In quale data esatta si è verificato il primo crollo dell’impero anglo-sionista?

Di Le Saker

Ci sono molte possibili risposte a questa domanda. Alcuni dicono con l’omicidio Kennedy. Altri menzionano Clinton, la cui presidenza ha inaugurato una politica di imperialismo armato in tutto il pianeta; questa amministrazione fu anche la prima ad assistere a un importante “coming out” dei neocon (molti dei quali si erano già infiltrati nel GOP durante Reagan). Poi c’è l’11 settembre con la successiva GWOT (War on Terror) . Come ho detto, questi sono tutti buoni candidati e ce ne sono molti altri.

Ricordo che una sera nel lontano 1991, ero seduto con alcuni amici nella caffetteria SAIS a discutere del futuro degli Stati Uniti con alcuni studenti molto intelligenti, tra cui un colonnello dell’esercito pakistano, un capitano Americano che ha prestato servizio su portaerei e uno spagnolo diplomatico: Eravamo tutti d’accordo sul fatto che “il sistema” fosse perfetto, per così dire, e che gli Stati Uniti sarebbero crollati solo se un forte shock esterno li avesse colpiti duramente. Siamo tutti d’accordo sul fatto che la combinazione della migliore macchina di propaganda della storia, la stupidità derivante da molte ore al giorno a guardare l’Idiot Tube e, infine, un apparato di repressione molto efficace hanno creato quasi una dittatura. perfetta: quello che dà solo l’illusione della democrazia e del potere popolare.

Anni dopo, nel 2017, ho letto il brillante libro di JM Greer ” Twilight’s Last Gleaming ” che ho poi recensito qui . Direi che questo libro è uno dei migliori scritti sull’argomento di un futuro collasso americano, anche se è un libro di fantasia (scritto molto bene) perché illustra brillantemente il genere di stato della mente che può ottenere un presunto superpotere in una situazione molto brutta.

Per me tutto questo aveva perfettamente senso, ma solo perché io, ei miei amici SAIS, non abbiamo nemmeno mai considerato la possibilità che la Nomenklatura americana si suicidasse e così provocasse abbattimento dell’Impero Anglo-Sionista. .
Eppure è esattamente quello che è successo.
Allora, quando è iniziato tutto questo?

Ci sono molte possibili risposte a questa domanda. Alcuni dicono con l’omicidio Kennedy. Altri menzionano Clinton, la cui presidenza ha inaugurato una politica di imperialismo armato in tutto il pianeta; questa amministrazione fu anche la prima ad assistere a un importante “coming out” dei neocon (molti dei quali si erano già infiltrati nel GOP durante Reagan). Poi c’è l’11 settembre con la successiva GWOT (War on Terror). Come ho detto, questi sono tutti buoni candidati e ce ne sono molti altri.

Hillary Clinto,n l’invasata guerrafondaia

La mia opinione personale è che il principale fattore scatenante del collasso sia stato sotto Barack Obama, un presidente veramente eccezionalmente debole che avrebbe fatto un venditore di auto usate assolutamente formidabile, ma che come presidente ha perso il controllo del suo paese e anche della sua stessa amministrazione. È stato sotto Obama che abbiamo visto il vuoto al vertice che ha portato varie agenzie (DoS, DoD, CIA, Pentagono, ecc.) A sviluppare le proprie “politiche estere”, con il risultato di un totale caos in prima linea. di politica estera. Inutile dire che avere arpie come Hillary Clinton o Susan Rice o Samantha Power non ha aiutato!
[Box: Cosa rende le donne occidentali ancora più bellicose degli uomini quando raggiungono una posizione di potere ?! Guardando donne come Thatcher o Hillary, mi chiedo se queste donne non siano accuratamente selezionate proprio per il loro cattivo carattere e abbiano bisogno di dimostrare di essere “uguali” agli uomini essendo ancora più cattive e assassine dei politici. …]
Dalla sua elezione, è diventato molto popolare incolpare Donald Trump per tutto ciò che è andato storto sotto la sua presidenza e, in effetti, c’è molto da biasimarlo. Ma quello che molte persone dimenticano è che quasi tutto quello che è andato storto sotto Trump è iniziato con Obama! Quando Trump dice di aver ereditato un terribile pasticcio, ha assolutamente ragione. Non che questo lo scusi dal suo contributo al caos e al collasso!

E, in verità, la più grande differenza tra Obama e Trump è che Trump non ha iniziato nessuna vera guerra . Sì, ha minacciato molti paesi con attacchi militari (un crimine ai sensi del diritto internazionale), ma non ha mai dato il via libera ad attacchi significativi (ha tentato solo attacchi altamente simbolici e totalmente inefficaci. in Siria). Ripeto: quest’uomo è stato uno dei pochissimi presidenti americani che non ha commesso il crimine di aggressione, il crimine più alto possibile ai sensi del diritto internazionale, al di sopra dei crimini contro l’umanità o addirittura di genocidio , perché il crimine di aggressione “contiene in sé tutto il male accumulato”, nelle parole del procuratore capo degli Stati Uniti a Norimberga e del giudice associato della Corte suprema degli Stati Uniti, Robert H. Jackson . Io sostengo che solo per questo motivo qualsiasi persona onesta dovrebbe scegliere lui su Biden (che lui stesso è solo una copertura per il “presidente” Harris e un burattino della banda Clinton). O quello o non votare affatto se la tua coscienza non ti permette di votare per Trump. Ma votare per Biden è impensabile per qualsiasi persona onesta, almeno a mio modesto parere.

Nel corso degli anni di Trump, è accaduto qualcosa di assolutamente incredibile: mentre Trump e la sua amministrazione erano impegnati a distruggere l’Impero esterno, i Democratici hanno riversato tutte le loro energie e risorse per distruggere Trump. Tuttavia, per parafrasare una citazione dell’autore russo Zinoviev , ” hanno preso di mira Trump ma hanno colpito gli Stati Uniti ” (la citazione di Zinoviev riguardava i cosiddetti antisovietici: ” Метили в коммунизм, а попали в Россию ” che può essere tradotto come ” Stavano prendendo di mira il comunismo, ma hanno colpito la Russia “).

Quello che è successo dopo è stato esattamente quello che i miei amici della SAIS e io non avremmo mai potuto immaginare: le élite dominanti americane si sono suicidate collettivamente.

Il suicidio di solito si svolge in tre fasi: la decisione di suicidarsi, l’atto stesso del suicidio e poi la morte. Se accettiamo che la decisione di impegnarsi in un comportamento che può essere descritto solo come suicida è stata presa durante gli anni di Obama, allora si pone la questione di dove siamo ora. In altre parole, l’Impero è già morto o sta ancora morendo?
Mi stavo chiedendo questa domanda l’altro giorno quando ho improvvisamente realizzato che avrei potuto capire il momento esatto in cui l’Impero è crollato: l’8 gennaio 2020.

Cos’è successo quel giorno?

A seguito dell’omicidio del maggiore generale Qasem Soleimani in un attacco di droni statunitensi (3 gennaio 2020), gli iraniani si sono vendicati utilizzando missili per attaccare diverse basi statunitensi in Iraq. Secondo la parte americana, ci sono stati solo feriti lievi, il che è molto probabile poiché gli iraniani hanno avvertito gli Stati Uniti attraverso diversi canali secondari di ciò che stavano progettando di fare. Questo argomento è stato utilizzato da Trump e dai suoi sostenitori per dire che la reazione iraniana è stata debole, inefficace e potrebbe essere ignorata del tutto.

A mio parere, il momento in cui l’amministrazione Trump ha rilasciato questa dichiarazione è stato quando è stato firmato il certificato di morte dell’Impero. Perché?

Innanzitutto, il basso numero di vittime americane (probabilmente superiore alla cifra ufficiale, le truppe americane sono state evacuate e processate in diversi paesi) è dovuto solo al fatto che gli iraniani sono degli strateghi superbi: si sono resi conto che uccidendo molti soldati Gli americani costringerebbero Trump a vendicarsi vigorosamente, quindi hanno scelto di non ucciderli. Invece, hanno puntato una pistola alla loro testa collettiva. Come? “O” Cosa?

