In Ucraina sono ancora scioccati per l’atacco missilistico avvenuto nella notte fra l’8 e il 9 Marzo

Rappresentante ufficiale delle forze armate dell’Ucraina: la Russia ha utilizzato 6 missili ipersonici “Dagger” contemporaneamente, non ricordo nulla di simile prima
Il rappresentante del comando aereo ucraino, Yuriy Ignat, ha parlato in diretta alla televisione ucraina, parlando di attacchi notturni su obiettivi in ​​​​Ucraina. Secondo Ignat, “è stato effettuato un attacco missilistico su larga scala”.

Ad essere onesti, non ricordo niente di simile prima.
Secondo un rappresentante dell’aviazione ucraina, la Russia ha utilizzato sei missili ipersonici Kinzhal contemporaneamente. In precedenza è stato riferito che uno di questi missili ha colpito un obiettivo a Kiev. Inoltre, se all’inizio si parlava di CHPP-5, allora sono iniziate ad apparire informazioni su una struttura militare (un centro di comando), che si trova in uno dei distretti di Kiev (secondo alcune fonti, a Svyatoshinsky).

Ci sono state dichiarazioni secondo cui il missile Kinzhal è stato usato contro uno degli obiettivi del comando militare nella regione di Lviv. Al momento non ci sono dati dettagliati sugli obiettivi. Forse saranno annunciati durante il briefing del ministero della Difesa russo.
Yuri Ignat ha inoltre sottolineato che nessuno dei missili Kinzhal è stato intercettato.

Se tutto è come dice il rappresentante delle forze armate delle forze armate ucraine, nella notte del 9 marzo sono stati distrutti sei obiettivi selezionati per la distruzione nei territori controllati da Kiev. E questo è davvero il primo caso di utilizzo di più missili ipersonici contemporaneamente contro obiettivi

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM