“Incomprensibile per un membro Nato”: il ministro degli Esteri tedesco rimprovera Erdogan per la foto insieme a Putin e Raisi


Annalena Baerbock ha definito l’immagine, scattata durante il vertice tripartito di Teheran tra Russia, Turchia e Iran, una “sfida” per il blocco militare.
Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha criticato la foto congiunta del presidente turco con i suoi omologhi russi e iraniani che si tengono per mano durante il loro vertice tripartito a Teheran il 19 luglio.

In un’intervista pubblicata da Bild questo sabato, il massimo diplomatico del Paese europeo ha affermato che “il fatto che il presidente turco sia in questa foto è una sfida, per usare un eufemismo “.

Baerbock ha sottolineato che, in quanto membro dell’Alleanza Atlantica, la Turchia sta fornendo ” un massiccio supporto militare ” quando si tratta dell’Ucraina .

“Ecco perché questa foto è più che incomprensibile per me , soprattutto dal punto di vista di un membro della NATO”, ha aggiunto.

Il ministro ritiene che l’incontro di Teheran confermi l’importanza di “stare insieme a partner con valori ” che “non solo credono negli standard internazionali, ma li difendono”, poiché anche altri che non condividono quei valori uniscono le forze .
Il vertice tra il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il russo Vladimir Putin e l’iraniano Ebrahim Raisi si è svolto nel formato del processo di Astana , che lavora per la risoluzione del conflitto in Siria.

Tra gli altri risultati dell’incontro, Ebrahim Raisi ha affermato che Russia, Iran e Turchia hanno convenuto che gli Stati Uniti dovrebbero ritirarsi dalla Siria . Ha anche indicato che i tre leader hanno convenuto che l’integrità territoriale della Siria deve essere preservata.

Annalena Baerbock

Due dei paesi in questo formato sono soggetti a sanzioni occidentali : la Russia per il conflitto in Ucraina e l’Iran per il suo programma di energia nucleare.

Nota: Per il ministro tedesco i “valori” dell’Occidente non includono la possibilità di rispettare l’integrità e l’indipendenza di altri paesi, come la Siria da esempio, dove le truppe USA e della NATO occupano il nord del paese e sottraggono illegalmente le risorse petrolifere di quel paese, così come accade anche in Iraq allo stesso modo. Le regole dell’Occidente rendono possibile l’assedio con le sanzioni di interi popoli utilizzando la fame come arma di guerra per piegare coloro che non si arrendono, come a accade in Siria, in Iran, nello Yemen, in Venezuela, a Cuba e in molti altri paesi. Questi sono i “valori dell’Occidente”?

Fonte: RT Actualidad

Trduzione e nota : Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM