In Germania è iniziato uno sciopero su larga scala: le strade sono bloccate, tonnellate di letame vengono scaricate sulle strade


In Germania oggi, 8 gennaio, è iniziato uno sciopero su larga scala degli agricoltori e di tutti coloro che sono legati al settore. Si tratta dei lavoratori dei trasporti, dei lavoratori della logistica, dell’industria alimentare e dei loro sindacati.
I manifestanti chiedono tasse più basse, salari più alti, maggiori sussidi e una riduzione delle tasse sui prodotti alimentari dal 19% al 7%. Il cancelliere Olaf Scholz ha promesso che non ci sarebbe stato alcun aumento, ma dal 1° gennaio 2024 l’imposta è stata aumentata.

Durante le proteste, gli autisti di tutti i trasporti pubblici non funzioneranno e camion e trattori bloccheranno le autostrade. Si prevede che medici, insegnanti e costruttori aderiscano.
È già noto che centinaia di trattori stanno bloccando le strade. Sull’attrezzatura sono attaccati dei manifesti : “Non c’è futuro senza agricoltori”, “Non stiamo lottando per ricevere 20 stipendi in più, stiamo lottando per la nostra esistenza. Siamo per l’agricoltura tedesca” e “Avanti! Altrimenti verremo presto inghiottiti dalla bancarotta”.

Alcuni agricoltori sono arrivati ​​con rimorchi di letame, scaricandolo nelle strade della città. La polizia monitora le proteste iniziate; i veicoli di servizio sono parcheggiati accanto ai trattori. Grandi eventi si svolgono a Monaco, Amburgo e Wiesbaden. Alcune scuole in Baviera passeranno all’apprendimento a distanza.

La scintilla della protesta di massa è nata dalla decisione del governo di abolire i sussidi sul carburante ma ben presto la protesta si è estesa anche ai comparti dei trasporti, dell’industria alimentare, della logistica e altri settori collegati.

Fonte: Agenzie

Traduzione: Mirko Vlobodic

11 commenti su “In Germania è iniziato uno sciopero su larga scala: le strade sono bloccate, tonnellate di letame vengono scaricate sulle strade

  1. Quando un Sistema non funziona, va tutto a rotoli. Persino i più miti e pacifici del popolo si arrabbiano ……………………………..
    La propaganda dell’ovest nessuno la beve più, i fessacchiotti hanno raccontato troppe balle.
    Gli anglosassoni non sono i migliori, né i superiori, essi sono INFERIORI e IDIOTI. Sono al capolinea.

  2. Ve l’ho detto la Germania è finita l’Europa ovest è americana con una Germania ridotta per sempre ai minimi termini e l ‘est Europa e nord alla Russia questo stanno stabilendo usa Russia gli imperi si dividono l’influenza in più gli usa avranno il sud America e tutto l’oriente medio oriente e Africa a Russia e Cina. Questi sono gli accordi. Quindi non raccontate più stronzate non vi crede più nessuno col cervello che funziona ciao vi voglio bene

  3. in Italia non se ne parla su tv e giornali, alla barba dello spirito EU così pronto e vivace quando fa comodo

  4. ritiro quanto scritto sull’informazione ufficiale in Italia, il GR3 ha dato l’informazione alla fine dei comunicati delle 13:45.

  5. E ovviamente nella sonnacchiosa Italia tutto procede senza intoppi…
    Il popolo bue non ha tempo per protestare impegnato com’è negli ultimi sviluppi del pandoro-gate dovendosi districare pure nel fitto calendario calcistico…

  6. Troppa grazia e considerazione per i politicanti , politicastri della U.E. neuro massonica cabalistica…letame da consegnare alle baldracche giornalistiche di casa nostra sempre pronte a mistificare e diffamare persone , Stati , Popoli per il loro cottimo….

  7. Tanto non gliene frega nulla a nessuno. Ai politici piace il letame. Per questo arriva ai palazzi, sennò non ci arriverebbe.

  8. Ad eccezione del GR3, che ha dato questa notizia (durata 30 secondi), in tutti gli altri TG di ieri il PANDORO GATE ha avuto più di 10 minuti di spazio, seguito dalla “notizia” del deputato di FdI che ha sparato a capodanno, dalle pagelle scolastiche dei reali inglesi e dalla morte di Beckembauer, poco spazio a Ucraina e Gaza (segno che le cose si mettono male per gli anglo sionisti) ! Le stesse notizie hanno avuto pagine intere sia sui grandi quotidiani “progressisti”, Corsera, Repubblica e Stampa che quelli “conservatori”, Libero, Il Giornale e compagnia cantante ! Quanti poveri alberi vengono abbattuti per produrre la carta necessaria a stampare menzogne e idiozie quotidiane ? L’Italia insegue il primato mondiale di disinformazione e rimbecillimento di massa !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM