In arrivo la legalizzazione della Saharia nei paesi europei con il consenso del Consiglio d’Europa

di Elena Quidello

Ce lo potevamo aspettare da un giorno all’altro questo ennesimo tradimento a cui la gran parte degli europarlamentari europei forse si sottometterà, come già accaduto altre volte , senza che mai opposizione unanime si sia levata per rivendicare la nostra identità culturale, religiosa, e soprattutto il nostro diritto ad una giustizia umana e civile; cosa che sicuramente perderemo dando ancora una volta vittoria piena a questa oligarchia finanziaria mafiosa che, come una piovra, sta lentamente estendendo i suoi velenosi tentacoli per colpire ogni traccia di identità e di cultura europea. Questa oligarchia che, con la determinazione di chi sa di essere diventato il più forte sia finanziariamente che militarmente e dunque può esercitare il suo occulto potere in Europa, impone le sue nefaste decisioni a livello finanziario, politico , militare e persino religioso visto che l’ultima divisione (uno scisma) attuata tra gli ortodossi ucraini e quelli russi è ‘farina’ della stessa oligarchia che in Italia ha sottomesso anche la Chiesa e il Vaticano.

Non desta meraviglia che la sinistra globalista tace ed acconsente e, per dimostrare ancora la propria fedeltà ai sicari della Cia, rincara la dose contro il governo giallo/verde, distraendo i cittadini italiani con l’opposizione dei sindaci al decreto sicurezza, organizzando marce di migranti contro Salvini, così che l’appuntamento più importante con l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa previsto dopo il 20 gennaio 2019, durante il quale si discuterà l’approvazione della Sharia (legge islamica) passi inosservato.

La Sharia avrà il suo posto legalizzato in Europa? Se sì, in quali condizioni?” Queste sono le domande che stanno attualmente affrontando gli organi del Consiglio d’Europa”.
Un Appuntamento questo da nascondere ai popoli europei per i quali è‘severamente vietato’ esprimere la propria opinione, la propria partecipazione, il proprio dissenso così che a cose fatte, questi popoli, ridotti all’impotenza dai propri stessi governanti, dovranno ancora una volta chinare il capo dinanzi alle decisioni del Consiglio d’Europa, espressione dell’elite di potere che comanda nella UE.

Un organismo questo che opera sulla base delle precise direttive dalla ‘onnipotente’ Oligarchia Globalista.. Da notare l’assordante silenzio della stampa e dei media che non hanno fatto alcun cenno su questa possibile e sconvolgente approvazione della legge islamica, nonostante questa sia ritenuta da tutte le grandi democrazie occidentali una legge disumana e inadeguata al livello di civiltà europeo e tanto meno accettata dai suoi cittadini che lentamente e inesorabilmente si vedrebbero costretti a modificare il loro stile di vita e rinunciare alle loro libertà fondamentali.

Dunque, se la Sharia verrà approvata come è quasi certo, allora vuol dire che i cittadini europei se la vedranno improvvisamente cadere dal cielo senza sapere né quando né come il ‘miracolo ‘ abbia avuto luogo. Infatti, la nostra ipocrita Europa sta accelerando i tempi per rifilarci una legge che concederebbe ai soli islamici il’ privilegio e la libertà’ di scegliere ‘la sacra legge islamica ( The Islamic Holy Law) ” in sostituzione delle leggi giuridiche europee. Notare con quale reverenza viene definita la SHARIA . Una legge ‘sacra’.. per non mortificare gli islamici con aggettivi più realistici. L’influenza della potente Arabia Saudita, alleata di ferro dei paesi occidentali e ispiratrice del wahabismo e salafismo ( alla base del radicalismo islamico), si fa sentire e come.

Boldrini con gli islamici

L’Esame agli Organismi della UE
Dopo il 20 gennaio, l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE) discuterà e voterà una bozza di risoluzione dal titolo “Compatibilità della legge della Sharia con la Convenzione europea sui diritti umani”. Una risoluzione del tutto controversa se confrontata con quanto nel 2003, la CEDU (Convenzione dei Diritti Umani) aveva affermato. E cioè “che la sharia è incompatibile con i principi fondamentali della democrazia” e con gli standard della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Oggi, al contrario di quanto dichiarato nel 2003, Il Consiglio d’Europa ribalta totalmente la prima dichiarazione e, ignorando la Dichiarazione universale dei Diritti Umani approvata dall’Assemblea Generale delle nazioni Unite nel Dicembre 1948, afferma che le norme della “legge sacra islamica” possono applicarsi ai margini della legge comune’.
Non è di questo parere Grégor Puppinck giurista e militante francese, direttore del Centro Europeo per i Diritti e la Giustizia (ECLJ) a Strasburgo , il quale intervenendo in difesa dei diritti umani, spesso anche come rappresentate del Vaticano, si oppone fortemente a questa votazione del Consiglio e chiede ai popoli europei che credono nei valori universali senza riferimento ad alcuna religione, di firmare la petizione contro la Sharia da sempre ritenuta una legge non compatibile con i valori della libertà, del rispetto e della inviolabilità della persona umana anche quando questa dovesse essere ritenuta colpevole di un reato.
Ancora una volta questa Europa che con la segretezza , l’inganno e la dittatura tiene in pugno milioni di Europei, mostrando totale disprezzo verso la libertà, i diritti e la cultura tradizionale europea, impone la sua agenda politica che prevede il multiculturalismo , intrappolando i popoli, prima che se ne rendano conto, in quel vortice di sospettosa ambiguità che a lungo andare creerà profonde ferite negli animi degli europei di ogni età e nazione.
Anche questa manovra destabilizzante che porterà inevitabilmente allo scontro gruppi etnici e fedi diverse, come per il migration Compact, verrà discusso prima delle elezioni europee così che anche nel caso di un flop elettorale, i diavoli saranno sicuri che il colpo di grazia sarà stato inferto per durare anni ed anni fino a che un novello Mosè non scenderà per liberare l’Europa dalla loro indotta schiavitù.
L’Unione Europea, dunque, per giustificare la sua volontà di favorire la lenta ma inesorabile islamizzazione in Europa e le loro aberranti leggi giuridiche, si è inventata la storia che, nel Regno Unito e in Grecia, la sharia viene applicata ai residenti islamici che la scelgono nei loro tribunali; questo dimostrerebbe ancora una volta che questa Europa non sarà mai una Europa Unita come i così detti Padri Fondatori l’avevano interpretata, poiché convivranno due Stati: uno islamico ed uno cristiano fino a che l’Islam con le sue ‘buone’ maniere non deciderà di sottomettere tutti i cristiani al profeta Maometto. Secondo il Consiglio UE, la Sharia in Europa si giustificherebbe perchè tre Stati membri del Consiglio d’Europa (Turchia, Azerbaigian e Albania) sono firmatari della Dichiarazione del Cairo sui diritti umani nell’Islam (1990).

Islamici a Parigi

Secondo questo documento, l’Islam è la religione di nascita di ogni persona islamica ‘, quindi i diritti umani devono essere soggetti alla legge della Sharia. Un concetto questo pretestuoso e insignificante che non poggia su valori assoluti ma su una esclusiva interpretazione di parte in quanto non esistono diritti umani islamici,cattolici o buddisti… ma esistono diritti umani universalmente validi per tutto il genere umano senza alcun riferimento ad una qualsiasi dottrina religiosa. I ‘diritti umani’ sono quelli riconosciuti con la risoluzione ONU del 1948 dove non si fa riferimento ad alcuna religione. Tutte le risoluzioni dell’ONU a partire da quella del 1990 a quella del 2011 che hanno riconosciuto agli islamici la libertà di equiparare i diritti umani alla legge islamica (Sharia) sono, a mio modesto parere, false dichiarazioni redatte per compiacere i governi islamici che nella ‘conquista’ dell’Europa avevano un ruolo determinante nei riguardi degli intrighi di potere in seno al cosiddetto Deep State.. Si ricorda ai lettori che la risoluzione ONU del 2011 fu approvata per favorire il ‘califfo’ Erdogan che chiedeva di equiparare il reato di islamofobia ad un comune crimine e quindi severamente punibile anche con la morte.
Questo gruppo Oligarchico che l’Europa l’ha pianificata, finanziata e controllata tramite una rete di fedelissimi, (nomi e cognomi di politici di sinistra sono stati resi pubblici dopo gli hacker ai documenti di Soros) ha permesso che l’ONU applicasse alla Dichiarazione del Cairo un valore diverso da quello universalmente riconosciuto e firmato dalla quasi totalità degli stati del pianeta nel 1948. Il gruppo di potere Oligarchico avrebbe ignorato la verità che questo Universo è governato da una Coscienza Cosmica superiore che chiamiamo Dio, un Dio che vive nel cuore di ogni uomo sia esso islamico , cristiano, induista…. e non è sottoposto ad alcuna religione come a nessuna religione sono sottoposti i diritti umani in quanto fanno parte della coscienza elevata di ogni uomo e quindi attinente alla sfera spirituale.
Ma nell’islam i diritti umani devono necessariamente essere rapportati alla Sharia .Per rendersene conto basti leggere uno dei paragrafi della Dichiarazione dei diritti umani secondo il Corano :(http://unipd-centrodirittiumani.it/it/strumenti_internazionali/Dichiarazione-del-Cairo-sui-diritti-umani-nellIslam-1990/67
Anche per la sharia in Europa si sta commettendo lo stesso errore. Quindi, quando la sharia verrà approvata, è matematicamente certo che il passo verso una islamizzazione totale delle masse di emigrati islamici e quindi verso un assetto multiculturale e teocratico come quello che le masse di fede sunnita/salafita sognano per l’ Europa, sarà più che breve. Quest’ultima vedrà avanzare forzatamente l’islamizzazione e coloro che avranno contribuito a questa infame deriva potranno ardere nell’inferno eterno per aver tradito i valori e la filosofia di un Maestro mille anni luce distante dalla violenza di una legge disumana e barbara che si chiama Sharia.
Lo sanno bene tutti quei politici, giornalisti e sindaci di sinistra che tanto lottano per accogliere altri milioni di africani in maggioranza tutti islamici! Questi, con la loro adesione al programma migratorio di Soros, ben retribuito al punto da difenderlo come si è visto, con veemenza ed insolito accanimento, sono complici nella distruzione della civiltà Europea; quella nella quale l’ingenuo Altiero Spinelli aveva creduto lasciandosi ingannare dai Rockfeller e dalla Cia. Egli stesso ha lasciato questo mondo con il dolore di non aver potuto impedire l’approvazione dell’Euro che mai avrebbe voluto fosse adottato senza aver prima costruito questa Europa secondo quanto era stato a lui prospettato con il progetto Europa Unita! Ma l’ Europa Unita non si è realizzata per volontà della stessa Oligarchia il cui piano, forse mai esplicito, prevedeva lo smembramento della Russia e il conseguente controllo di tutti quei paesi dell’est che sarebbero entrati in Europa anche questi sottoposti al dominio oligarchico.