Pensaci: il contrattacco iraniano ha mostrato al mondo qualcosa di cui la maggior parte delle persone non si rende conto: i missili iraniani (balistici e da crociera) erano molto più precisi di quanto si pensasse in precedenza. In effetti, hanno chiaramente una qualche forma di guida terminale. In poche parole, gli iraniani hanno dimostrato di poter consegnare una testata del peso di diverse centinaia di chilogrammi di esplosivi ad alto potenziale in modo molto preciso quasi ovunque in Medio Oriente. Per darti un’idea visiva della loro copertura attuale, dai un’occhiata a questa pagina.

Vale la pena ripeterlo: gli iraniani hanno ora dimostrato di poter collocare diverse centinaia di chilogrammi di esplosivi ad alto potenziale ovunque in Medio Oriente con un CEP di circa 3-5 metri!

Ricordi il bombardamento delle torri Khobar ? Sì, era un camion bomba con molti più esplosivi di quanti un missile possa trasportare (almeno un ordine di grandezza), ma anche questo camion era parcheggiato lontano dalle torri! Eppure quel giorno morirono poco meno di 500 persone.

Ci sono molte installazioni militari statunitensi simili in Medio Oriente, con molti edifici che ospitano centinaia di militari statunitensi. Immagina cosa sarebbe successo se gli iraniani avessero deciso di uccidere quante più vite possibili e piazzare due dei loro missili proprio sopra, diciamo, 10 di quelle installazioni – immagina il costo in vite umane!

Celebrazione del gen. Soleimani

Ma gli iraniani sono intelligenti e hanno intrapreso una linea d’azione molto più saggia: hanno usato i loro missili principalmente per colpire lo zio Shmuel dove fa male, ma soprattutto hanno dimostrato la loro capacità di uccidere migliaia di americani in pochi minuti, solo pochi minuti.
Ovviamente, un’altra capacità iraniana, ora innegabile, è la capacità di distruggere istantaneamente qualsiasi impianto di gas / petrolio nella regione: pozzi, impianti di lavorazione, terminali -come lo chiami: se è importante e costoso, gli iraniani possono farlo. distruggere.
Gli iraniani hanno anche la capacità di chiudere lo Stretto di Hormuz e persino attaccare le navi dell’USN, possibilmente comprese le portaerei.

Ultimo, ma non meno importante, questa capacità iraniana ormai collaudata mette in pericolo tutti gli edifici governativi, così come qualsiasi struttura cruciale (Dimona c. nucleare?) In Israele.
A questo punto della conversazione, tutti gli idioti propagandisti che sventolano la bandiera si alzeranno immediatamente e diranno qualcosa del tipo:
“E allora ?! Se questi negri della sabbia oltrepassano il limite, sanno che possiamo bombardarli in modo massiccio! Diamine, possiamo persino atomizzarli e rimandarli all’età della pietra! Lasciateli provare e vedranno cosa può fare l’ira della nazione più potente del mondo, con l’esercito più formidabile della storia, a un gruppo di contadini semi-alfabetizzati, LOL! Vediamo se il loro “Allah” li salverà ! “

A parte tutti i cliché ignoranti tipicamente sputati da questa folla, c’è un grave errore analitico alla base di questa “logica” (uso il termine liberamente): gli iraniani hanno convissuto con questa minaccia dal 1979 e ci sono abituati. . Non solo, ma sanno benissimo che si tratta di minacce vuote. Oh certo, gli Stati Uniti possono fare all’Iran quello che “Israele” ha fatto al Libano durante la Guerra della “Vittoria Divina” del 2006, o quello che la NATO ha fatto alla Serbia durante la guerra. la guerra del Kosovo (1998-1999): uccisione di civili e distruzione delle infrastrutture del paese per punire questi civili per aver sostenuto il “cattivo” governo (cioè non approvato dagli Stati Uniti). Ma se lo zio Shmuel fa all’Iran quello che Israele ha fatto al Libano, il risultato sarà lo stesso: gli iraniani ricostruiranno (sono molto bravi in ​​questo) e si riprenderanno due volte più duramente. Quanto ai loro martiri, più ce ne sono, più forte è la resistenza del popolo iraniano (verifica questo articolo scritto da uno studioso iraniano in un inglese eccellente che spiega le radici dell’etica unica dell’Islam sciita).

