una corrispondente di guerra, un’esperta di canali centrali e una filosofa. I suoi discorsi e le sue relazioni erano sempre perspicaci, informati e sobri. Non ha mai invocato la violenza o la guerra.
        Agli esordi era una stella nascente. I nemici della Russia l’hanno uccisa di nascosto, in modo subdolo….
        Ma noi, il nostro popolo, non possiamo essere spezzati nemmeno da colpi così intollerabili. Volevano schiacciare la nostra volontà con il terrore sanguinario contro i migliori e i più vulnerabili tra noi. Ma non ci riusciranno.
        I nostri cuori non desiderano la mera vendetta o la vendetta, che è troppo meschina, troppo poco russa. Vogliamo solo la nostra Vittoria. Mia figlia ha deposto la sua vita di fanciulla sul suo altare. Quindi vincete, per favore!
        Volevamo che crescesse come una ragazza intelligente e un’eroina.
        Che possa ispirare i figli della nostra Madrepatria all’eroismo anche adesso.
        L’addio a Daria Dugina (Platonova), un servizio funebre civile, si terrà il 23 agosto presso il Centro televisivo di Ostankino alle ore 10

  • Giorgio
    Inserito alle 16:17h, 22 Agosto Rispondi

    Gli esecutori UCRO-NATO e ancor più i mandanti USA-GB-UE-SIONISTI …. devono pagare un prezzo altissimo per questo crimine ….
    Non ci sono considerazioni geo politiche che tengano …. VA FATTA GIUSTIZIA SENZA SE E SENZA MA …… !!!!!
    LE ESECUZIONI DI SOLEIMANI E DARIA DUGIN GRIDANO VENDETTA !!!!

    • Manente
      Inserito alle 18:47h, 22 Agosto Rispondi

      @GIORGIO Pienamente d’accordo, è stata superata una linea rossa di troppo e con questi criminali bisogna ribattere colpo su colpo: la vita di Daria contro quella di Zelensky, Kuleba, Attali, Straus Kan, Nuland, fino a Soros, Bill Gates ed oltre, solo così possono essere fermati !

      • Manente
        Inserito alle 00:09h, 24 Agosto Rispondi

        Correggo l’involontario errore di persona fatto nel mio commento e mi scuso: non Strauss Kahn ma Bernard Heny-Levy

  • Andrea
    Inserito alle 16:23h, 22 Agosto Rispondi

    Perů c=ú una cosa che non mi torna: gli ukronazi impongono all’Europa di non accettare russi nel suo territorio, mentre i russi accettano tranqullamente gli ukronazi nel loro?

  • Benedetto le donne
    Inserito alle 16:34h, 22 Agosto Rispondi

    Non si capisce perché la Russia non vuole vincere in Ucraina e perché non abbatte aerei e missili israeliani in Siria forse in Russia comandano gli ebrei anzi è sicuro perché fsb non ha protetto la dugin crediamo siano incapaci

    • Andrea
      Inserito alle 16:50h, 22 Agosto Rispondi

      La situazione in Russia è molto più complessa di quel che noi possiamo immaginare. Secondo me ci sono molte cose tra Bidon, il fatto s trafatto di Kiev e Putin che noi non sappiamo e non sapremo mai. Tanti parlano del Great Reset, anch’io sto cominciando purtroppo a pensarlo

  • Sarabanda82
    Inserito alle 17:14h, 22 Agosto Rispondi

    Quanti commenti stupidi ,folli, ed assurdi scritti da poveri imbecilli ignoranti al cubo fuori di testa che leggo da due giorni !
    Progettare ed eseguire un attentato terroristico in un qualsiasi paese al mondo contro un obbiettivo politico di terzo livello privo di una scorta e del minimo sospetto di essere un bersaglio per dei servizi segreti stranieri è la azione più facile è stupida da compiere .
    Mettere una bomba Israeliana su Argo 16 ( aereo militare italiano da trasporto e farlo saltare in aria sul cielo di Venezia ) perché era colpevole di aver trasportato e messo in salvo un capo Palestinese della OLP quella è stata una azione militare e terroristica Israeliana degna di rispetto !
    Non è facile né sapere dai militari la reale destinazione di un aereo militare né installare e collocare una bomba a tempo !
    Il Mossad è riuscito quasi 50 anni fa a conoscere in anticipo i piani di volo di collocare una bomba a bordo di un aereo MILITARE ITALIANO e di regolarla e farla esplodere 4- 5 minuti prima del suo atterraggio o passaggio su Venezia .
    Questo è un attentato degno di nota che dimostrava le alte capacità Israeliane dei suoi servizi segreti !
    Obbiettivo militare Italiano in teoria inattaccabile tempo di realizzazione del sabotaggio molto scarso poiché l” aereo non doveva rientrare alla Base nessun progetto e studio preventivo in totale il Mossad al” inizio degli anni 70 ha avuto poche ore per eseguire l” ordine di fare una rappresaglia contro l ” Italia abbattendo il suo aereo militare e uccidendo tutto il suo equipaggio che aveva la sola colpa di aver trasportato in salvo un capo OLP .
    Far saltare in aria la figlia di un politico russo di terzo livello senza scorta né protezione ci riuscirebbe anche un Pinco Pallino qualsiasi !

  • eusebio
    Inserito alle 19:25h, 22 Agosto Rispondi

    Sono patetici, li hanno beccati subito, sull’account Twitter Russian with Attitude è finita pure la notizia che la Mini Cooper usata dall’agente della SBU è già in vendita a Kiev https://twitter.com/RWApodcast/status/1561682384856223747 si spera ora nel lancio sui palazzi del potere a Kiev di un certo numero di Kalibr e Khinzal.
    Intanto i cittadini di Kiev timorosi delle risposte missilistiche russe lasciano in massa la città https://twitter.com/Ukraine66251776/status/1561514053046075395

    • дуx
      Inserito alle 11:18h, 23 Agosto Rispondi

      Gentile Eusebio…
      questi credono di scappare, da qualche parte (europa us australia, giappone) mescolandosi alla folla…
      Альфа & Вымпел li hanno gia’ tracciati, sanno gia dove andranno a dormire nei prossimi giorni. , cio’ vale anche per i compari jewukrop… il bombardamento su verhovna rada, governo, mindifesa, e comandi stato maggiore, arrivera…. con calma.
      ..stanno gia’ tracciando tutti gli ufficiali e sottufficali nato (ci sono anche i fancazzisti italioni) presenti in ukraina, romania, polonia.

  • Hannibal7
    Inserito alle 10:23h, 23 Agosto Rispondi

    Una cosa mi puzza assai
    La Mini della baldracca entra in Russia e cambia targa per ben 2 volte per un totale di 3 targhe usate
    Su un canale Telegram ho visto le foto dell’auto alla dogana sia in entrata che in uscita dalla Russia
    L’auto viene ispezionata minuziosamente all’interno e nel bagagliaio
    Le targhe sono state fornite quindi all’interno del territorio russo
    Oltre i mandanti e la esecutrice bisogna scovare i traditori
    Le telecamere di sorveglianza del parcheggio dell’hotel tra l’altro erano fuori uso da 2 settimane, così ho letto
    Una coincidenza???

    Mi aspetto una risposta dura da parte della Russia
    O forse ci spero…come in fondo ci speriamo in tanti qui…o mi sbaglio?

    Onore e rispetto a Darya
    Dasvidania gente

  • Gasparino
    Inserito alle 15:13h, 23 Agosto Rispondi

    Esprimo comunque le Mie condoglianze per questa atrocità che ha colpito la famiglia Dugin, sperando che l’assassinio di Daria serva da Elettroshock a Putin per svegliarsi e darsi una mossa , anche nei riguardi di Josep Borrell, il capo della politica estera dell’Unione europea
    che vuole addestrare le forze armate ucraine e che forse non è complice indiretto di questo omicidio !

Inserisci un Commento