In Ucraina sono già stati schierati circa 10mila soldati USA e NATO – Ministero degli Esteri russo

MOSCA , 15 dicembre 2021 , 16:37 – REGNUMLa situazione in Ucraina rimane tesa, ma i paesi della NATO stanno ancora aumentando la fornitura di armi a Kiev, “aggiungendo benzina sul fuoco”, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova durante un briefing del 15 dicembre .
Ha sottolineato che lo scopo di queste azioni è di fomentare la guerra civile in questo paese.

“Lo sviluppo della situazione in Ucraina continua a destare preoccupazione”, per usare un eufemismo. I paesi della NATO stanno aumentando la fornitura di armi all’Ucraina, addestrando i suoi militari, ma lo stanno facendo non allo scopo di qualche mitico compito di mantenere stabilità e sicurezza, ma al fine, aggiungendo benzina al fuoco, di dare un ancora maggiore escalation alla guerra civile in corso nel paese “, – ha affermato Zakharova.

Ha chiarito che dal 2014 gli Stati Uniti hanno fornito assistenza militare all’Ucraina per 2,5 miliardi di dollari e nel 2022 gli Stati Uniti hanno stanziato 300 milioni di dollari per la fornitura di armi a Kiev.

Zakharova ha osservato che allo stesso tempo sul territorio dell’Ucraina sono state schierate circa 10 mila truppe statunitensi e della NATO.

“Gli istruttori occidentali continuano ad addestrare l’esercito ucraino. Nel paese del vittorioso Maidan sono di stanza circa 10 mila militari dei paesi della NATO: 4 mila dagli Stati Uniti, 6 mila da altri stati dell’alleanza “, ha affermato.

Maria Zakharova portavoce Ministero Esteri

Ministero degli Esteri russo: non ci si può fidare delle dichiarazioni della NATO –

MOSCA , 15 dicembre 2021 – Non ci si può fidare delle parole dei rappresentanti della NATO, poiché differiscono dai fatti reali, ha affermato il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova in un briefing il 15 dicembre .
Secondo lei, nei rapporti con l’Alleanza atlantica, Mosca sarà guidata da azioni concrete.

“Proprio perché non ci si può fidare delle parole che ascoltiamo dai Paesi Nato e direttamente dall’Alleanza – perché non sono sostenute da fatti – ci concentreremo sulle loro azioni concrete. Abbiamo inviato le nostre proposte, saremo guidati da una reazione pratica ” , ha affermato Zakharova.

Подробности: https://regnum.ru/news/polit/3452330.html

Traduzione: Sergei Leonov

6 Commenti
  • Valerio T
    Inserito alle 08:42h, 16 Dicembre Rispondi

    Certo che ci vuole proprio una bella faccia di bronzo, la portavoce starnazza che soldati stranieri stanno in Ucraina mentre i soldati russi fanno la guerra in Ucraina. Putin si sta avvitando nel suo ruolo di dittatore e pur di mantenere il potere avvelena il popolo russo con queste farse di propaganda. Avrebbe dovuto (Putin) affondare la lama in Ucraina nel 2014 ora per lui è tardi, la sorpresa è sfumata e nel frattempo l’Ucraina si è armata quel tanto che ogni iniziativa sarà un bagno di sangue per la Russia.

    • atlas
      Inserito alle 10:16h, 16 Dicembre Rispondi

      ma ci saranno già anche itali ani democratici come te in Ukraina ? Sono contento …

      • Valerio T
        Inserito alle 16:48h, 16 Dicembre Rispondi

        Sempre con queste battute demenziali. La verità è che oggi Putin se invade l’Ucraina lascia dietro di se una bella striscia di sangue russo. Per la cronaca, io ero in Ucraina nel 2014 ed ho visto un esercito di pezzenti fermare quello che voi definite l’esercito più forte al mondo. Fattene una ragione, vi odiano tutti e di quelli che vi hanno subiti nessuno vuole tornare sotto le vostre grinfie.

        • Nessuno
          Inserito alle 23:59h, 16 Dicembre Rispondi

          Sogna e continua a fantasticare … buona notte

        • atlas
          Inserito alle 02:24h, 17 Dicembre Rispondi

          signor Valerio T ritapalle ripeto: a me basta che in Ucraina vadano i gis, i nocs, il colmoschin e il comsubin, il meglio delle ff.aa. democratiche dell’italia. i bersaglieri, i granatieri di Sardegna e gli avieri, con la guardia costiera pure. E magari anche il generale Figliuolo. Così ce li togliamo tutti quanti dalle palle (come ci godrò). E poi altri vecchi brutti, sporchi e cattivi, barbari che parlano come bovi, in val brembana, a Lecco, a Sondrio … tutti senza gas, a crepare dal freddo (come ci godo). Anche delle Due Sicilie fa freddo (un mese e mezzo l’anno), ma non si muore

        • Giorgio
          Inserito alle 07:30h, 17 Dicembre Rispondi

          Sarà il caso di trasferirsi nel Bronx o in una delle tante bidonville o favelas delle bellissime metropoli occidentali ……
          dove si realizza tutti i giorni il “sogno americano” ………

Inserisci un Commento