Ultimo, ma non meno importante, i presidenti americani e il loro staff sono molto consapevoli dello stato attuale dell’esercito degli Stati Uniti: è un esercito che semplicemente non può vincere nemmeno i conflitti semplici, un esercito disperatamente devastato da folli ideologie liberali, un esercito la cui intera flotta di superficie è stata resa obsoleta da missili ipersonici (su cui anche gli iraniani sembrano lavorare!) e un esercito la cui forza aerea ha speso in modo assolutamente osceno creare un presunto caccia di “5a generazione” che per molti versi è inferiore agli aeroplani americani di 4a generazione!

Forze USA si ritirano dall’Iraq

[Box: Questo solleva la questione di cosa funzioni ancora nell’esercito americano. A mio parere, la flotta di sottomarini statunitensi è ancora molto potente e l’atteggiamento deterrente nucleare degli Stati Uniti è ancora forte. Oltre a quello? Mah …]
Conclusione: le argomentazioni secondo cui gli Stati Uniti non hanno reagito perché non gli importava, o che non gli importava perché “possiamo bombardarli” sono di solito sciocchezze civili che non ‘non hanno alcun collegamento con il mondo reale (immagina solo le conseguenze politiche per gli Stati Uniti già molto impopolari a seguito di un attacco nucleare, specialmente su un paese non nucleare!)
Va bene, ma allora perché gli Stati Uniti non hanno reagito?

In poche parole, perché lo zio Shmuel non ha quello che serve per affrontare l’Iran. Diamine, lo zio Shmuel non può nemmeno affrontare il Venezuela (!), Che è un paese estremamente indebolito proprio alle porte degli Stati Uniti. Francamente, se questo o quel presidente decide che gli Stati Uniti devono ” prendere un piccolo paese marcio e gettarlo contro un muro solo per dimostrare che siamo seri”.”, Quindi consiglio Grenada. So che Grenada è stata difesa a malapena nel 1983 (principalmente da pochi ingegneri cubani leggermente armati) e ci è voluta l’82a aviotrasportata per salvare le forze speciali statunitensi completamente sconfitte e indifese sotto il fuoco, ma penso che dal 1983, il Pentagono ha avuto il tempo di fare alcuni esercizi di “lezioni apprese” e ora gli Stati Uniti potrebbero eventualmente re-invadere questa piccola isola senza ripetere una delle peggiori catastrofi della storia militare.

Conclusione
L’Impero è morto il giorno in cui gli iraniani hanno colpito queste strutture americane e gli Stati Uniti non hanno fatto assolutamente nulla. Da quella data, infatti, cosa abbiamo visto:
Gli iracheni espellono lentamente ma sicuramente le forze statunitensi dall’Iraq
Il numero di attacchi contro le forze statunitensi in Iraq è aumentato notevolmente, anche contro l’enorme complesso di bunker statunitensi noto come “zona verde” che non è più “verde”.
Gli iraniani continuano felicemente a deridere lo zio Shmuel .
Gli Stati Uniti non sono riusciti a rinnovare le sanzioni anti-Iran al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e la Russia ha già detto di essere pronta a vendere S-400 all’Iran. Puoi anche contare la Cina in questo grande mercato delle armi.
Gli Stati Uniti si stanno anche ritirando in Siria, dove gli attacchi anti-americani stanno diventando sempre più pericolosi (e anche gli scontri regolari con le forze di terra della task force russa in Siria stanno diventando un fenomeno potenzialmente molto pericoloso).
In Yemen, gli Houthi sostenuti dall’Iran hanno vinto fondamentalmente la guerra e sconfitto sia l’Arabia Saudita che gli Stati Uniti.
In Afghanistan, gli Stati Uniti e la loro “coalizione di perdenti” hanno resistito anche più a lungo dei sovietici e hanno ottenuto esattamente nient’altro che la sconfitta più totale e umiliante. Il contrasto tra le prestazioni della forza di reclutamento della 40a armata sovietica (scarsamente equipaggiata e moderatamente comandata) e ciò che la forza professionale americana riccamente equipaggiata (ma anche scarsamente comandata) ha raggiunto è assolutamente incredibile a tutti i livelli, ma la maggior parte per osservare quanto i sovietici avevano effettivamente costruito in Afghanistan (strutture che anche gli Stati Uniti usano ancora ogni giorno!). Lo zio Shmuel ha distrutto tutto tranne il commercio dell’oppio …
In altre parole, tutto sta andando esattamente secondo il piano di gioco annunciato dall’Iran per espellere completamente gli Stati Uniti dal Medio Oriente .

Lo so, sembra impensabile in questo momento, ma per favore elenca tutte le cose apparentemente “impensabili” che sono accadute da allora e vedrai quanto sia pericoloso presumere che qualcosa non accadrà mai.

Quando la Georgia ha attaccato le forze di pace russe a Tskhinval ci sono state anche perdite limitate, ma la Russia ha immediatamente contrattaccato e sconfitto l’esercito georgiano in 3 giorni, e questo nonostante fosse numericamente più piccolo (almeno nelle fasi iniziali del contrattacco) e troppo lento a reagire (una tipica debolezza russa). E il messaggio “a chi può interessare” inviato dal contrattacco russo era semplice: attacca una base russa, o uccidi soldati russi e sarai ucciso: ogni volta che un militare russo è stato ucciso in Siria, i russi sono arivati a vendicarsi con potenti missili e attacchi aerei. In altri casi, le unità Spetsnaz russe hanno ucciso comandanti Takfiri selettivi. E tutti “l’hanno capito”,

Forze russe in Crimea

Nota: la Russia non ha alcun desiderio di diventare un impero o addirittura una sorta di superpotenza(I russi si rendono conto di quanto sia grave un impero per il paese che dovrebbe ospitarlo: hanno sofferto per oltre 300 anni in questo stato tossico di “impero”. Solo la stupida Hillary e persino il più stupido Brzezinski pensavano ancora che la Russia voleva “ricostruire l’URSS” quando in realtà la politica di Putin era progettata per disimpegnarsi e separarsi dall’ex periferia russa che stava solo esaurendo le immense risorse russe e privandola di esse. non hanno mai dato nulla di utile (e figuriamoci l’Organizzazione del Trattato di Varsavia, che consumava risorse ed era inutile quanto la periferia) Tutto ciò che vogliono è essere presi sul serio e trattati con cura. rispetto, non come superpotenza, ma semplicemente come grande, ma veramente sovrano, potere.

Confrontalo con la miscela unica di megalomania stratosferica, adorazione narcisistica di sé e grossolana ignoranza dei governanti degli Stati Uniti e vedi immediatamente che l’Impero non sta più morendo, è già morto ed è morto da molti mesi. adesso.

Cosa succede dopo?

Bene, l’elezione ovviamente. Sostengo che non c’è modo che la prossima amministrazione possa invertire questo percorso e resuscitare miracolosamente l’Impero in un modo o nell’altro. Gli imperi non risorgono . Questo è stato provato in passato (anche da Napoleone), non funziona mai. Una volta che gli imperi perdono il loro slancio e, soprattutto, la loro credibilità ideologica, sono finiti. Oh certo, un cadavere può ancora emettere calore per un po ‘, alcuni organi, o anche cellule, possono funzionare ancora per un po’, ma una persona morta è morta. La maggior parte dei cadaveri si gonfia e puzza, il che vale anche per gli imperi morti.

