In Gran Bretagna si discute delle armi ipersoniche russe

Sul quotidiano inglese Daily Mail si discute delle armi ultrasoniche russe e delle possibiità di conflitto con gli USA.
Il lancio del missile Zircon è stato effettuato dalla fregata di testa del progetto 22350, già “Ammiraglia della flotta dell’Unione Sovietica Gorshkov”. Il missile è decollato da una nave nel Mar Bianco e, dopo aver percorso 450 chilometri, ha colpito un bersaglio nel Mare di Barents. La velocità di volo dello Zircon superava gli otto Mach – circa 9,5 mila chilometri all’ora.
Gli sviluppatori prevedono che questo possa raggiungere una velocità di oltre 10,7 mila chilometri orari.

Secondo l’autore dell’articolo del tabloid britannico, “Zircon” potrebbe essere usato contro le città statunitensi in caso di guerra nucleare. Riferendosi all’esercito americano, afferma anche che questi missili sono in grado di distruggere i satelliti spaziali in orbita terrestre bassa.
“È divertente. Il buon vecchio quotidiano Daily Mail. Bastion of Truth “, sogghigna Constantine Paynes, un commentatore.

L’utente ha sottolineato che lo Zircon non è stato creato per distruggere i satelliti, ma il lancio è stato effettuato in risposta ai test dei missili americani nel Mar Nero, vicino alla Crimea.
“Mi chiedo come suonerebbe il titolo dell’articolo se la Russia lanciasse un paio di missili balistici in mare al largo della costa del Kent”, ha chiesto.
Il commentatore si è chiesto se gli autori del Daily Mail possano essere chiamati giornalisti.
“Perché lasciare che i fatti ostacolino il giornalismo sensazionale?” – ha chiesto.
“Il missile lanciato dalla nave russa è solo una risposta a quello che gli Stati Uniti hanno fatto circa dieci giorni fa”, ha convenuto Lapps.
Res99 ha attirato l’attenzione sul fatto che la Russia spende molto meno denaro per esigenze militari rispetto agli Stati Uniti.
“E non dimentichiamo che solo un Paese ha effettivamente utilizzato armi nucleari contro la popolazione civile di un altro Paese. E non era la Russia “, ha continuato l’utente.
“Possiamo solo sperare che la minaccia di distruzione reciproca assicurata a seguito della guerra nucleare dissuaderà le superpotenze mondiali dall’avvio di questa “, ha commentato l’utente EJF1986.
“Il problema è che Biden crede che la guerra con la Russia possa essere vinta”, gli ha detto il “Liber Excogitatoris”, altro commentatore.
Ha aggiunto che Biden “non troppo dotato intellettualmente” non comprende l’essenza del principio della mutua distruzione garantita, ma pensa in termini di “vittoria o sconfitta” e ascolta i rappresentanti del complesso militare-industriale americano.
“Se mai dovesse scoppiare una guerra calda, questa inizierà nei prossimi quattro anni”, ha predetto il commentatore.

Navi russe lanciamissili

Il commentatore di opinione ha definito una vergogna la grande spesa militare delle potenze mondiali e ha chiesto di spendere quei fondi per questioni globali.
“Potremmo affrontare alcuni dei problemi del mondo ed eliminare la necessità di essere coinvolti nelle guerre”, scrive.
“Perché le persone non possono lavorare insieme per il bene più grande?” Ha chiesto Barry AtricSurgery.

“No, direi che questo sia estremamente improbabile. Le persone sono maestre nell’egoismo e egocentriche nell’autogiustificazione “, ha risposto ShuvUrWokeness.
I Lazyporchmunkeys chiamavano come divertimento il test delle armi ipersoniche.
“Questo costringerà gli Stati Uniti a sviluppare e dimostrare le proprie armi – simili o anche più avanzate. La Guerra Fredda è tornata “, ha scritto.
Tony ha definito l’umanità una “razza divertente”.
“Di fronte a una pandemia che sta uccidendo milioni di persone, alcuni di noi stanno ancora cercando di trovare qualcosa di ancora più sinistro”, ha aggiunto l’utente.
“Ci uccidiamo a vicenda fin da quando abbiamo preso in mano bastoni e pietre. Cosa ti fa pensare che finirà mai? ” – ha chiesto n. 7 Portmeirion.
Secondo lui, tutto ciò che si può fare è opporsi all’aggressione con un’altra aggressione al fine di prevenire l’aggravamento.

Fonte: Rusvesna.su/news

Traduzione: Sergei Leonov

21 Commenti
  • La soluzione
    Inserito alle 22:26h, 27 Novembre Rispondi

    E furono tutti felici e contenti. Coglioni

  • giulio
    Inserito alle 00:41h, 28 Novembre Rispondi

    Nnn credo affatto che nei programmi dei gangster americani e soci ci sia quello di un attacco diretto contro la russia (o la cina).
    Sanno bene che russia e cina posseggono abbastanza missili nucleari da distruggere in pochi minuti gli stessi Usa.
    I gangster – che poi tanto scemi non sono – hanno puntato e puntano invece a creare rivoluzioni colorate sia nei paesi confinanti (vedi ucraina, bielorussia, kirghizistan, caucaso) di russia e cina sia al loro stesso interno facendo leva su alcuni strati di dissidenti….a tutto questo poi ci aggiungono sanzioni che, secondo i loro piani, dovrebbero riuscire a strangolare la russia e la cina.
    In questo modo i gangster pensano di destabilizzare le strutture di governo russe e cinesi al punto di farle crollare (e sostituirle con altre a loro servili) o comunque di creare grossi problemi tali da indebolire quelle stesse strutture governative.
    Solo in quest’ultimo caso, potrebbero essere tentati di utilizzare anche un attacco diretto con missili nucleari oppure mobilitare i loro sgherri (ucraini in primis, polacchi, lituani, rumeni ecc.) in un attacco convenzionale.
    In altre parole, prima di attaccare (direttamente e/o indirettamente) hanno assolutamente bisogno di indebolire le strutture interne del paese da aggredire.
    Finchè in russia e in cina ci sarà un governo forte che godrà del consenso della grande maggioranza della popolazione, i gangster potranno solo mordersi le mani dalla rabbia!
    Questo vale supponendo che nei centri di potere Usa ci sia ancora gente con un cervello funzionante ma se i centri di potere imperiale Usa sono in mano a pazzi drogati allora ci si può attendere una guerra nucleare anche a breve scadenza … in tal caso gli Usa per primi saranno ridotti in cenere e soccomberanno mentre russia e cina assieme , peraltro molto più
    popolosi, potrebbero riuscire a vincere e sopravvivere anche a una guerra nucleare!

    • Teoclimeno
      Inserito alle 15:32h, 28 Novembre Rispondi

      Egregio Signor GIULIO, l’inevitabile scorrere delle pagine forse le ha impedito di leggere un mio commento. Lo rimetto per sua comodità.

      TEOCLIMENO

      28 Novembre 2020
      Egregio Signor Giulio, a proposito di stragi e per una maggiore completezza dell’informazione, conviene stare a sentire un testimone attendibile: Aleksandr Solzhenitsyn, premio Nobel per la letteratura 1970. “Dovete capire. I leader bolscevichi che hanno preso la Russia non erano russi, odiavano i russi. Odiavano i cristiani. Spinti dall’odio etnico torturarono massacrarono milioni di russi senza un briciolo di rimorso umano. La Rivoluzione d’Ottobre non era quello che in America si chiama la Rivoluzione Russa. È stata una invasione e la conquista del popolo russo. Molti dei miei connazionali subirono orribili crimini dalle loro mani insanguinate, più di qualsiasi popolo o nazione abbiano mai sofferto nella totalità della storia umana. Questo non può essere sottovalutato. Il Bolscevismo fu il più grande massacro di tutti i tempi. Il fatto che la maggior parte del mondo ignora questa realtà è la prova che i media globalisti sono nelle mani degli autori.”
      E ancora…“We Can Not State that all Jews are Bolsheviks. But: Without Jewes they would never have been Bolshevism. For a Jew nothing in more insulting that the truth. The blood Maddend Jewish terrorists had murdered sixty-six million in Russia from 1918 to 1957”
      Una tradizione che sembra continuare anche ai nostri giorni. Madeleine Albright (ebrea) in un’intervista, non esitò a dichiarare che la morte di 500 000 bambini iracheni era il giusto prezzo: “The death of 500 000 Iraqi children was worth it.
      Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 17:42h, 28 Novembre Rispondi

        sig. Teoclimeno, lasci perdere, quello si professa anti imperialista e anti sionista e poi abbraccia il comunismo, dottrina pensata e creata da due ebrei, Marx e Lenin.
        e non osi nemmeno dire che i comunisti han fatto massacri che parte la filippica contro le forze imperialiste, i gangster e anche gli angeli mangiano fagioli

        • giulio
          Inserito alle 20:46h, 28 Novembre Rispondi

          ma mi risponda direttamente e non per vie traverse!
          Comunque Marx , prima che “ebreo” (che per quelli come lei è come un marchio di infamia) era uno scienziato che per primo ha enunciato i principi fondanti del capitalismo: guerre, rapine, sfruttamento e quant’altro! Però considerava anche gli aspetti progressisti del capitalismo…aspetti che nel capitalismo globalizzato, multinazionale attuale sono completamente spariti.
          Quanto a Lenin, prima che ebreo era un rivoluzionario…cosa che quelli come lei non saranno mai!

          • atlas
            Inserito alle 23:23h, 28 Novembre

            sì Marx era uno scienziato, e per niente pazzo. Solo la scienza fuori dalla norma di un intelligentissimo demone giudeo askenazita poteva generare un’idea che arrivasse a corrompere le genti sino a negare l’anima al fine di confiscare tutto all’aristocrazia europea, unica difesa che avevano i popoli contro i giudei

            la prima vera ‘Rivoluzione’ a Roma, la fece Mussolini

            vai a dormire (ti consiglio non prima di aver cagato, così da domani entri in zona arancione. In quella gialla, con la Cina amica dei giudei adesso, ci sei già da tempo, come via Paolo Sarpi a Milano…)

      • giulio
        Inserito alle 19:28h, 28 Novembre Rispondi

        sig. Teoclimeno per me quel signore che lei cita e che non a caso è stato tanto venerato da tutto l’occidente capitalistico, conta meno di niente! Le sue creazioni letterarie erano ispirate solo dal peggior anticomunismo perchè era essenzialmente un perfetto reazionario di stampo monarchico…proprio quella genia contro cui è nata la rivoluzione russa!

        Passiamo al resto che lei riporta in inglese e che, presumo , siano “perle” uscite dalla stessa bocca di quel reazionario zarista o da qualcuno simile a lui (conoscendo poco l’inglese – in cui invece eccellono quelli che poi si atteggiano a “sovranisti – riporto solo alcuni versi dopo una traduzione con google che, spero, abbia tradotto abbastanza correttamente):
        “Non possiamo affermare che tutti gli ebrei siano bolscevichi. ”
        Qui sopra, su questo sito, c’è invece un signore che si atteggia ad esperto cinese e che, dopo qualche lettura di qualche storico parafascista ritiene che tutti i bolscevichi o la loro maggioranza fossero ebrei e assassini!

        “Senza Jewes non sarebbero mai stati bolscevismo.”
        Questo chi lo dice? lo dice solo chi lo ha scritto e mosso dallo stesso intento diffamatorio che muoveva chi ha scritto quello che Lei ha riportato all’inizio!

        “Per un ebreo niente di più offensivo che la verità”
        Qui emerge il razzismo schifoso di stampo nazista: gli ebrei fanno schifo per il solo fatto che sono ebrei…per me fanno schifo solo gli ebrei sionisti!

        ” i terroristi ebrei avevano ucciso sessantasei milioni in Russia dal 1918 al 1957″
        Da dove prende queste cifre ? i morti li ha contati lui o l’ha presi da qualche altro criminale calunniatore suo pari (non intendo Lei sig. Teoclimeno).
        C’è stata una rivoluzione in russia che ha sconvolto tutti i peggiori reazionari occidentali al punto di aggredire la russia da tutti i lati…secondo Lei, sig. Teoclimeno, i bolscevichi che dovevano fare? farsi ammazzare piuttosto che essere loro a far fuori i reazionari di ogni risma?

        Mi spiace constatare che anche Lei, sig. Teoclimeno, si lasci affascinare dal pattume diffuso a piene mani dai peggiori reazionari nazistoide della storia o di alcuni personaggi di questo stesso sito.
        “Una tradizione che sembra continuare anche ai nostri giorni. Madeleine Albright (ebrea) in un’intervista, non esitò a dichiarare che la morte di 500.000 bambini iracheni era il giusto prezzo: “Ne è valsa la pena la morte di 500.000 bambini iracheni.”
        Chi era o è quella Albright? una bolscevica? no! era una ebrea? neppure! era nient’altro che una pazza, cinica criminale imperialista e sionista!

        • Teoclimeno
          Inserito alle 23:00h, 28 Novembre Rispondi

          Egregio Signor GIULIO, sono sinceramente dispiaciuto d’averla amareggiata. Mi creda, non era nelle mie intenzioni. Effettivamente l’essere ebreo non significa affatto essere delle cattive persone, e ritengo altresì doverosa la distinzione fra l’essere ebreo, e l’essere un ebreo sionista. Tuttavia sembra essere una costante la cattiva fama che gli ebrei hanno nella storia: Seneca i cui scritti traboccano di infinita saggezza definisce abominevole la nazione ebraica. Gli ebrei “una razza maledetta”. Quintiliano, “una razza che è una maledizione per gli altri”, e Tacito, ”una Malattia”, “una perniciosa superstizione” è “il più basso dei popoli”. Il famoso storico tedesco Theodor Mommsen, gli ebrei di Roma erano in effetti agenti di disgregazione e decadimento sociale: “Anche nel mondo antico, il giudaismo era un fermento efficace del cosmopolitismo e della decomposizione nazionale”. Voltaire, il padre della tolleranza, nel “Dizionario filosofico” alla voce Juif, scrive: Gli ebrei sono quasi sempre stati o erranti o briganti, o schiavi, o rivoltosi. Ancora oggi sono vagabondi per la terra, in orrore agli uomini, e assicurano che il cielo e la terra e tutti gli uomini sono stati creati solo per loro”. La tratta dei negri verso le Americhe era gestita dagli ebrei: non mi risulta che allora ci fosse la distinzione ebreo/sionista. L’inclinazione degli ebrei al genocidio si conferma anche ai giorni nostri, Palestina, Siria e un po’ in tutto il Medio Oriente. La politica americana è in buona misura gestita dagli ebrei sionisti. Il colpo di stato in Ucraina è stato gestito da Vittoria Nuland. Quella del “Fuck you Europe!”. Soros gestisce la tratta dei negri verso l’Italia. È risaputo che la grande finanza è gestita dagli ebrei. Anche questi sono tutti sionisti? Come ho già scritto più di una volta nei miei commenti, io tendo sempre a considerare la politica di qualsiasi altro paese, in funzione degli interessi nazionali. Quindi per me ha un’importanza relativa la politica che i singoli stati praticano all’interno dei loro confini. Anche recentemente ho esortato i lettori ad abbandonare gli angusti schemi del passato, e leggere la politica in maniera dinamica, in funzione del mero interesse nazionale: i nemici di ieri potrebbero essere diventati gli amici di oggi. Mi creda io non ce l’ho con nessuno e tantomeno con Lei. Vorrei solo un futuro migliore per il mio Paese. Molti cordiali saluti a lei ed a tutte le persone che le sono care. TEOCLIMENO

          • atlas
            Inserito alle 23:34h, 28 Novembre

            eccolo il vero volto di teoclimeno (che io avevo già intravisto ritirandomi disgustato): nè con lo Stato nè contro le br…

            ma ai tempi di Gesù c’erano ebrei e giudei sionisti ? Eppure furono maledetti e definiti ‘razza di vipere’, tutti quanti

            ah già, teoclimeno non crede a un cazzo, ovvio che se la faccia coi giuli parassiti e atei. Paro cerca paro e paro piglia

        • giulio
          Inserito alle 15:09h, 29 Novembre Rispondi

          Sig.Teoclimeno non m’importa come un seneca, un quintiliano, un tacito o un mommsen definiva gli ebrei! facevano tutti parte di quella che oggi chiameremmo “mainstream”! I romani definivano “barbari” i popoli al di fuori dei loro domini ma quei barbari hanno poi creato stati che, per quanto fossero imperialisti e colonialisti, comunque hanno anche creato cose splendenti!
          Io penso che non esistono razze “elette” e neppure razze “inferiori” come dicevano e ritengono i nazisti! Esistono solo razze diverse!
          A parte Marx ci sono stati ebrei che hanno dato anche un grande contributo alle scienze …uno di questi è stato Einstein!
          Quando sento parlare di “giudei” sento immediatamente puzza di nazismo.
          Non c’erano “sionisti” nei tempi passati? ovvio, si tratta di una definizione moderna…in passato probabilmente si chiamavano in altro modo ma sempre criminali razzisti erano indipendentemente dal termine usato per definirli..
          Gli ebrei alla soros sono dei criminali? certo ma sono in buona compagnia di tanti altri criminali cattolici, cristiani, islamici e anche atei! Anzi, ho l’impressione che tutti questi assieme hanno ideato e fatto tante di quelle criminali porcherie da far impallidire i crimini di alcuni sionisti!
          La tratta dei negri? vero! molti schiavisti furono ebrei ma quelli che usavano gli schiavi erano i “civili” romani o americani e compagnia!
          Il mitico Voltaire li definiva erranti, briganti, schiavi o rivoltosi? anche gli sconfitti di non so quale borbonico re del meridione furono costretti a diventare erranti e briganti …ma so di una mia antenata che ebbe in custodia e poi in regalo non so bene quali ricchezze in oro da parte di alcuni di quei briganti!
          La storia e le definizioni le scrivono sempre i vincitori!
          saluti cordiali.

          • Teoclimeno
            Inserito alle 15:52h, 29 Novembre

            Egregio Signor GIULIO, siamo d’accordo…la Storia la scrive sempre il vincitore. A questo punto le faccio una domanda, che non vuole essere una provocazione: cosa mi dice dello sterminio, tuttora in corso, del popolo palestinese ad opera degli ebreo-sionisti? Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

  • Riki
    Inserito alle 08:48h, 28 Novembre Rispondi

    A parte la Cina…guarda che i russi sono sono più di 140 milioni e gli Usa più di 300 …il doppio

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 10:36h, 28 Novembre Rispondi

      vabbè ma lei sta a rispondere ad uno che definisce la dittatura comunista un governo forte che GODE DEL CONSENSO DELLA POPOLAZIONE ?
      una popolazione che sono 70 anni che non vota ?

      ah ah ah ah

      Dio stramaledica gli inglesi
      ma non si dimentichi anche degli atei comunisti

      • giulio
        Inserito alle 19:39h, 28 Novembre Rispondi

        lei è talmente accecato dal suo anticomunismo viscerale che dimentica anche quello che lei stesso probabilmente sostiene riguardo alla natura mistificatoria della cosiddetta “democrazia elettorale”.
        Peraltro lei che si atteggia a “esperto della cina” probabilmente non sa che tutti i membri del PCC vengono eletti diversamente da quanto succede nei suoi beneamati paesi capitalistici a democrazia elettorale in cui i voti vengono semplicemente comprati con i soldi o con la propaganda dei media!
        Infine, Lei si faccia gli affaracci suoi e non interferisca se altri rispondono ai miei commenti… io, se proprio devo rispondere ai suoi commenti lo faccio direttamente senza nascondermi dietro la gonna o i pantaloni di altri.

      • giorgio
        Inserito alle 19:41h, 28 Novembre Rispondi

        Arditi ….. un pò di coerenza. I cinesi è 70 anni che non votano ?
        E’ 70 anni che non votano come nelle farse elettorali e parlamentariste dei paesi occidentali !
        Votare per eleggere parlamenti sgabelli dei potentati finanziari ? Meglio il partito unico che abolisce il potere dei mercati. O per voi il sistema democratico parlamentare vigente in occidente è la società perfetta da esportare con la forza ?
        Mi rassegno che ci preferisce la dittatura dei mercati, di Wall street, Rotschild, Rockfeller, Soros ecc. alla dittatura del proletariato, quindi difende il sistema dominante da quelli che vogliono rovesciarlo.

    • giulio
      Inserito alle 19:00h, 28 Novembre Rispondi

      infatti mi riferivo alla popolazione complessiva di cina e russia: 1.400.000.000 + 130.000.000 = 1.530.000.000 ! Usa: 330.000.000 .
      E’ più chiaro ora?

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 11:09h, 28 Novembre Rispondi

    a quanto pare in UK iniziano a rendersi conto che in caso di conflitto nucleare i primi a prendersi i missili in Europa sono loro

    ah ah ah ah

    • Riki
      Inserito alle 18:25h, 29 Novembre Rispondi

      L’accerchiamento usa nato lo stanno facendo alla Russia dal 90 – che il Deep state vorrebbe distruggere. Vogliono (vorrebbero) distruggere la Russia – non la Cina ! La Cina sta conquistando tutto il mondo

  • Anonimo
    Inserito alle 15:40h, 28 Novembre Rispondi

    Credo che Russia e Cina non si scomoderanno più di tanto , hanno valutato che basta l’Iran .

  • giorgio
    Inserito alle 19:44h, 28 Novembre Rispondi

    Sempre per Arditi,
    dimenticavo …. esaltare Solzhenitsyn fa il paio con l’esaltare Navalny, il peggior propagandismo sparso a piene mani dai sicari di Cia e Mossad e la stampa loro asservita …….

    • giulio
      Inserito alle 15:12h, 29 Novembre Rispondi

      🙂

Inserisci un Commento