In Germania aspre critiche alla Merkel per la sua passività di fronte alle sanzioni USA

Gli americani vanno oltre quello che è permesso. In Germania chiedono di proteggere le aziende tedesche dalle misure punitive degli Stati Uniti, fino a quando queste non diventano un abitudine.

Lo ha detto il corrispondente della pubblicazione tedesca “Handelsblatt”, Klaus Stratmann.

Secondo lui, in un momento in cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha approvato una serie di misure punitive e il leader russo Vladimir Putin ha dichiarato che avrebbe risposto a questo, il governo tedesco è “tra una roccia e un luogo difficile”. Berlino dovrà presto esprimere una posizione più chiara sulla situazione attuale. Allo stesso tempo, Stratmann sottolinea che non ci sarà alcun vincitore in tale confronto.

“Gli americani vanno oltre quanto è consentito nella questione del Nord Stream-2. Le sanzioni sono dirette principalmente contro la Russia, ma riguardano direttamente i più stretti alleati [USA] ” , continua il giornalista, sottolineando che almeno una società europea potrebbe smettere di esistere a causa delle restrizioni statunitensi. Allo stesso tempo, afferma, Washington sta cercando di privare l’Unione Europea del diritto di risolvere i suoi problemi energetici, e questa è diventata una provocazione senza precedenti da parte degli Stati Uniti.

Stratmann ha anche criticato l’approccio del cancelliere tedesco Angela Merkel, che ha reagito a una crisi così grave con una critica languida e indifferente alla “inaccettabilità” delle sanzioni. La giornalista ritiene di non essere in grado di fare di più.

Sanzioni USA contro il gasdotto Russia Germania

Allo stesso tempo, chiede al governo tedesco di agire con l’obiettivo di “proteggere le società europee dall’arbitrarietà americana”. Spetta al governo di Berlino l’onere di proteggere le sue aziende.

A lungo termine, l’economia tedesca subirà molto di più se le sanzioni extraterritoriali diventassero un’abitudine di Washington, ha concluso Stratmann.

https://news-front.info/2019/12/21/amerikanczy-vyhodyat-za-ramki-dozvolennogo-v-germanii-trebuyut-zashhitit-kompanii-ot-karatelnyh-mer-ssha-poka-oni-ne-voshli-v-privychku/

Fonte: News Front

Traduzione: Sergei Leonov

1 commento

  • eusebio
    22 Dicembre 2019

    Il Nordstream 2 è stato completato al 90% e ormai per gli ammereCani è impossibile bloccarlo, tanto più che il loro gas di scisto è in esaurimento e le società di fracking stanno fallendo a centinaia.
    Anzi tra non molto perfino gli USA dovranno comprare il GNL russo, sempre che avranno i soldi, visto che hanno 22 trilioni di dollari di debito pubblico, ve ne pagano uno l’anno di interessi e nessuno all’estero vuole più i loro titoli di stato.
    Stanno cominciando pure a ridurre le spese militari, i fondi stanziati per il 2019 sono stati di 800 miliardi di dollari e per il 2020 di 750, per questo stanno aumentando le operazioni di guerra ibrida come rivoluzioni colorate e sanzioni, non potendo più operare sul piano militare.
    In fondo ormai la preoccupazione maggiore dei neocons è quella di essere estradati nei paesi che hanno attaccato, come Libia, Siria, Irak o Ucraina, ed essere messi davanti al plotone di esecuzione.

Inserisci un Commento

*

code