Questo non vuol dire che il risultato non avrà importanza, ma solo per il futuro degli stessi Stati Uniti. In parole povere, il voto imminente è o un voto per il mantenimento della legge e dell’ordine negli Stati Uniti o per il nichilismo totale. A un livello più profondo, è un voto per gli Stati Uniti o contro: tutti i democratici odiano questo paese e i suoi “deplorevoli”; odiano anche quasi ogni aspetto della storia degli Stati Uniti (le statue rovesciate sono solo simboli di questo odio) e odiano quello che chiamano “un sistema razzista” nonostante il fatto che le vere cause delle tensioni Il razzismo negli Stati Uniti ha ben poco a che fare con il “sistema” e tutto a che fare con i problemi unici dei neri con una cultura di radici principalmente europee.

L’Impero è morto. E spero e credo che la sua morte segnerà la rinascita degli Stati Uniti come un paese “normale” (come è successo a tutti gli altri vecchi imperi).

Fino a quando ciò non accadrà, ora possiamo almeno essere certi che questo impero follemente malvagio è finalmente morto, anche se pochissimi lo hanno notato.

Fonte: Numidia Liberum

Traduzione: Gerard Trousson

P.S. Il contenuto di questo articolo può non corrispondere alla linea della redazione

19 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 12:27h, 01 Novembre Rispondi

    Non c’è nessun suicidio del potere, anzi sono all’apice della loro potenza, stanno tranquillamente realizzando la loro agenda di sterminio di vecchia data e con ottimi risultati

    L’impero non crolla ma si sta realizzando e ha raggiunto una potenza mai vista nella storia, ma avete gli occhi per guardare?

  • giulio
    Inserito alle 13:54h, 01 Novembre Rispondi

    Gli scarsi risultati ottenuti dagli iraniani col loro bombardamento di alcune basi militari americane dopo l’uccisione di soleimani dipese dalla decisione di alcuni centri di potere iraniani di non calcare la mano ottenendo sottobanco da Trump di non reagire! Forse il comportamento iraniano fu intelligente ma la mancata reazione americana dipese da quegli accordi con forze iraniane che sarei portato a definire 5a colonna all’interno del governo e degli apparati militari iraniani.
    Se questo è vero l’8 gennaio (mancata reazione americana) non può essere considerata la data di morte dell’impero il quale anche in questi ultimi mesi sta dimostrando di avere una capacità di reazione notevole che si manifesta non necessariamente con atti di guerra aperta ma con sobillazione all’interno di alcuni stati (vedi bielorussia) o col soffiare sul fuoco in altre parti del globo (vedi caucaso, kirghizistan, hong kong , questione navalny, attacchi biologici tramite virus volutamente diffusi a partire dalla cina).
    L’impero, quindi, non è morto ma probabilmente è morente e questo stato di agonia è iniziato in ben altra data e in ben altro punto del globo: la sconfitta americana in vietnam…li l’impero ha dimostrato di non essere invincibile e non sempre riesce a sbattere qualcuno contro il muro per terrorizzare tutti gli altri.
    Neppure io credo che l’impero riuscirà a riprendersi … russia, cina e iran sono avversari formidabili e, per quanto gli americani siano forti non credo che potrebbe affrontarli e vincere in un normale scontro militare.
    L’impero può solo cercare di logorare economicamente e militarmente i suoi avversari ma questo servirà solo a prolungare la sua agonia perchè, in fondo, la vera causa della crisi dell’impero è il fatto di essere marcio al suo interno!
    All’URSS è successo qualcosa di simile! Quel papa polacco disse una volta che il sistema sovietico era un albero marcio (e lui, il farabutto, era stato nominato e si prodigò per farlo crollare)…lo stesso vale ora per l’impero americano: è marcio dentro e, ripeto, il marciume è iniziato proprio dal momento della sconfitta in vietnam.

  • Alessandro
    Inserito alle 20:42h, 01 Novembre Rispondi

    Brutta cosa la dipendenza.

    • giulio
      Inserito alle 00:25h, 02 Novembre Rispondi

      con chi ce l’hai? con me? secondo te sarei “dipendente” perchè ho ipotizzato l’esistenza di un qualche accordo sotto banco tra alcuni centri di potere iraniani e gli Usa?
      Se così, temo che tu vivi in un mondo di sogni! Ho fatto quell’ipotesi basandomi sul fatto che quando dopo il lancio dei missili iraniani contro le basi americane fu abbattuto un aereo civile da qualche postazione iraniana vicino all’aeroporto di Teheran, alcuni alti esponenti del governo (Rohuani) e lo stesso successore di soleimani indicarono come responsabili quei poveretti di soldati che avevano abbattuto quell’aereo non per insipienza ma perchè sicuramente il trasponder di quell’aereo era stato disattivato da mezzi di guerra elettronica usata o da israeliani o da americani stessi.
      Eppure quei due personaggi citati non trovarono di meglio che accusare quei poveracci di militari iraniani addetti alla postazione missilistica!
      come mai? è evidente – almeno per me – che ci fu collusione tra settori americani e settori iraniani…la stessa collusione che probabilmente ha causato la morte di soleimani (ricordiamoci che soleimani non era nelle grazie di Rohuani) e che ha permesso agli americani di essere preavvertiti dell’attacco missilistico iraniano alle loro basi.
      L’argomento non ti basta? certo non posso portare prove documentali a sostegno della mia ipotesi ma prove indiziarie le ho portate!
      Tu invece che prove hai della mia “dipendenza” a parte la tua predisposizione alla spiritosaggine?

      • atlas
        Inserito alle 02:56h, 02 Novembre Rispondi

        bla bla bla, MA SEMBRI UNA PORTINAIA DI CONCOREZZO ! Mardunolbo ne ha lo spirito, ma tu nei fatti

        come quell’altro, il Paolo…ma hai letto la risposta sotto la tua ? Hai letto il nome tuo ? E mi sa che andremo sempre peggio se continuiamo a stare chiusi, anche se a qualcuno fa bene !

        Non morirò certo di covid, che non esiste, ma magari fumando una sigaretta dopo l’altra, bevendo caffè e riempito di dolci a generi di conforto, daltronde, se non me ne fanno andare in Tunisia a disintossicarmi dalle cameriere d’albergo, a stare a casa in galera almeno devo essere provvisto e attrezzato di tutto

        scaricami insulti adesso, tra una sciacquata di padelle e un’altra insulta Lavrov pure, mi scivola tutto via, SAI QUANTO CAZZO ME NE FREGA

        • giulio
          Inserito alle 13:23h, 02 Novembre Rispondi

          e tu che cazzo centri? hai letto il tuo nome nella mia replica a quell’ alessandro ? Mi sembra evidente che si riferisse a me e, ammesso che non ce l’avesse con me, diversamente dai buffoni come te che fanno solo chiacchiere, ho voluto chiarire la mia ipotesi….possibile che non trovi niente di meglio da fare che rompermi i coglioni? Quanto agli insulti tu sei un campione!

      • Alessandro
        Inserito alle 09:28h, 02 Novembre Rispondi

        Giulio Ce lo ho con chi ha scritto l’articolo, se avessi fatto una critica al tuo post avrei cliccato rispondi, non ti pare?
        Metti gli occhiali la prossima volta è fai un bel respiro, chissà magari ti aiuta.

        • giulio
          Inserito alle 13:28h, 02 Novembre Rispondi

          Alessandro, scusa dell’equivoco però a volte qui ho notato che anche cliccando “rispondi” la risposta non viene spostata sulla destra sotto il commento a cui si risponde. Comunque non ho dato per certo che tu ti riferissi a me e, come già detto anche a qualche provocatore di qua sopra, ho voluto solo approfittare dell’occasione per spiegare meglio le ragioni della mia ipotesi.

  • antonio
    Inserito alle 23:44h, 01 Novembre Rispondi

    gli USA son stati colpiti a morteil 22 novembre del 1963, con l’ assassinio di Jack Kennedy
    e morti definitivamente divorati da Israel l’ 11 settembre 2001

    • Alessandro
      Inserito alle 23:18h, 02 Novembre Rispondi

      No problem.

  • Teoclimeno
    Inserito alle 04:10h, 02 Novembre Rispondi

    Il primo crollo dell’Impero anglo-sionista si è verificato nel 1970, quando gli ameri-cani esaurirono il loro petrolio. Fine dell’energia a basso costo, fine delle entrate dovute all’esportazione di petrolio, fine del mito della Crescita Infinita, fine del “Sogno Americ-ano” ed inizio della fine dell’Impero. Da quel momento è iniziata la corsa ai ripari: fine della convertibilità del Dollaro in oro, 15 Agosto 1971. Nello stesso anno inizio della diplomazia del “Ping Pong” con la Cina, da parte di Henry Kissiger, culminata nel 1972 con la visita di Richard Nixon in Cina. Prima crisi energetica 1973. Gli avvenimenti in Libia, Persia, Iraq, Siria e naturalmente Il Venezuela, sono sempre legati al petrolio. Anche l’attuale dittatura sanitaria e cioè il “Grande Reset”, tuttora in corso nel nostro Paese è legato al Picco del Petrolio raggiunto nel 2005. Le oligarchie anglo-sioniste dominanti stanno distruggendo la nostra economia, l’istruzione e la sanità, e horribile dictu, stanno sfoltendo la popolazione, e a nessuno è venuto in mente di fare il collegamento con la fine del petrolio. Stupisce che in un sito come Controinformazione frequentato da persone preparate e argute, non si parli mai o comunque mai abbastanza del petrolio, la linfa vitale che fa girare il Mondo.

    • atlas
      Inserito alle 04:46h, 02 Novembre Rispondi

      in compenso abbiamo chi, dopo che per una giornata ha pulito cessi all’aeroporto di Fiumicino, anzichè andarsene a riposare viene quì a scrivere male di Lavrov. Democrazia caprarica

      • giulio
        Inserito alle 13:41h, 02 Novembre Rispondi

        ma quanto sei imbecille! mai conosciuto uno così provocatore e stronzo! a differenza degli psicopatici del tuo stampo io non mitizzo nessuno, neppure lavrov che, fino a prova contraria, continuerò a considerare responsabile della disastrosa situazione in cui oggi si trova la russia anche grazie alla sua inerzia al tempo del golpe in ucraina.

  • giorgio
    Inserito alle 09:30h, 02 Novembre Rispondi

    Gli USA sono marci dentro perchè il liberismo mercantile democratico parlamentare uccide le società nelle quali alberga …… il corso della storia va inevitabilmente verso la fine del dominio anglo sionista ……

    • atlas
      Inserito alle 16:38h, 02 Novembre Rispondi

      in usa hanno il congresso non il parlamento …

      parlando di marcio, proprio negli usa, dopo aver fatto soffrire innumerevoli babbuini, da criminali quali sono, sono arrivati a sostituire le teste, ciascuna trapiantata sul corpo di un’altro. La mia sarà anche marcita da anni di subita democrazia, ma, visto quello che c’è in giro, a conti fatti, mi tengo la mia

      dovesse capitarmi quella di uno che ha il coraggio di criticare uno come Lavrov ………

      • giulio
        Inserito alle 20:52h, 02 Novembre Rispondi

        lavrov santo subito!
        Comunque non raccontare le tue solite balle! non esiste ancora la sostituzione di teste, quindi puoi stare tranquillo che la tua testa di cazzo potrà continuare a ciondolare sul tuo collo …almeno finchè qualcuno non provvederà a liberarcene!

        • atlas
          Inserito alle 21:09h, 02 Novembre Rispondi

          non hai il diritto di nominarlo Lavrov, nemmeno di pensarlo, tanto meno di scriverlo. Un porco infame traditore come te appena lo nomina bestemmia e il risultato sono i terremoti in Grecia e Turchia

          verme

  • Alessandro
    Inserito alle 23:25h, 02 Novembre Rispondi

    In questo sito non si capisce un caxxo nelle discussioni di chi risponde a chi.. Ma non ce l’avete uno sviluppatore ?

    • atlas
      Inserito alle 00:57h, 03 Novembre Rispondi

      se i commenti del cazzo di dei cazzoni come Giulio si protraggono tu clicca sempre sull’ultimo ‘rispondi’. Se no vai avanti e cita l’interlocutore al quale vuoi rispondere citandolo espressamente per nome (o nik)

Inserisci un Commento