Milano, preghiera islamica al Duomo


I signori della Finanza, Il piano europeo lo hanno lentamente srotolato strada facendo senza mai preannunciarne l’esito finale. In questo esito finale, lo apprendiamo oggi, era prevista anche LA SHARIA. Sapevano i così detti Padri Fondatori che l’Europa sognata era destinata a diventare islamica? Le imposizioni date inizialmente come suggerimenti a cui tutti, a partire dai 9 Paesi CEE degli anni 70 avevano aderito fiduciosi non senza elargizioni finanziarie…. oggi,sono diventate dittatoriali e Dio solo sa quale sarà l’assetto futuro di questa Europa incompiuta.
Nonostante questa lugubre previsione, la sinistra globalista ormai sconfitta, continua a difendere l’immigrazione islamica ad oltranza incurante di come l’Italia sia diventata una triste landa mafiosa nelle mani di islamici nigeriani tribali che importano donne africane per prostituirle e poi ucciderle per venderne gli Organi.
Lo diceva, in tempi non sospetti il criminologo Alessandro Meluzzi insultato come razzista dalla solita sinistra bugiarda; ma ora la mafia nigeriana è realtà e nonostante questi orrori, l’Italia rimane divisa, incapace di una comune linea politica che salvaguardi il paese dal divenire preda di bande armate islamiche che, con sempre più arroganza e padronanza del territorio, si coalizzano per delinquere indisturbati limitando la libertà di donne e ragazze nelle uscite serali. Era quello che predicavano gli iman mussulmani come prossimo destini delle società europee, con la sottomissione delle donne alle stesse imposizioni previste per i credenti mussulmani, con buona pace delle femministe italiane.
In una situazione di decadenza e progressiva inciviltà le parole di un vescovo africano .( vox news.it) suonano profetiche quando afferma con voce sommessa e quasi soffocata che “L’Europa sparirà affogata da una marea islamica”. ….
A questa pessimistica previsione c’e ancora chi tenta di lottare per salvare L’Europa dalla islamizzazione. “IL Centro Europeo per la Legge e la Giustizia” (ECLJ) il cui presidente, Grégor Puppinck si oppone a qualsiasi introduzione della legge sulla Sharia in Europa, sta organizzando un seminario di alto livello al Consiglio d’Europa il 21 gennaio con la partecipazione di donne che hanno subito l’applicazione della legge islamica. È imperativo rimanere fermi nel rifiuto totale della Sharia.
Quindi Gregor Puppinck chiede ai lettori di firmare e condividere la petizione dell’ECLJ di cui si riporta il link di seguito. Firmate e condividete la petizione contro la Sharia in Europa. Basta Solo scrivere nome cognome, e-mail e cliccare ‘submit’.

https://eclj.org/religious-autonomy/coe/la-charia-est-incompatible-avec-les-droits-de-lhomme

P.S. L’opinione dell’autore può non coincidere con la posizione della redazione.

5 Commenti

  • redfifer
    11 Gennaio 2019

    C’è solo un rimedio mettetevi l’anima in pace non esiste guerra senza odio né sangue e se “davvero” volete morire mussulmani o rimane te in vita voi o loro. Decidetelo però prima che “loro” diventino in europa più di noi.

    Poi, sarà già domani troppo tardi prendersi cura del proprio orticello quando a coltivarlo saranno gli altri….

  • redfifer
    11 Gennaio 2019

    C’è solo un rimedio mettetevi l’anima in pace non esiste guerra senza odio né sangue e se “davvero” volete morire mussulmani o rimane te in vita voi o loro. Decidetelo però prima che “loro” diventino in europa più di noi.

    Poi, sarà già domani troppo tardi prendersi cura del proprio orticello quando a coltivarlo saranno gli altri….

  • atlas
    12 Gennaio 2019

    e voi credete che i giudei che governano il mondo, ma più di tutto l’Europa, vogliano veramente le leggi di Dio e dell’Islam ? Ma è chiaro che questo wahhabismo salafismo è opera loro, è la democrazia, che alla Elena Quidello piace tanto. Poi che le puttane nigeriane siano importate dai musulmani è la più grande cretinata che abbia mai scritto. Non ce n’è UNA sola che sia musulmana (e non poteva essere altrimenti)

  • atlas
    12 Gennaio 2019

    infatti è lo stesso principio giudaico che va CONTRO la Legge di Dio. In america non ci sono forse da sempre i mormoni e gli amish che si isolano e governano da soli ? E’ lo stesso discorso del dividerci in ‘comunità’, ma vincolate sempre al liberalismo invece di creare vincoli morali con Leggi che riguardano TUTTA la Società e lo Stato. E’ un modo per ridimensionare le enormi potenzialità dell’Islam e di volerlo adattare al capitalismo non il contrario

  • Man
    14 Gennaio 2019

    Ha ragione da vendere il furbo di tre cotte a nome Orban: da una parte i musulmani padroni qualche “giorno dopo” Poitiers (AD 732) del “ce lo chiede l’euro(pa)”. Viceversa dalla Centrale Europa e via via, il cristianesimo di matrice ortodossa. Tertium non datur. Aveva ragione la “compagna” Oriana Fallaci, ma pure per altra via Pasolini.

    Man

Inserisci un Commento

*

code