Indifferente agli appelli internazionali, Israele procede con l’invasione di Rafah dopo il via libera del Gabinetto di Guerra

L’esercito di occupazione israeliano annuncia l’avvio di attacchi sulla parte orientale di Rafah come parte dell’operazione.
Il gabinetto di guerra israeliano ha deciso all’unanimità di procedere con l’invasione di Rafaha, ha annunciato lunedì scorso l’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu, poche ore dopo che il gruppo della Resistenza Hamas aveva informato i mediatori di aver concordato una proposta di accordo di cessate il fuoco.

Poco dopo la dichiarazione, l’esercito di occupazione israeliano ha annunciato il lancio di pesanti attacchi contro Rafah orientale, che includevano bombardamenti a tappeto su aree e lancio di razzi in preparazione all’attacco di terra.

In precedenza, secondo l’ufficio di Netanyahu, l’offensiva di terra mirava “ad esercitare pressioni militari su Hamas, con l’obiettivo di fare progressi nella liberazione degli ostaggi e per altri obiettivi di guerra”, aggiungendo che la proposta accettata dalla Resistenza è “lontana dalle intenzioni di Israele”e dalle richieste obbligatorie”.

Rafah è una piccola città al confine con l’Egitto ed è oggi considerata una delle regioni più densamente popolate del mondo. Oltre 1,4 milioni di palestinesi sono attualmente rifugiati nella città dopo essere stati sfollati con la forza dalle forze di occupazione provenienti da altre regioni di Gaza.

Rafah sotto bombardamenti

Washington ha ripetutamente avvertito che si opporrà a un attacco a Rafah, citando il timore di un elevato numero di vittime civili mentre cresce la pressione sul presidente americano Joe Biden all’interno degli Stati Uniti, soprattutto nel contesto delle proteste universitarie in corso, con l’avvicinarsi delle elezioni.

Tutto questo avviene anche mentre il Ministero della Sanità palestinese a Gaza ha annunciato oggi che il numero di palestinesi uccisi a Gaza a causa della guerra genocida israeliana in corso da 213 giorni ha raggiunto quota 34.735 e quelli feriti 78.108.

Commentando l’approvazione dell’accordo da parte di Hamas, Channel 12 ha citato funzionari israeliani che hanno affermato che “Israele” sta ora valutando attentamente la risposta di Hamas e pubblicherà commenti ordinati più tardi questa sera, sostenendo che “questa non è la stessa proposta” per un accordo che 10 giorni fa “Israele” ed Egitto hanno concordato un accordo che da allora avrebbe dovuto servire da base per i negoziati indiretti.

Sono state inserite “clausole di ogni genere”, si legge nel servizio televisivo. Queste nuove clausole, tra le altre questioni, si riferiscono alle questioni cardinali su se, come e quando la guerra finirà e che tipo di garanzie verranno offerte a tal fine.

Tuttavia, commentando le affermazioni dell’occupazione, Reuters ha citato un funzionario americano che ha familiarità con i negoziati che ha affermato: “Netanyahu e il gabinetto di guerra non sembrano avvicinarsi all’ultima fase dei negoziati (con Hamas) in buona fede”.

Popolazione di Gaza in fuga

Nelle prime ore di oggi , l’esercito di occupazione ha lanciato una campagna per sfollare con la forza i palestinesi residenti nella parte orientale di Rafah, dando istruzioni alle famiglie tramite volantini e messaggi SMS di spostarsi verso l’area di al-Mawasi.
Nota: La situazione della popolazione civile a Gaza, senza viveri, senza medicinali ed acqua potabile è sempre più drammatica.

Al Mayadeen inglese
Fonte: Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

5 commenti su “Indifferente agli appelli internazionali, Israele procede con l’invasione di Rafah dopo il via libera del Gabinetto di Guerra

  1. Gli ebrei sono sempre stati il popolo più perseguitato della storia,perfino i romani , che di massacri se ne intendevano abbastanza, li hanno definiti : nemici dell’umanità. Hanno sempre pagato un prezzo immenso per la loro crudele superbia e
    e per questa hanno rasentato l’estinzione molte volte. È successo con gli assiri, con i persiani, coi romani ….fino ad arrivare ai nazisti. L’elenco sarebbe davvero lungo. La menzogna, la superbia e la crudeltà li hanno sempre distinti da tutti gli altri popoli. E oggi assistiamo al riacutizzarsi di questo male che si portano dentro e corrompe la loro ragione e l’anima. Pagheranno per questo massacro? No, se in questo scontro globale tra occidente e resto del mondo vincerà l’occidente…..Spero con tutto il cuore che non sarà così…..

  2. Israele non concluderà alcun accordo significativo con Hamas, come hanno fatto con Anp. Ma tutto puo’ succedere.

  3. Il cinismo sionista non ha limiti, il mondo cosiddetto civile inorridito gira la testa dall’altra parte, gli antagonisti del multipolarismo si danno da fare perché quando verrà comodo l’orrore diventi arma contro l’imperante impero, La gente di Gaza muore nelle sofferenze estreme senza dignità. Il mondo ne esce peggiorato irrimediabilmente, diamo un addio a molte delle nostre sicurezze conquistate in secoli di lotte e speranze.

  4. Israele non vuole sterminare Hamas, vuole sterminare i palestinesi ; ha potuto concepire questo orrore nazista grazie alla protezione degli angloamericani. USA, Inghilterra e Israele sono un solo stato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM