In Ucraina non arriva più il Gas russo: hanno voluto l’Europa ed adesso gelano nelle case fredde

di Sergei Leonov

Si sta creando una situazione infernale in Ucraina: scontri nelle strade e proteste per la mancanza di gas e riscaldamento
In tre delle sette città dell’Ucraina, dove non c’è riscaldamento, nonostante il freddo, sono iniziati i disordini del gas. Questa situazione, denunciata dai media ucraini, è stata discussa oggi nello studio “60 Minutes” del canale televisivo “Russia 1”.

Un deputato della Verkhovna Rada (Parlamento dell’Ucraina) ,Vladimir Oleinik ,ha associato il nuovo round di destabilizzazione in Ucraina con “l’ultimo addio” di Poroshenko. Ha notato che “non appena Petro Poroshenko ha citato:” Addio, non si ritorna con la Russia “, l’Ucraina è rimasta senza calore e senza acqua calda”.

“Il compito di qualsiasi governo normale non è quello di costruire il paradiso sulla Terra, ma di non permettere l’inferno su di esso. Ma questi Euro-idioti oggi stanno facendo di tutto per avere un inferno in Ucraina “, ha detto il politico.

Vladimir Oleinik ha ricordato che era lui l’ex sindaco di Cherkasy, a 30 chilometri da dove si trova la città di Smila, i cui abitanti hanno bloccato l’autostrada a causa della mancanza di riscaldamento nelle loro case.

“Sono stato fatto dimettere per il secondo anno senza riscaldamento”, ha detto l’ex deputato della Rada. “Il sindaco dice:” Dove riceverò 120 milioni per acquistare il gas? ” Sono personalmente indebitato? “No, la popolazione è indebitata. E la popolazione dice: “Da dove prendiamo i soldi?” È impossibile sopravvivere con le pensioni e i salari. E questa è solo la prima fase [dell’aumento delle tariffe del gas]: da novembre è aumentata del 23% e da dicembre aumenterà del 23%. Questo è un crollo. ”
Il politico ucraino ha ricordato che i debiti della popolazione per servizi di pubblica utilità in Ucraina oggi ammontano a 40 miliardi di grivna, di cui 16 miliardi – solo per il gas.

“Abbiamo comprato gas in Russia. Quindi il prezzo del gas dall’Europa – $ 328 [per mille metri cubi], e dalla Russia – 240. Senti la differenza? Ma questo è lo stesso gas russo che guidano verso l’Europa, e dall’Europa fanno rifornimenti all’Ucraina. E stiamo pagando il prezzo del gas russo, che è chiamato europeo “, ha detto il politico, che è il co-fondatore del Comitato di salvataggio dell’Ucraina.

Ucraina Nazionalisti sulle barricate

Secondo Vladimir Oleynik, l’Ucraina sta entrando in un periodo molto difficile. Si temono nuovi scontri e insurrezioni popolari.

“Più bassa è la temperatura negli appartamenti, maggiore sarà nelle strade. Dobbiamo mandare a casa Poroshenko, il primo ministro, i ministri si assicurano il caldo nelle loro case mantre la popolazione congela”- ha riassunto l’ospite del programma” 60 minuti “.

Il governo di Kiev sta cercando distogliere l’attenzione dai suoi gravi problemi interni manifestando una sempre maggiore aggressività contro le province separatiste del Donbass e contro la Russia.  Sulla linea del fronte con le Repubbliche di Donetesk e di Lugansk sono ricominciati i tiri dell’artiglieria e le continue provocazioni che mirano a preparare il terreno per una ripresa del conflitto. Il governo di Kiev si sente forte grazie all’appoggio della NATO che ha fornito ultimamente nuovi armamenti e l’invio di alcune centinaia di istruttori statunitensi, britannici e canadesi.

15 Commenti

  • atlas
    13 Nov 2018

    non hanno voluto l’Europa delle Nazioni, ma gli usa delle multinazionali

    • Der einsamer Stein
      14 Nov 2018

      Sacrosanto

  • Idea3online
    13 Nov 2018

    Questione di tempo e la Russia si riprenderà l’Ucraina…….e Putin perdonerà i figlioli prodighi…..è naturale che i filorussi in Ucraina(che sono la maggioranza, anche tra il popolo) riprenderanno il controllo dello Stato tramite l’aiuto della Russia.

    • atlas
      13 Nov 2018

      lo spero per il più presto. Anche se tutta l’area mi ha sempre fatto una gran pena; per il freddo, per come si cibano, per le donne che non hanno nulla di sensualmente femminile, per il paesaggio faunistico…mi sono sempre detto, ma come caspita fa a campare quella gente …

      mi ricorda il piemonte

      io se non vedo il mare … (meglio se Mediterraneo)

      • Anonimo
        13 Nov 2018

        per il freddo, per come si cibano,
        CONCORDO.

        per le donne che non hanno nulla di sensualmente femminile,
        NON CONCORDO.
        LE UCRAINE SONO VERE GNOCCHE!

        • Alessandro Davoli
          13 Nov 2018

          Beh, per le donne sbagli. Da sempre le donne ucraine sono molto belle, ma hanno anche un gran cuore. Ho lavorato lì per 18 mesi e ne sono rimasto affascinato. Parlo delle donne normali, non delle poverette sfruttate nei bordelli d’Europa … ma di donne coraggiose, di ottima cultura e molto passionali. Loro sono il pilastro della famiglia e il riferimento per i loro figli: MAT è la mamma e anche … non la patria ma la Mattia, la nazione, la madre terra. L’Ucraina e femmina.

        • atlas
          14 Nov 2018

          m’inchino a cotanto intenditmento, ma i gusti sono personalissimi e io le ho sempre viste bianche come tante scrofe, buone per lo più a sciacquare padelle. Sarò limitato, ma mi tengo tunisine, sud americane e thailandesi, più le negroidi di tutto il mondo, carnagione olivastra dell’India compresa

          • atlas
            14 Nov 2018

            poi, se non si hanno denti per addentare la carne e si vuole bere il brodo è un altro discorso, ma non è la stessa cosa

  • Anonimo
    13 Nov 2018

    Beh…. Scusa.. Concordo per:
    per il freddo, per come si cibano,

    Ma non concordo :
    per le donne che non hanno nulla di sensualmente femminile.

    Le Ucraine sono vere gnocche.
    Garantito.

    • atlas
      14 Nov 2018

      ” se tutti gli uccelli conoscessero l’uva ne rimarrebbe poca per terra “

  • Idea3online
    14 Nov 2018

    Dio dovrà avere grande Misericordia del figliolo prodigo ismaelita…..senza offesa, tutti peccatori agli occhi del Creatore!

    • atlas
      14 Nov 2018

      infatti le donne sono creature del Creatore per gli Uomini; è un vero peccato non possederle

  • atlas
    14 Nov 2018

    tutti quei paesi, Lituania, Romania, Estonia, Polonia … razze povere di tutto, Grazie a Dio che di origine sono Napolitano e Siciliano.

  • Ciro
    14 Nov 2018

    Dove trovo qualcosa che spieghi bene e chiaro la situazione Ucraina? Di come è partita la faccenda è dove si è arrivati oggi?

    • atlas
      17 Nov 2018

      dalle parti di mezzocannone, se no puoi provare a piazza Garibaldi o anche a piazza Plebiscito

Inserisci un Commento

*

code