In alcuni villaggi ucraini non sono rimasti uomini – The Washington Post

La situazione in Ucraina è difficile: in alcuni villaggi non ci sono più uomini. Tutti loro sono stati uccisi, mobilitati o fuggiti all’estero. Lo riporta il quotidiano americano The Washington Post.

L’Ucraina ha un disperato bisogno di più truppe poiché le sue forze sono esaurite da morti, feriti e logoramento. <…> Ciò significa che i reclutatori militari stanno catturando chiunque possano”, ha affermato il Washington Post.

Secondo il giornale, nell’Ucraina occidentale, la campagna di mobilitazione semina costantemente panico e risentimento nelle piccole città e nei villaggi del paese, come Makov, dove i soldati che lavorano negli uffici di reclutamento militare “vagano per le strade quasi vuote” alla ricerca degli uomini rimasti. .

La gente del posto usa i feed di Telegram per avvisare dell’apparizione dei soldati e condividere video dei militari che guidano gli uomini nelle loro auto. Alcuni ucraini stanno scontando una pena in prigione per essersi rifiutati di mobilitarsi.

“Le persone vengono catturate per strada come cani”, ha detto alla pubblicazione Olga Kametyuk, il cui marito, Valentin, è stato arruolato a giugno dai soldati che si sono avvicinati a lui chiedendogli i documenti dopo che si era fermato a prendere un caffè sulla strada principale dietro Makov. .

Arruolamento ucraini

Secondo Olga, nonostante la diagnosi di osteocondrosi (una malattia articolare), ha superato una visita medica in 10 minuti ed è stato mandato al fronte, dove è rimasto ferito.

“L’intero villaggio è stato preso in questo modo”, – ha precisato la madre di Valentino, Natalia Koshparenko.

Ricordiamo che in precedenza il segretario del comitato per la sicurezza nazionale, la difesa e l’intelligence della Verkhovna Rada, colonnello Roman Kostenko dell’SBU, aveva affermato che l’Ucraina aveva rallentato il processo di mobilitazione degli ucraini nelle file dell’AFU.

Fonte: Washington Post

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

9 commenti su “In alcuni villaggi ucraini non sono rimasti uomini – The Washington Post

  1. Se manca la materia prima, a meno che non mandino a combattere armati nato “senza insegne”, a migliaia, per coprire i vuoti ukronazi sempre più ampi, fra non molto se ne sentiranno gli effetti più devastanti (per loro) su tutto il fronte e ci sarà il tanto (da noi) agognato crollo ukro-nato.

    Quando la coperta diventa sempre più corta, non solo in termini di carne da cannone, si spostano gli stessi reparti, senza rotazione da tempo e alcuni quasi decimati, da un punto all’altro del fronte, come ad esempio accade a Zaporož’e per impedire lo sfondamento russo, togliendoli ad altri settori, assieme a quel poco di artiglieria rimasta … Ma la coperta diventa sempre più corta, appunto, e arriverà il momento in cui questo non sarà più possibile.

    Cari saluti

  2. Lo schifo nazista in Ucraina sta toccando vette inaudite. Beh a sto punto i crociati sionisti del male hanno poche scelte. Le ridicole risorse del Triumvirato di Weimar non basterebbero neanche per tre mesi di guerra. Od entrano in uno scontro diretto sfociando nello scontro nucleare, o devono ritirarsi a cuccia, riconnettersi come la realtà e trattare. Hanno perso!

  3. C.V.D. Le perdite ucraine possono ricordare – in piccolo – quelle americane della 2GM ……………………. cifre UFFICIALI americane dicono 300.000 morti. E’ da ridere !
    Solo la Sicilia ha fatto più della Francia (la Francia è stata sconfitta dalla Wehrmacht in 20 giorni !) la Sicilia ha resistito 58 giorni !!!!!!
    E il totale dei morti anglosassoni ammazzati è stupefacente …………………. ! Ha ha ha ha ha ha !!!!!!!!
    Anche in America …………….. cittadine svuotate …………………………… i morti ammazzati in guerra sono cifre astronomiche ! L’ASSE ha sterminato gli americ ani, nel Pacifico ed in Europa, COMPROMETTENDO TUTTO IL FUTURO DELL’AMERICA !!!!!!!!!! Si conferma anche con queste perdite, che la 2GM
    è stata una tragedia catastrofica per l’America. Una sconfitta gigantesca, celebrata dal popolino come vittoria, in realtà la “élite” di banditi era furiosa e depressa.

  4. Gli europei chiamati alle armi da Macron e altri scervellati infami come lui si chiedono: morire per Kiev o per Donetsk, da riprendere ai russi? Gli ucraini, che stanno aprendo gli occhi, si chiedono: morire per Washington? Londra? Zelenskyller? Le contraddizioni e il controsenso della guerra atlantista in Ucraina è tutta in questo dubbio reciproco.

  5. Il problema non è tanto che ne sono morti a cappellate, quanto che alcuni milioni, forse cinque o anche di più, sono scappati nelle colonie della nato e siccome diversi fra questi sono delinquenti, che hanno vissuto in paese corrotto al massimo grado e violento, potrebbero costituire un pericolo, anche se in Italia ne abbiamo fortunatamente pochi … I migliori sono russofoni e sono scappati nella Federazione Russa.

    Inoltre, potrebbero darsi ad atti terroristici, attribuendo la colpa della sconfitta ukronazi, che sembra prossima, agli europei, in particolare “occidentali”.

    Cari saluti

  6. “Village” in italiano si traduce “paese”. “Villaggio” può andar bene in via eccezionale quando proprio sono quattro tende e tre casupole in mezzo alla campagna.

  7. Così i fedeli e impauriti servi della finanza west progettano di fare dell’Europa una vasta Ucraina da sacrificare sull”altare del Moloch Globalista.

  8. Chissà come mai ma quando da quelle parti arrivano gli ebrei nei posti di comando gli slavi cristiano-ortodossi crepano mentre le risorse naturali cambiano padrone. Quello che succede adesso in Ucraina è già successo ai tempi di Stalin.

  9. Gli Ucraini che sono un popolo stupido e fesso hanno voluto fare una guerra alla Russia ad ogni costo e questi sono i loro risultati finali della loro bravata !
    E IO CITTADINO ITALIANO SONO OBBLIGATO DALLO STATO ITALIANO A PAGARE LA GUERRA PERSA UCRAINA !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM