APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Il voto del 4 marzo: un referendum anti Bergoglio

di Francesco Lamendola

Il voto politico del 4 marzo 2018 ha bruscamente archiviato quello che pareva ormai un destino irrevocabile: quello di essere governati ancora, a tempo indeterminato, se non dalle persone fisiche, dalle idee, si fa per dire, di Renzi, Gentiloni, Boldrini, Grasso, Mattarella, Bergoglio.

Sì, perché se qualcuno ancora l’avesse capito, lo sconfitto numero uno di queste elezioni politiche è stato lui, il papa argentino che fa sempre e solo politica: immigrazionista, buonista e progressista. Gli italiani, otto su dieci, hanno detto no, basta: e hanno tirato un colpo di spugna su anni di menzogne vergognose, di tradimenti di Stato, di deliberato perseguimento non del bene, ma del male nazionale, mediante politiche interne ed estere semplicemente suicide, al servizio di poteri ed interessi “forti”, sia nazionali che internazionali.

E questa è già una cosa buona, anzi, ottima, anche se il percorso da fare adesso è tutto in salita, pieno d’incognite, di trappole, di ricatti morali e materiali. Per la prima volta, nella storia della Repubblica di Pulcinella, quella messa in piedi all’ombra delle baionette dei “liberatori” americani e sulle macerie delle città da essi distrutte per salvarci dal fascismo, per la prima volta, dunque, il popolo italiano ha avuto un soprassalto d’orgoglio, o forse solo di disperazione, e ha fatto un passo indietro rispetto all’abisso nel quale una classe dirigente di traditori lo stava spingendo al suono del pifferaio magico. Ha dato un calcio in culo al piazzista fiorentino, alle sue belle e disinvolte ministre o aspiranti tali, alle signore femministe e ai capipopolo senza esercito, senza idee, senza coerenza, senza dignità: quelli che si preoccupano di fornire skype ai “rifugiati” ghanesi e nigeriani perché posano seguire la partita di calcio nei centri di accoglienza che ci costano milioni di euro, mentre le pensionate italiane settantenni svengono nelle nostre città, per la fame e per il freddo.

A questi signori e signore intellettualmente grotteschi, disonesti, fuori della realtà, o semplicemente al soldo di poteri inconfessabili, hanno detto basta e li hanno spediti a casa, così come vorrebbero spedire a casa qualche centinaio di migliaia di clandestini delinquenti o fannulloni che si fingono perseguitati o profughi per poter vivere a scrocco, mal che vada, qualche anno nel Bel Paese dove solo se hai la pelle bianca devi rispondere dei reati che commetti, mentre se ce l’hai scura ti vien perdonato tutto, perfino di aver preso a coltellate i carabinieri mentre ti stavano arrestando per spaccio di droga; facendo ricorso se la prima richiesta di riconoscimento dello status di rifugiato non arriva, e poi facendo ricorso una seconda volta, beninteso rigorosamente a spese dell’Italia.

E se tale riconoscimento non arriva neanche al terzo tentativo, niente paura: le autorità italiane mettono in mano ai finti profughi un certificato di espulsione, si girano dall’altra parte e gli danno tutto il tempo di passare bellamente in clandestinità. Col risultato che le città italiane, i quartieri, le stazioni ferroviarie sono diventati invivibili, pericolosi, angoscianti; che ogni giorno i clandestini compiono qualcosa come settecento reati, dal furto alla prostituzione, dallo spaccio di droga alla rapina, per non parlare di aggressioni, stupri e omicidi. Il 40% degli stupri sono opera loro, benché siano solo una piccola frazione della popolazione totale del nostro Paese. E intanto il signor Bergoglio insiste, tutti i santi giorni, che bisogna accogliere i “profughi”, e i suoi vescovi di strada si mobilitano alle sue parole d’ordine, entrano a gamba tesa nella politica italiana, fanno pressioni inaudite per la legge sullo ius soli; e, nel frattempo, trasformano chiese e basiliche in osterie, dormitori e cessi pubblici per dar da mangiare, da dormire e da pisciare, con licenza parlando, a tutti questi nostri fratelli, a questi “angeli del Signore”, come li ha definiti monsignor Tisi, arcivescovo di Trento. E pazienza se questi angeli si macchiano di mille stupri all’anno (cifra approssimata per difetto), tre al giorno: si vede che non è toccato alle nipoti di Bergoglio o di Tisi, Paglia, Galantino, Perego; ma forse alle nipoti delle vecchiette che svengono di fame nei supermercati, in mezzo a cibarie che non possono acquistare, perché la misera pensione di cui vivono non lo permette, come non permette loro di pagarsi il riscaldamento in casa.

Resta da capire come sia stato possibile arrivare fino a questo punto, cadere così in basso, farsi governare per così tanto tempo, e in condizioni economiche e sociali sempre più degradate, da questa incredibile ammucchiata di nullità, di cialtroni, d’imbonitori da fiera, di venditori di pentole, di propinatori di lucciole per lanterne. Questo è un punto decisivo: se non riusciremo a capire come sia stato possibile che della gente mediamente intelligente, come lo sono gli italiani, nonché mediamente dotata di un elementare buon senso, non c’è alcuna garanzia che, domani, non ci troveremo di nuovo con la catena al collo: e che tutti questi Renzi, Boschi, Moretti, Franceschini e compagnia bella, più la Bonino e la Boldrini, non tornino alla grande e recuperino, con qualche gioco di prestigio, le posizioni, le poltrone e gli stipendi perduti, e il popolo sovrano si trovi un’altra volta cornuto e mazziato.

Di Berlusconi, in questa sede, preferiamo non parlare: ne abbiamo parlato tante volte, in passato, e non ci va di spendere altro inchiostro per il patetico e inglorioso tramonto di costui, mal consigliato dalle sue badanti come lo fu dalle sue escort: tale la sconsolata analisi del professor Paolo Becchi, alla quale non possiamo che associarci.

Beninteso, il problema non era, e non è, solo quello dell’invasione africana ed islamica; ce ne sono almeno altri due giganteschi, quello dell’uscita dall’euro e quello del rilancio dell’economia, attraverso le due manovre convergenti della riforma fiscale e della riforma della giustizia: intanto, però, quello è il più urgente, come l’incendio in una casa che sta andando a fuoco. Prima si devono spegnere le fiamme, poi ci si occuperà di tutto il resto. E il voto del 4 marzo indica questa volontà da parte degli italiani: che l’Italia rimanga italiana, un Paese europeo e di tradizione cristiana; che non diventi africana ed islamica; che non sia preda di una conquista incruenta, ma implacabile, che, se non verrà arginata, porterà allo scomparsa del popolo italiano e della civiltà italiana, nel giro di pochissime generazioni.

La spiegazione di questo arcano, un popolo intelligente che si fa menare per il naso e addirittura si fa spogliare, aggredire e svendere da coloro i quali lo dovrebbero governare, cioè proteggerlo e guidarlo, badando sempre al suo bene e al suo interesse, e non a quello di altri, risiede, crediamo, in una regressione antropologica senza precedenti, che ha visto come campo di battaglia la cultura. Negli ultimi settanta anni, la cultura, la scuola, l’università, il cinema, il teatro, la musica leggera, l’arte, l’intelligenza, sono state abbandonate a una pervasiva egemonia della sinistra, specificamente marxista o neomarxista, con qualche pennellata di socialismo, di anarchismo, di radicalismo (quest’ultimo passato lentamente, e assai abilmente, dalla condizione di mosca cocchiera a quella di centro direttivo di tale egemonia).

Boldrini alla Camera

In pratica, per settant’anni hanno imperato i signori delle foibe, delle quali, infatti, per quasi settant’anni non si è neanche potuto parlare; i signori del “triangolo della morte”, quelli che nel 1945, a guerra già finita, assassinarono qualche decina di migliaia di loro fratelli in nome della libertà e dell’antifascismo; quelli che nel 1947 organizzarono scioperi e manifestazioni contro i “banditi giuliani”, cioè i disgraziati (e dignitosissimi) profughi della Venezia Giulia, in fuga dagli orrori di Tito. Ribadiamo il concetto: i signori che, oggi, ci martellano ogni santo giorno con il nuovo vangelo dell’immigrazione, e ci spiegano come accogliere milioni di africani e asiatici di religione islamica, falsi profughi al 95 per cento, è nostro sacrosanto e irrinunciabile dovere, sono quelli che allora, davanti a 350.000 nostri connazionali che erano profughi davvero, e che, tranne la vita, non avevano potuto salvare nulla della loro esistenza precedente, né la casa, né i beni, né i risparmi, non seppero far di meglio che insultarli, prenderli a sputi e sabotare le linee ferroviarie che li portavano verso l’interno del Paese. Ora, quegli stessi signori, per quarant’anni, cioè per tutto il tempo della Guerra Fredda, e poi per qualche altro lustro ancora – poiché non si capacitavano che il Muro di Berlino fosse caduto in testa proprio a loro e ciò pareva loro una enorme ingiustizia storica – hanno potuto spadroneggiare ed insegnare ai nostri giovani, e anche ai meno giovani, che solo quel che viene da sinistra è bello, buono, pulito e idealistico, mentre da destra non arrivano altro che sozzure, porcherie e immondizie innominabili.

Nell’ambito della cultura, hanno predicato indefessamente, e con notevole successo (non essendovi contraddittorio, né concorrenza, per cui si muovevano in regime di monopolio) che i soli scrittori, poeti, registi, filosofi, artisti, degni di questo nome, sono quelli di sinistra; che la destra non produce cultura, non ha mai saputo farlo, perché è formata solo da scimmioni, da cavernicoli, o da truci colonnelli sempre pronti a fare colpi di Stato, se appena se ne offre loro il destro. Gadda, Vittorini, Guttuso, Moravia, Eco? Dei geni. E a destra, o al centro? Niente, il deserto dei Tartari. E Pound? Be’, cosa volete, c’è sempre l’eccezione che conferma la regola; e poi non era nemmeno italiano. E l’Enciclopedia Italiana, un’opera che il mondo intero ci potrebbe invidiare? No, mai: roba vecchia, superata; come potrebbe essere diversamente, se fu voluta da quel “fascista” di Gentile? Ora, Gentile è stato “giustiziato” dal popolo; meglio non parlare più, allora, né di lui, né della sua Enciclopedia.

Meglio celebrare fino alle stelle quel pallone gonfiato di Croce, perché, se proprio bisogna ammettere che anche la cultura non marxista ha prodotto qualcosa di buono, è pur sempre diritto insindacabile della sinistra stabilire e decidere quale destra sia seria e meritevole di attenzione, e quale no. Anche gli intellettuali di destra sono stati sottoposti a questo parziale sdoganamento; ma solo a partire dagli anni ’80, quando il comunismo internazionale stava tirando gli ultimi respiri: erano accettati, o tollerati, quelli che facevano mea culpa sul passato “fascista” e soprattutto sulla colpa imperdonabile dell’antisemitismo: Giordano Bruno Guerri sì, Marcello Veneziani già un po’ meno, Maurizio Blondet no, assolutamente no. E via di questo passo, sempre sulla base di un codice morale tutto loro, di cui avevano l’esclusiva.

Bonino e migranti

I professori di liceo hanno insegnato, per anni, che Nanni Balestrini è stato un grande poeta, mentre hanno passato sotto silenzio Mario Luzi, che un grande poeta lo è stato per davvero; che si poteva sbrigare la filosofia di un gigante del pensiero come san Tommaso in due lezioni, ma bisognava fermarsi per settimane e mesi a parlare di pseudo filosofi come Marx o Freud; e così via. In questo modo, di falsificazione in falsificazione, di incretinimento in incretinimento, una mattina gli italiani si sono svegliati ridotti a un popolo d’idioti. Non c’era più intellighenzia, quindi non c’era più classe dirigente. Perché una classe dirigente che si beve che Togliatti è stato il più grande statista italiano del ‘900, e Mussolini il più grande criminale della storia, non ha più un cervello: gli è rimasto solo un sistema nervoso spinale.

Questo accadeva verso il principio degli anni ’90 del secolo scorso: e infatti, sceso in lizza sei mesi prima delle elezioni che si tenevano, per la prima volta, dopo la fine della Guerra Fredda, vinse Berlusconi, coi suoi slogan da operetta e le sue televisioni addomesticate. Ecco: quello sarebbe stato il momento, per la cultura di destra, di riemergere dalle catacombe, di ripristinare un po’ di verità, di immettere un poco d’ossigeno nelle cantine della società italiana, terribilmente asfittiche: e invece si vide una cosa piuttosto deprimente, che la cultura di destra non esisteva più. C’erano solo dei servi, dei lacchè, dei pennivendoli: troppo poco per costituire una egemonia culturale, e sia pure una contro-egemonia culturale.

Così, per qualche tempo, la cultura di sinistra passò al contrattacco, avendo trovato un nuovo, formidabile alleato, una insperata carta vincente: la Chiesa cattolica. Grazie ai cattolici di sinistra, progressisti e modernisti, imbevuti di teologia della liberazione e di pauperismo ”evangelico” di terza o quarta scelta, merce avariata e assolutamente immangiabile, ma pur sempre abbastanza appetitosa per un popolo rincretinito da settant’anni di menzogne intellettuali, agli italiani, nelle scuole, all’università, al cinema, attraverso le case editrici e i premi letterari, venne ammannita una nuova versione della Grande Menzogna, stavolta in salsa pseudo cristiana anziché esplicitamente marxista. La menzogna dei disperati in fuga da guerra e fame, la menzogna dell’accoglienza e della solidarietà, la menzogna delle migrazioni dall’Africa come logica e giusta conseguenza dello sfruttamento neocoloniale, orrenda colpa collettiva dalla quale gli italiani si sarebbero riscattati solo mettendo a disposizione case, alberghi, posti di lavoro, mense, dormitori e ogni altra cosa, fino alle cuffie per la musica e a skipe, nei confronti di questi nostri “fratelli” bisognosi, di questi “angeli mandati da Dio”.

Papa Bergoglio con i rifugiati

Quel che si deve fare adesso, pertanto, per evitare il ritorno dei morti viventi, dei vampiri che ci hanno succhiato il portafogli e l’intelligenza per un tempo così lungo, è ricostruire un po’ di cultura, ripristinare un po’ di libero dibattito, abbattere le ultime cittadelle della menzogna, più o meno istituzionalizzata. Si deve promuovere una riscossa antropologica, come i nostri pessimi governanti e pessimi intellettuali hanno perseguito per decenni un degrado antropologico da regime totalitario, paragonabile, sia pure in veste soft, a quello attuato scientemente nella ex Unione Sovietica. Se non si rimettono al centro l’intelligenza e la cultura, l’occasione storica del 4 marzo 2018 andrà sprecata.

Fonte: Arianna Editrice

*

code

  1. atlas 6 mesi fa

    sono solo ‘islamici’ (o giudeo wahhabiti salafiti) gli stranieri che senza diritto alcuno accedono al territorio ? O la maggior parte non lo sono ? A Milano in viale Jenner c’è un centro della cia che fa capo al consolato del Kuwait; hanno fatto molti arresti lì la digos negli anni scorsi…perché non lo chiudono…? Perché un qualsiasi locale da caffè di qualsiasi città della penisola italofona se da informazioni di polizia è considerato un ritrovo abituale di pregiudicati invece viene chiuso. Perché se un trevigiano va a Bari senza soldi teoricamente ad un’accertamento i cc possono disporre il foglio di via per vagabondaggio e a un senegalese senza nemmeno documenti no…!? Perché un italico oggi in un ristorante deve osservare 1000 regole e viene bombardato da multe e invece locali di stranieri non vengono nemmeno controllati
    per il resto concordo su tutto quanto l’art.lo. Preciso, per i sostenitori della ‘reciprocità’, e ricordo, che in Egitto ci sono migliaia di chiese cristiane senza una sola scritta sui muri difese da Poliziotti ed Esercito di Musulmani Sunniti. Ma in Egitto per Legge la Nazionalità Egiziana per uno straniero è impossibile. E si accede al loro territorio solo con Passaporto valido per almeno altri 6 mesi dichiarando lo scopo della visita e controllati costantemente dalla polizia politica. C’è molto qui da riformare per ritormare al ‘primo mondo’.

    Salutiamo
    Emanuele Reho Musulmano siciliano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 6 mesi fa

    Se qualcuno ancora l’avesse capito, lo sconfitto numero uno di queste elezioni politiche è stato come sempre il POPOLO, il POPOLO italiano.
    Vince un Movimento o dei Movimenti finanziati dagli Anglo-Americani è con la forza ideologica della Propaganda ci si vuole convincere e si vuole convincere che una Nuova Era è iniziata per l’Italia, capisco che un Movimento ha parlato di GAIA, ma ricordiamoci parlava di Mondo Unipolare a guida Occidentale.
    Perciò in Italia hanno vinto le BANCHE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 6 mesi fa

      È vero però non si può negare che gli italiani hanno dato un indicazione, fuori dall’euro e NO ALL’IMMIGRAZIONE.
      I politici è loro responsabilità che ne tengano conto, non sia mai che un giorno vengano chiamati a risponderne.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 6 mesi fa

    Bellissimo articolo che ha ricordato le falsificazioni e le ingiurie comuniste cui e’ stato sottoposto per decenni il popolo italiano.
    Ha fatto un excursus veridico di quel che accadde con l’arrivo di Berlusconi che ha perso un’occasione per ridare veramente forza all’Italia.
    Ora solo pochi credono in lui, dopo le buffonate orgiastiche compiute con il seguito di strascichi giudiziari inutili e montati.
    Bergoglio, lo pseudo papa e’ un altro sconfitto, verissimo !
    Ma l’articolista non comprende , forse per l’eta’ (non so) che l’attuale Bergoglio e’ semplicemente la sommatoria degli errori compiuti dai predecessori compreso il lodato Woityla (santificato da chi? in fretta e furia dai successori eretici ?) .
    Un articolista cattolico, morto da poco, affermava che la devastazione e degrado della Chiesa cattolica abbia influenzato, per vie inconoscibili, ma reali, l’andamento del resto del mondo in un degrado globale ed esplosione del selvaggio mercatismo libero che affama popoli e nazioni.
    Sarebbe il “katekon” di evangelica dottrina , cioe’ l’ostacolo che era il papa cattolico in Terra.
    Eliminato l’ostacolo per l’elezione di Roncalli, amico dei massoni e pure lui, forse, massone, tutto e’ scivolato con il Concilio (che Pio XII non volle indire) che fini’ con un’accozzaglia di modifiche e di nozioni elucubrate ed ambivalenti che hanno fornito pretesto agli “innovatori” per modificare quel che non andava modificato.
    Il Ratzinger che si atteggio’ sempre a teologo , senza averne la stoffa e la dottrina, se ne usci’, per salvare capra e cavoli, con la sua teoria della “ermeneutica della continuita’” tanto per elucubrare ancora un po’ sull’ambivalenza di frasi uscite dal concilio.
    Anche lui emulo dei predecessori ed emulo del polacco Woityla che indisse io conciliabolo tra tutte le religioni ad Assisi. Qualche anno dopo un terremoto distrusse la basilica dove si celebrarono i riti esoterici.
    Ma non basto’ ancora poiche’ Ratzinger re-indisse il conciliabolo esoterico delle religioni per ricordo del Woityla (che bacio’ il Corano che trasuda sangue di milioni di martiri cristiani).
    Qualche anno dopo si dimette, caso unico nella storia cattolica e viene eletto col solito sistema dai cardinali apostati, un altro che riassume perfettamente il degrado ecclesiale: Bergoglio.
    Qualche anno dopo le sue esternazioni eretiche ed il suo non voler dare giudizi e ,quindi, non fornire indicazioni al cattolico su come agire, induce una scossa ulteriore alla Chiesa. Questa scossa si ripercuote come eco nella Terra e crolla la basilica di Norcia dedicata , e del tempo di San Benedetto , patrono d’Europa.
    Con questo mi fermo dall’analisi sulla svolta comunistoide della Chiesa che e’ diventata assembleare (cioe’ protestante) in tutte el sue manifestazioni , messa compresa.
    Come potevano dunque gli italiani, investiti dalla cultura marxista statale e massonico-marxista della chiesa vaticana, essere liberi e ribellarsi ?
    Forse c’e’ stato un intervento divino, poiche’ la reattivita’ e’ molto scarsa da decenni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 6 mesi fa

      Il Sacro Corano … che cosa ?
      Forse lo confondi col talmud

      Berlusconi avrebbe potuto dare forza … a cosa; alla massoneria giudeo americana ?
      Ti leggo un po’ confuso
      forse troppa tivvù mediaset ?
      Tessere P2 1816

      salutiamo
      Emanuele Reho Musulmano Siciliano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. animaligebbia 6 mesi fa

      Mirabile commento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. animaligebbia 6 mesi fa

        Per Mardunolbo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Silvia 6 mesi fa

    A me non sembra proprio che gli Italiani abbiano detto “basta” e che siano cosi’ contrari all’immigrazione di massa. La maggioranza ha votato per partiti di sinistra e favorevoli allo Ius soli (magari, soprattutto al Sud, per avere il Reddito di cittadinanza, senza lavorare) Quindi teniamoci tutti gli Africani e non lamentiamoci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. geometrio ellittico 6 mesi fa

      E perché a te non sembra che in realtà è. E perché ti sembra di vedere che in realtà non vedi. E perché tu sei fazioso/a che ti pare, ti sembra, potrebbe, tuttavia ( questa ultima una new entry che si ascolta ultimamente) , vuoi manipolare , ma male per te, sei su un sito dove non creerai seguaci , solo nemici mortali. Mi pare di salutare qualcuno, tuttavia……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. atlas 6 mesi fa

      Silvia io nelle Sicilie non ho tempo per lavorare.
      C’è un essere dentro di me che mi chiede di farlo felice e io gli ubbidirò

      salutiamo a chi ci vuole bene, agli altri dito medio (a buon intenditor)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 6 mesi fa

        Atlas, servo del cazzo…(suo),da buon seguace di Maometto il falso profeta che abbrustolisce nell’Inferno…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 6 mesi fa

          hahaha. Dio ha creato tutti gli universi per Muhammad, il più amato da ALLAH
          buona notte (Mard tu quando dormi sogni ? E soffri e godi ? Qualcosa del genere riguarderà la dimensione dela vita futura …)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio 6 mesi fa

    Concordo in pieno caro mardunolbo.. tutto giusto, per filo e per segno.. 2 piccole sciocchezze: il caso di ratzinger è il secondo nella storia, il primo risale a Papa celestino, un eremita del 1300..
    stanno per santificare pure paolo sesto… dopodiche potrebbero beatificare bergoglio ancora in vita visto lo schifo..li hanno fatti santi tutti quelli dal concilio vaticano secondo in poi, tranne Papa Albino Luciani che fu ammazzato..
    ratzinger dava però segnali contrari al volere giudaico che domina la chiesa dal dopoguerra, cercava di svegliare gli italiani, non accettava in toto tutto quello che arrivava e perciò lo hanno costretto a dimettersi. Ho già raccontato la storia dello swift e ho già dato il mio contributo a questa storia dicendo che in quel periodo il vaticano aveva i conti bloccati e, per esempio, i visitatori dei musei vaticani che volevano acquistare il voucher d’ingresso non potevano pagare online perchè il servizio era disabilitato..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lister 6 mesi fa

      Vero, Claudio,
      ma Celestino V lasciò e, per tema di un eventuale ritorno, fu imprigionato da Bonifacio VIII fino alla morte.
      Questo, invece, si è autoproclamato “papa emerito”.
      Come dire: vergogna, questa sconosciuta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 6 mesi fa

        Un Papa è Papa fino alla sua stessa morte, ecco perchè si sono inventati sta storia dell’ emerito.. il vero Papa è ratzinger.. infatti, se noti, veste di bianco… anche l’altro è Papa ma è una anomalia..non dovrebbe essere li fintanto che il Papa è vivo.. non ci possono essere 2 vicari di Cristo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 6 mesi fa

          haha e perché …no ? Ci avete la trinità, la madonna, i santi…io vedo da noi nelle Sicilie che fanno tante processioni all’anno, mettono soldi, catenine d’oro, le baciano le statue …

          uno più, uno meno …

          a parte gli scherzi, ottimo commento, istruttivo ed arguto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Eugenio Orso 6 mesi fa

    Fuori dalle palle questo satanista polcor, devoto ai dominanti finanziari e alla “società aperta” regolata dal mercato.
    Via questo falso profeta, fintamente rinnovatore, che porterà alla rovina la sua chiesa.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GIOVANNI BRIGHI 6 mesi fa

    Il 4 Marzo i Sinistri hanno preso una delle più brutte suonate della loro storia , ma solo dopo essersi abbandonati ad una “ Orgia Legislativa “ senza freni , come un Sabba satanico rituale .
    Rammentate con quale determinazione ossessiva volevano approvare lo “ Ius Soli “ , a Parlamento chiuso ?
    Sembrava ci fosse un demone fuori del portone che batteva come un ossesso , voleva , voleva , voleva !

    La Destra cosa ha fatto per opporsi a questa catastrofe legislativa ?

    Nulla

    Oggi cosa vogliamo fare ? Continuare a non lavorare politicamente e consentire che si riprendano dal ceffone e nel giro di qualche tempo si riprendano Potere e Sabba ?

    Lo stanno già facendo oggi , con furia , per la Giornata della Donna ! Sono in piazza , già , di nuovo , hanno “ mestiere “ loro !

    Se non si interviene attivamente la storia del paese sarà un regolare susseguirsi di denti di sega ” rossi ” in cui si susseguono : presa della maggioranza , leggi a raffica , sinistrissime , approvate con la Fiducia poi , non avendo freni , arriveranno di nuovo all’ assurdo , crolleranno e riprende il nuovo ciclo .

    E i Moderati , la Destra cosa fa ? Un beneamato nulla , come sempre !

    Analizziamo la antropologia della Sinistra e della Destra .
    I Sinistri sono nati per le orge , di ogni tipo , alla minima difficoltà vanno al Circolo e si ingroppano il primo compagno che trovano , fanno Centri Sociali , decine di migliaia di Comitati , Onlus , dove c’ è un finanziamento , loro costruiscono la scatola per farci finire i soldi , hanno il Sindacato più attivo , la CGIL ( in via Bassi a Udine c’ è , ogni giorno decine di negri fuori della porta a ricevere oro di informazioni e aiuto ) , centinaia di migliaia di Conferenze all’ anno , hanno in mano tutti i Festival , dalla Storia all’ Arte , alla Fotografia , Libri , ecc. ) .
    Posso continuare fino a domani mattina .

    Per la Destra , me la cavo con due righe :

    l’ uomo di destra ( semplificando ) è un individualista , se ha un problema , non va in Sezione a cercare un Compagno , no , non gli tira più , fine del problema !
    Vive la sua vita come : un uomo , una repubblica in relazione con le altre , a distanza , confidenza : poca , commistioni non se ne parla , mettere insieme pensieri : come andarci a letto !

    Sindacati , Congressi , Festival , Manifestazioni , Circoli ?

    Niente !

    Se le cose rimangono così la vittoria di Salvini sapete quanto dura ? Un mese !

    La macchina da Guerra Sinistra che vi ho appena descritto e che è permanentemente attiva travolge ogni ben organizzato nemico , figuriamoci un non nemico !

    O , ragazzi miei , si decide , a dx , di cambiare completamente modo di stare nel Paese o il Potere sarà solo loro , solo loro , a voi resteranno i secondi di quando vanno a fare la pipì !

    Necesse est : Costituire una Commissione , con i “ migliori “ dei diversi rami della Vita Nazionale , che analizzi lo status delle forze in campo , CONTEGGI le truppe avversarie , CONTEGGI le caserme , i campi di addestramento , di riposo , i metodi di finanziamento nazionali e inter che li ossigenano , di conseguenza prepari un piano di azione Sociale , Politica , Culturale per andare a occupare gli spazi inabbandonabili di vita pubblica , stabilendo numeri , capacità , costi , finanziamenti possibili , ecc. di cui c’ è bisogno .

    Nessuno avrà un penny , in futuro , se non sarà spinto , da dietro , da una organizzazione da paura !

    Oggi chi c’ è a dx ?

    Marcello Veneziani , vox clamantis a deserto , Casa Pound , con l’ 1 virgola dei voti !

    In inglese si chiama “ STARVATION “ , “ STARVATION “ !

    O si decide di fare , come mai prima o neanche lamentarsi più : rientrare nella Caverna di Platone e fare la calza in eterno !

    Tertium non datur !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Riki 6 mesi fa

    Io penso che la sinistra di adesso non centri nulla con la sinistra di quando vinceva la DC, che vinse sempre. I comunisti si trasformarono per poter arrivare al potere e, dopo molto molto tempo, gli USA, che sono il padrone assoluto, diede l’OK . Quando la sinistra prese il potere diventò serva dell’Elite come nessuno lo era mai stato. Ma i costumi da allora sono cambiati talmente che … basta vedere la contestazione: si fa online – in rete – la rete che una volta usava la cia. La NSA ascolta tutto, ogni parola che scriviamo rimane in memoria. L’alluminio che c’è nell’atmosfera permette di vedere qualsiasi oggetto si voglia vedere con i radar. L’aereo mh 370 della malaisya air. sparito nel nulla è un falso clamoroso. Le 300 persone a bordo sparite per sempre – Ustica uguale, nessuno parla, qui non centra niente sin-destra… cia mossad è meglio. Cia VS Mossad vai! …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riki 6 mesi fa

      anzi diciamo così: non si muove foglia che Dio Rothschild non voglia. La sinistra e la destra – il centro e il lato non contano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riki 6 mesi fa

        anzi penso che fra non molto ci sarà un att, organizzato dai soliti per spaventare la popolazione e far passare altre leggi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Riki 6 mesi fa

          come fanno a organizz un att. false flag: allora, prendono dal loro vivaio (gente dissociata, skizzo, psichicamente debole) uno e gli dicono in stile brainwashing che lui è troppo forte è troppo in gamba, è un giusto! Quando l’hanno cotto a puntino e il pirla è pronto per colpire, gli dicono di prendere un furgone e di non dimenticarsi assolutamente di mettere il documento d’identità sul sedile (ahahahah) poi gli dicono che gli i fedeli devono pagare e quindi vanno puniti – poi lo fanno secco e la gggggente che fa shoppinG e l’appericcena …dopo accetta di tutto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riki 6 mesi fa

            e sul profilo facebook del pirla c’era scritto Hallaaaa e cerano quattro coltelli e 2 bambole decapitate

            Mi piace Non mi piace
          2. Mario Rossi 6 mesi fa

            Hai ragione può anche succedere questo se le cose si mettono male e si profila per davvero una alleanza lega m5s

            Mi piace Non mi piace
  9. Mario Rossi 6 mesi fa

    Come già da tempo andavo dicendo (potete andare a leggere i miei interventi) nessuna forza politica ha ottenuto la maggioranza!! come previsto del resto, adesso gatto silvestro (mattarella) può tranquillamente concordare con gli euro finanzieri quale personaggio mettere a capo del governo e del mef in modo tale da attuare lo scuoiamento degli artigiani e dei piccoli imprenditori che hanno un bel gruzzoletto da parte. Solo che una cosa non è andata per il verso giusto (((PORCA VACCA!!!!!))) lo si capiva dagli ultimi giorni di campagna elettorale quando i signori politici sembravno avere preso una botta in testa!! PD+FI non fa la maggioranza per governare!!!! questo è un bel casino perchè i voti non li ha presi la bonino o quell’altro cretino di grasso ma li ha presi un signore che si chiama SALVINI!!! badate bene, non la lega, ma prorpio quel signore lì che ha preso un partito di ladruncoli da strapazzo e ci si è stagliato come un vero statista, diciamo alla pari di un grandissimo, forse l’unico che abbiamo visto in italia, di nome Benito Mussolini. Questo signore non è un coglione e sa benissimo che mai e poi mai verrebbe approvato un programma politi co per l’italia, qui si vogliono solo i soldi degli italiani, quelli che sono stati fatti durante il periodo del boom e sono stati messi da parte dalle formichine italiane. La sua unica speranza è fare una allleanza con il M5s su alcuni punti fondamentali, che sono, ripulisti generale di immigrati, ripulisti generale di fannulloni imbucati dai comunisti con una spending review finalmente fatta per davvero, eliminazione di almeno il 50% delle leggi del codice civile e penale inutili e che servono solo a proteggere i delinquenti e soffocare gli italiani, lotta alle mafie ma per davvero non come ha fatto grasso e sui amici che dopo 50 anni che ci provano ancora non hanno cavato un ragno dal buco, tasse al 15% finalmente e con i risparmi che fai dalle altre parti ai voglia se ci escono i soldi. Questa è l’unica speranza che rimane, e dipende tutto da questo sig. Salvini e dal Sig. Di Maio. Devono però sapere costoro che quando uno si presenta dice delle cose e dà l’impressione di volerle fare per davvero ha una fiducia condizionata, condizionata dal suo comportamento. Quindi se tradiscono questo programma all’indomani stesso non esisteranno più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. geometrio 6 mesi fa

      io spero salvini risponda alle tue aspettative. certo che ne hai di fiducia verso l’uomo. Qulla fiducia li, in 40 anni di vita, non l’ho vista meritata da nessuno. vuoi dire che siamo cosi fortunati?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Riki 6 mesi fa

    Come si fa con una mossa soltanto a non rispettare le promesse fatte agli italians (reddito di cit. e stop immigrati) e a rubargli altri soldi (e ucciderne un po.. che son troppi): un bello scossone di terremoto! ..con HAARP . I soldi (che non c’erano) verranno impiegati per la ricostruzione, ma quali soldi?! .. li prendono a prestito dai banksters ! e gli immigrati servono per lavorare alla ricostruzione – vedi che servono! senza di loro come facciamo. I banksters fanno una telefonata a zio sam, SI Signore!!! zio sam telefona ai militari, Si Signore!!! i militari caricano haarp e puntano le microonde sul punto stabilito e zZZZzzZZZzzzZZZZz no! ma come fanno a essere così malvagi? – è il potere bellezza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 6 mesi fa

      IL POTERE CE L’HANNO TUTTI QUELLI CHE NON SONO ANDATI A VOTARE E FORMANO IL PIU’ GRANDE PARTITO !

      Quelli sono i vincitori morali. Coloro che non credono né nelle elezioni, né negli eletti.

      Salutiamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. max tuanton 6 mesi fa

    Allora tutte le colpe ricadono sempre sul Papa e LA chiesa ,preferite forse la sinagoga ?ancora a dare addosso al Papa sempre lui il responsabile di come va il mondo di come va in Italia delle guerre degli scandali bancari ,in internet il maestro dell’immoralita e’ il Papa e’ lui a mettere la pornografia a mo di tsunami Non ho parole ! I giudei con internet hanno trovato LA via migliore per il rimbambimento di massa ,i cristiani che accusano a questo modo il papa e LA chiesa farebbero buona cosa a cambiar credo cambiate casacca avete rotto cambiate disco mettetevi pure LA kippah parlate come Giudei ne piu ne meno ,meglio Allora Atlas solo contro tutti piuttosto che vedervi inzozzare cosi LA religione che vi ha allevato ,rinascere Khmer voglio proprio ridere vedervi fare I riottosi …pontificare… Con I Khmer rouge

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riki 6 mesi fa

      pensavo ti riferissi ai templi khmer in cambogia, psichedelici!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riki 6 mesi fa

        in Cambogia (2004) ho visto i templi al mattino presto prima che arrivasse la gggggenteee…. super! magnifico! poi sono andato sulle spiagge del sud e mi sono trovato in un bar sulla spiaggia con dei belgi e francesi che poi dopo… ma dopo … ho realizzato che potevano essere dei clienti di minorenni. E io che ero andato ad anghor wat per raggiungere stati elevati… sono finito a bere delle birre con dei belgi a sihanoukville – tutti puttanieri o pervertiti

        Rispondi Mi piace Non mi piace